Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Che percorso seguire per dare corsi di cinese?

Di Nicolò, pubblicato il 25/10/2018 Blog > Lingue straniere > Cinese > Insegnante cinese: quale formazione privilegiare?

State pensando di formarvi per diventare professori di cinese? Si tratta in effetti di un mestiere che può far guadagnare molto bene! 

Studenti delle scuole medie, liceali, studenti, professionisti… Il cinese si impara a qualsiasi età e le cifre parlano da sole:

  • Nell’ultimo decennio il numero di istituti in cui si insegna il cinese come lingua straniera è più che decuplicato, passando da 17 nel 2009 a 279 nel 2017,
  • Molti studenti iniziano i corsi di cinese alle scuole medie, e molte sono le istituzioni scolastiche che ad oggi propongono corsi di mandarino,
  • Nel 2017, il Ministero della Pubblica Istruzione ha contato 17.500 ragazzi che studiano mandarino,
  • La Cina è la destinazione più popolare tra gli europei che lasciano il continente.

La Cina è anche la seconda potenza economica mondiale e il cinese la lingua più parlata al mondo. In un contesto del genere, la domanda dei corsi di cinese è destinata a crescere negli anni a venire.

Avete deciso di insegnare questa lingua difficile? 

Dovrete prima di tutto acquisire una padronanza perfetta della lingua e scegliere una delle strade che possono portarvi a diventare insegnante cinese.

Passiamo alle cose serie e scopriamo insieme come diventare professori di mandarino…

Il percorso ideale per diventare professore di cinese

Numerose università offrono percorsi di lingua e cultura cinese È indispensabile seguire un percorso di studi in lingua cinese per diventare professore di ruolo.

Esiste un percorso stabilito per diventare professore di lingue in Italia. Se avete deciso di diventare professore di cinese ma avete appena iniziato a studiare il mandarino alle scuole medie o al liceo, ecco il percorso che dovreste seguire.

Le tappe chiave del vostro percorso scolastico da futuro insegnante di cinese vi porteranno fino alla laurea specialistica!

  1. Diploma di maturità (possibilmente in un liceo in cui si possa già studiare il cinese come lingua straniera)
  2. Laurea Triennale (Lingue orientali — opzione cinese),
  3. Laurea Specialistica,
  4. Soggiorno linguistico in Cina (non obbligatorio ma fortemente consigliato)
  5. TFA (Tirocinio Formativo Attivo).

Diamo qualche precisione utile su questo percorso:

  • Per la maturità, consigliamo in generale un diploma classico o linguistico, anche se non è obbligatorio, dato che l’università è aperta a tutti i tipi di diplomandi. Tuttavia, nelle filiali umanistiche, le lingue occupano un posto più importante. Avrete quindi un migliore livello di pratica prima di entrare all’università. È possibile rinforzare i propri corsi di cinese accompagnandoli con lezioni cinese private.
  • Dopo aver ottenuto il diploma di maturità, potrete scegliere una facoltà di lingue straniere. Molte sono le università italiane specializzate in lingue orientali, dalla Ca’ Foscari di Venezia a “L’Orientale” di Napoli, dalla Sapienza di Roma all’Università di Bologna. Durante una triennale in lingue orientali avrete la possibilità di studiare non soltanto la lingua, ma anche la cultura e la storia del paese in cui è parlata. Potrete in seguito specializzarvi ulteriormente con una laurea specialistica.
  • Il Tirocinio Formativo Attivo prepara e abilita i futuri insegnanti. Si tratta di un concorso molto selettivo che, se superato, permette di accedere a un tirocinio al termine del quale si diventa insegnanti di ruolo.

Coloro che ambiscono anche a insegnare all’università devono inoltre portare a termine un dottorato di ricerca.

È possibile dare corsi cinese senza essere laureati?

Avete deciso sul tardi di diventare professori e non avete seguito un percorso adatto? 

Nulla vi impedisce di diventare professore di cinese. esistono infatti altre soluzioni, percorsi meno diretti, ma che vi condurranno lo stesso verso il vostro obiettivo: dare un corso di cinese senza diploma.

Ecco i diversi percorsi possibili:

  1. Ottenere il TFA,
  2. Diventare professore di ruolo,
  3. Dare lezioni private,
  4. Diventare insegnante in una scuola di lingue.

Scoprite le sottigliezze del mandarino con un professore madrelingua Imparare il cinese, significa anche immergersi nel cuore di una civilizzazione millenaria.

Prima cosa da fare se siete in possesso di un diploma di laurea e siete bilingue in cinese mandarino: informatevi sul TFA.

Se non è una soluzione che potete prendere in considerazione ma siete comunque in possesso di una laurea nell’ambito che vi interessa (nel nostro caso, il cinese) potete cercare di diventare supplenti con contratto annuale. In sostanza, non avrete un contratto a tempo indeterminato e non sarete professori di ruolo, ma le scuole reclutano professori nella vostra situazione quando sono a corto di personale.

Se queste due soluzioni non vi convengono, potete sempre diventare professori indipendenti di cinese e mettere a disposizione le vostre conoscenze per chi cerca lezioni di cinese private.

È una soluzione con pochissimi obblighi, poiché nessun diploma è richiesto. Dovrete tuttavia far prova di rigore, d’organizzazione e di pedagogia per trovare gli studenti e accompagnarli al meglio. L’insegnamento individualizzato è sempre più richiesto, sia dai professori che dagli alunni.Si esce dalla dinamica delle classi sovraffollate e ci si consacra ad un solo studente alla volta: le condizioni ideali per avanzare al proprio ritmo.

Infine, se sperate di insegnare con uno stipendio fisso, potete sempre far domanda nei centri di formazione in lingua cinese e diventare insegnanti formatori. Questo tipo di corso cinese si sviluppa spesso in gruppo e si rivolge a una clientela molto eterogenea. Il vostro profilo potrà interessarli se siete bilingue italiano cinese o madrelingua.

Insegnante cinese privato: a quali profili rivolgersi?

Sperate di insegnare il cinese come professore privato?

Vi ritroverete di certo in uno di questi profili…

Tra i numerosi insegnanti specializzati, esistono profili molto eterogenei di professori di lingua cinese per imparare a parlare mandarino!

  • Gli esperti in lingua cinese: sono i madrelingua o i figli di madrelingua. Il mandarino è la loro lingua madre e conoscono perfettamente la cultura cinese nella sua globalità. Danno corsi molto arricchenti dal punto di vista linguistico, ma insegnano anche ai loro studenti a scoprire la Cina diversamente,
  • Gli insegnanti diplomati: questi professori di cinese che hanno seguito il percorso formativo tradizionale hanno non soltanto delle conoscenze molto avanzate in lingua cinese, ma anche un approccio pedagogico particolarmente adatto agli studenti delle scuole medie, licei o studenti universitari in facoltà di lingue. Sapranno accompagnare e far progredire i loro alunni sia sulla pronuncia (le quattro intonazioni),che sull’apprendimento dei caratteri cinesi e la loro scrittura (calligrafia), la costruzione delle frasi, il vocabolario…
  • Gli studenti di cinese: sono numerosi gli studenti universitari che studiano mandarino a dare lezioni private per finanziare i loro studi. Hanno in effetti un livello abbastanza buono per dare lezioni di lingua agli allievi delle scuole medie e superiori che iniziano a studiare cinese. E se si stanno indirizzando verso l’insegnamento, questo rappresenta per loro un’ottima occasione di testare le proprie competenze pedagogiche,
  • Gli appassionati: non sono insegnanti, studenti o cinesi madrelingua, ma padroneggiano perfettamente la lingua e sono appassionati da tutto quello che riguarda la Cina. Hanno viaggiato molto in Cina, e alcuni di loro vi hanno persino vissuto. Il vantaggio? Hanno provato sulla loro pelle la vita in Cina e possono condividere le loro esperienze con i loro alunni.

Coinvolgere i propri alunni per farli progredire più rapidamente facilita l'apprendimento del cinese. Potrete iniziare i vostri alunni all’arte della calligrafia cinese.

In funzione del vostro profilo, basta trovare i vostri punti forti al fine di determinare il tipo di allievo che potrete aiutare a imparare il cinese. Al di là degli alunni delle scuole medie e superiori, numerosi adulti si lanciano nello studio della lingua di Confucio o cercano di perfezionarsi in questo ambito, che sia per ragioni professionali (espatrio, relazioni commerciali con la Cina) o personali (amanti del viaggio…).

Quali qualità avere per diventare professore di cinese?

Prima di dare la vostra prima lezione cinese a Roma (o altrove), ritagliate un po’ di tempo per porvi qualche domanda! 

L’insegnamento mobilita competenze multiple che vanno ben al di là delle conoscenze linguistiche. Conoscere i propri punti forti e i propri punti deboli permette di migliorare la qualità dei corsi di cinese e anche di capire se questa attività potrà soddisfarci a pieno.

Certo, dovrete padroneggiare perfettamente la lingua cinese all’orale e allo scritto, conoscere la sua storia e la sua evoluzione, avere buone conoscenze sulla storia della Cina, la sua cultura, la sua arte di vivere… Per riassumere, bisogna essere bilingue, ma anche avere una buona cultura generale sul paese.

Insegnare è prima di tutto uno stato mentale. Tra le qualità per diventare un (eccellente) professore di cinese, avrete particolarmente bisogno di essere:

  • Pazienti,
  • Simpatici,
  • Sorridenti,
  • Empatici,
  • Appassionati,
  • Attenti.

Questa lista non è esaustiva, ma per insegnare, bisogna in effetti essere all’ascolto, avere voglia di fare progredire i propri alunni, essere in grado di incoraggiarli e di valorizzarli. Per questo un buon professore non deve solo avere le conoscenze e le nozioni da trasmettere, ma deve anche essere carismatico e possedere il talento dell’oratore (o del narratore) per condividere la propria passione.

Ritrovarsi di fronte a una classe richiede buone conoscenze pedagogiche. Essere carismatici e trasmettere la vostra passione nell’insegnamento del mandarino renderà le vostre lezioni più eccitanti!

 

Alcune qualità sono innate, altre invece possono essere allenate col tempo. In ogni caso, certi saperi devono essere assimilati. È il caso per la pedagogia e la didattica della lingua cinese. 

Imparate a scegliere e utilizzare i supporti dei corsi adatti agli alunni, in funzione ad esempio:

  • della loro età,
  • del loro livello,
  • delle loro predisposizioni,
  • delle loro facoltà mnemoniche.

La capacità di proporre esercizi eterogenei permette di favorire l’assimilazione delle diverse nozioni.

Le tecniche pedagogiche sono insegnate durante il percorso formativo per diventare professori di cinese, ma è anche possibile diventare ottimi pedagoghi da autodidatti. Anzi, è anche fortemente consigliato: se da una parta non è possibile cambiare radicalmente il proprio modo di interagire con gli allievi, un insegnante può comunque informarsi sui numerosi metodi di apprendimento che l’aiuteranno a proporre corsi di cinese strutturati ed efficaci.

I supporti pedagogici aiutano i professori a organizzare i corsi e, per i professori privati, ad adattarli in funzione degli obiettivi personali dell’alunno.

Per quanto riguarda l’insegnamento del cinese, è importante essere rigorosi per trasmettere le basi ai propri alunni, poiché il cinese è una lingua complessa. Si può facilmente sentirsi scoraggiati di fronte alla difficoltà della sfida.

Diventare professore privato di cinese richiede un investimento importante, durante una lezione di cinese ma anche nel tempo libero. 

Per insegnare il cinese (link esterno), disponete di numerose possibilità, ma prima di tutto, è importante conoscere la realtà e le difficoltà del mestiere e prepararsi al fine di essere pienamente soddisfatti da questa attività e di avere dei buoni riscontri da parte degli alunni.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar