Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

I consigli per spiegare la lingua di Shakespeare e diventare un insegnante privato

Di Igor, pubblicato il 23/03/2018 Blog > Lingue straniere > Inglese > Come Dare Lezioni di Inglese?

Il tuo livello di lingua inglese è ottimo e sei davvero convinto di essere in possesso di reali e provate abilità pedagogiche?Hai mai pensato seriamente alla possibilità di impartire lezioni di inglese a dei potenziali allievi per poter arrotondare un pò i tuoi introiti a fine mese? Ti sei mai trovato nella situazione di voler provare a dare lezioni private di inglese ma ti sei fermato per i tuoi dubbi sulle possibili tariffe, sul  metodo da utilizzare con gli allievi o per la difficoltà di trovare dei possibili clienti?

Se la risposta a queste domande è in tutti i casi affermativa sei proprio capitato nel posto giusto! Ecco infatti qui di seguito i nostri consigli da seguire per diventare un super prof privato di lingue moderne!

Cosa devi sapere prima di dare lezioni private d’inglese

Come fare per iniziare a dare lezioni private di lingua inglese? Ecco qui di seguito alcune delle principali astuzie che potresti seguire per essere un buon insegnante!

Un buon professore d’inglese deve possedere le stesse qualità di qualunque altro tipo di docente. Le principali caratteristiche che deve possedere sono:

  • pazienza
  • comprensione
  • ascolto
  • empatia
  • precisione
  • chiarezza
  • disponibilità
  • flessibilità
  • deve possedere, per riassumere tutte queste qualità con un’unica espressione, le caratteristiche di un buon pedagogo!

Un insegnante deve essere professionale e saper ascoltare! Un insegnante deve essere professionale e saper ascoltare!

Tuttavia vanno sottolineati alcuni aspetti importanti:dare delle lezioni di inglese efficaci non è come impartire lezioni di matematica o di scienze! Ciascuna disciplina presenta infatti caratteristiche e peculiarità irriducibili, che la rendono speciale e differente da tutte le altre! Si dice spesso infatti che, sebbene esistano dei sistemi di insegnamento comuni a tutte le discipline, è importante saper scegliere strumenti, modalità e contesti educativi disegnati e immaginati appositamente per ogni disciplina, tenendo conto delle specifiche peculiarità che essa reca con sé.

Per riuscire a diventare un buon insegnante d’inglese dovrai pertanto imparare ad evitare alcuni errori, il primo e più grave dei quali è quello di parlare in italiano! Ebbene sì! Sebbene sia molto facile compiere questo errore, soprattutto quando si è alle prime armi con l’insegnamento, per via della totale spontaneità con la quale ci si esprime nella propria lingua madre, è assolutamente prioritario il fatto di parlare sempre e comunque in inglese ai tuoi studenti!

Dialogando il più possibile con i tuoi allievi nella lingua di Londra gli permetterai di sperimentare quel famoso “bagno linguistico” indispensabile per poter imparare sul serio una lingua straniera. Questo sistema richiede certamente un maggiore impegno e uno sforzo più grande da parte del professore, ma i risultati non tarderanno ad arrivare e i tuoi studenti raggiungeranno un ottimo livello!

Se nutri ancora dei dubbi sul metodo da utilizzare con i tuoi futuri allievi, se sei titubante su quali strumenti didattici impiegare per favorire l’apprendimento, se ti poni costantemente la domanda: “insegnare l’inglese sì, ma come?” allora questo articolo potrà esserti di grande aiuto.

Il metodo non dipende dall'età! Il metodo non dipende dall’età!

Uno dei primi consigli che ci sentiamo di suggerirti consiste nel provare a fare una piccola indagine tra tutte le persone che hai intorno e chiedere a coloro che insegnano altre discipline, fossero anche matematica, italiano o scienze, quali sistemi didattici impiegano. Come abbiamo già affermato poco sopra infatti le basi della pedagogia possono senza dubbio prescindere dalla disciplina che si intende insegnare, sebbene vi siano comunque delle differenze.

Fatti suggerire trucchi, sistemi, piccole strategie che sono risultate efficaci nelle lezioni dei tuoi amici! Potresti impadronirtene e sposarle al fine da integrarle nei tuoi corsi! Un buon insegnante sa sempre integrare i propri strumenti e le proprie competenze con elementi di novità e con nuovi metodi. Non bisogna sedersi sugli allori rappresentati dai metodi e dai sistemi utilizzati in passato. Reinventati e i tuoi allievi ti ameranno!

In tal senso, oltre alle competenze e al metodo impiegato durante le tue lezioni, ciò che potrai fare al fine di rendere efficace il tuo lavoro come insegnante sarà l’instaurare una vera relazione di fiducia tra te e il tuo alunno. Non si tratta di diventare amico dei tuoi studenti, non parliamo affatto di questo. Ciò che ti suggeriamo di fare è di instaurare una relazione sana ed efficace, nella quale i ruoli siano ben definiti  e all’interno della quale ti sia possibile osservare i tuoi studenti e inquadrarli in maniera professionale.

Il punto sulla tua remunerazione

Impara a dare valore al tuo tempo e alle tue abilità! Impara a dare valore al tuo tempo e alle tue abilità!

Devi, per prima cosa, stabilire con estrema precisione le tue tariffe: la trasparenza è infatti indice di grande professionalità e fa si che i potenziali clienti conoscano in anticipo il valore di una tua ora di lavoro. Essere trasparenti e chiari rispetto ai propri costi risulterà sempre un punto a tuo favore.

Ovviamente per poter ricevere in modo legale e dichiarato i pagamenti da parte dei tuoi clienti dovrai informati dapprima circa lo statuto che più ti si addice in termini di prestazione:

  • Ti consideri un libero professionista (sei in possesso di una partita IVA o intendi aprirne una?)?
  • Preferisci (e puoi) offrire solo ed esclusivamente prestazioni occasionali?

Queste sono domande di grande importanza perché riguardano gli aspetti fiscali del tuo lavoro e, come potrai immaginare, non sono certamente aspetti che ti puoi permettere di trascurare o tralasciare. Ti consigliamo perciò di documentarti in modo approfondito e di consultare eventualmente un commercialista esperto.

Come riuscire a reperire degli alunni?

Molte piattaforme online mettono a disposizione degli studenti numerosi profili di insegnanti privati di tutte le discipline (matematica, spagnolo, francese, italiano, tedesco, cinese, etc.). Potresti crearti un profilo snello e completo al fine di pubblicizzare i tuoi corsi e per riuscire finalmente a insegnare l’inglese! Non tralasciare i titoli di studio e le tue esperienze pregresse!

Non trascurare il mondo vasto e tuttora molto vivo degli annunci “fisici”, ossia tutti quei messaggi che puoi lasciare affissi nelle bacheche delle scuole,  dei diversi esercizi commerciali del tuo quartiere, in biblioteca e in tutti quei luoghi dove ritieni che possa esserci il giusto via vai di studenti potenzialmente interessati alle tue lezioni private di inglese.

Perché non provare anche questo sistema apparentemente un po’ sorpassato ma ancora oggi molto in voga? Tentar non nuoce!

Annunci dal panettiere o sulla bacheca del liceo, post su piattaforme online, passaparola, ... tutti metodi validi per trovare studenti per le tue lezioni. Lascia dei piccoli annunci nelle bacheche dei luoghi pubblici  per trovare degli studenti per le tue lezioni!

Una volta creato un piccolo nucleo di studentio affezionati a te e alle tue lezioni il passaparola farà la sua parte e avrà un effetto immediato! Nel giro di pochissimo tempo la voce inizierà a diffondersi e il tuo telefono inizierà a suonare: abbi fiducia, poco per volta le cose inizieranno a prendere la giusta forma e tu potrai iniziare a vivere grazie alle tue lezioni!

Essere bilingue e insegnante di lingua inglese

Essere bilingue significa ben di più che parlare e leggere in inglese. Il bilinguismo è una condizione assai fortunata grazie alla quale si riesce non solo a parlare perfettamente ma anche a pensare in due lingue diverse! Nel caso dell’inglese… beh, se siete bilingui e la vostra seconda lingua è l’inglese avete davvero vinto un terno al lotto!

Siete infatti in possesso di una competenza davvero utile nell’attuale mondo del lavoro, pertanto è necessario per voi custodire questa competenza e conservarla al meglio!

Il bilinguismo prevede infatti che si padroneggino due lingue come idiomi madre, pertanto si possiede una fluidità di eloquio e una capacità di comprensione tipica di un nativo.

Questa condizione fortunatissima però non garantisce di per sé la garanzia di poter essere (o diventare) degli ottimi Superprof d’inglese. Se sei madre lingua inglese dovrai anche tu verificare di essere in possesso di tutti gli altri requisiti indispensabili per poter insegnare!

Assicurati di avere uno status che ti consenta di insegnare la lingua inglese

Per poter impartire lezioni private d’inglese poco importa quale sia il tuo titolo di studio: laurea in inglese o in diritto, master di fisica, chimica o dottorato in belle arti…si possono impartire lezioni quando si è bilingue anche se non si è in possesso di un titolo di studio specifico che garantisca e attesti il tuo livello di padronanza linguistica?

Il bilinguismo garantisce un'ampia padronanza delle lingue! Il bilinguismo garantisce un’ampia padronanza delle lingue!

A prescindere dal tuo percorso di studi, se lo vorrai, potrai certamente insegnare inglese. Al fine di impartire lezioni private, infatti,  nessun titolo specialistico viene richiesto e il bilinguismo rappresenta un tale punto di forza da oscurare tutti gli altri requisiti eventualmente richiesti.

D’altra parte il tuo profilo atipico potrebbe addirittura fare la differenza di fronte al classico professore certificato!
Infatti potresti essere uno studente di informatica, ma possedere un eccellente livello d’inglese, oltre mahgari a possedere innumerevoli e certificate abilità di trasmissione del sapere! I percorsi divergenti spesso affascinano la clientela e attirano richieste maggiori!

La sola cosa importante su cui dovrai lavorare consiste nel creare uno status che legalmente ti permetta di essere remunerato come prevede la legge.

Come diventare insegnante d’inglese?

Il prerequisito minimo, senza il quale non è praticamente possibile immaginare di poter diventare un insegnante consiste nell’imparare a tenere una lezione di inglese. Apparentemente per i più disinvolti ed entusiasti questo potrebbe risultare un gioco da ragazzi ma noi di Superprof siamo qui per metterti in guardia: insegnare l’inglese e preparare una lezione non è affatto una cosa banale, al contrario!

Prima di poter insegnare una lingua straniera devi assolutamente redigere un piano per riuscire ad acquisire una buona organizzazione e un metodo adeguato a ciascuno studente al quale deciderai di impartire le tue lezioni private.

Le lezioni di inglese non si improvvisano, ma vanno preparate con metodo e attenzione ai particolari. Impara ad avere un buon metodo per essere un bravo insegnante di inglese!

Non si possono impartire lezioni private a casaccio, senza una previa preparazione della struttura, dei testi e dei materiali necessari per poter insegnare. Dovrai necessariamente prendere alcune giuste e necessarie precauzioni prima di poterti lanciare in questa nuova e appassionante avventura: dovrai infatti studiare un programma strutturato,  corredato di specifiche metodiche da seguire per favorire l’apprendimento dei tuoi allievi. Informati quindi prima di intraprendere questo viaggio…le insidie sono numerose per coloro che partono mal equipaggiati!

Sei in possesso delle qualità umane necessarie per poter insegnare?

Come abbiamo già anticipato all’inizio di questo articolo, tra le principali caratteristiche che un buon insegnante dovrebbe possedere troviamo sicuramente due doti umane preziose, ossia la pazienza e l’empatia. Sono queste due qualità davvero imprescindibili per un insegnante privato di qualunque disciplina, pertanto ti consigliamo di prendere in esame le tue caratteristiche caratteriali e provare a verificare se sei in possesso di queste due qualità. se la risposta dovesse essere negativa ti suggeriamo di lavorarci, poiché l’efficacia di un buon insegnante si misura sulla base della sua pazienza e sulla sua capacità di empatizzare in modo sincero con i suoi allievi.

Come trovare alunni per le proprie lezioni d’inglese?

Se desideri iniziare a formare un primo nucleo di clienti per poter insegnare l’ inglese sarà fondamentale che tu inizi a porti alcune domande fondamentali, sulle quali costruirai il tuo personale piano d’azione.

  • Innanzitutto, dove vorrai o potrai dare lezione?

Questa è una domanda che prevede risposte molto diverse tra loro, poiché riflettono le notevoli differenze che intercorrono tra un insegnante e l’altro. Se per tua natura sei dinamico e curioso e ami spostarti, probabilmente preferirai impartire lezioni a domicilio recandoti a casa dei tuoi studenti, mantenendo in questo modo una parvenza di vita attiva e creando con gli studenti un contatto ravvicinato. Se invece ami la comodità del tuo divano e il comfort di casa tua probabilmente sarai tentato dal dare lezioni on line, sfruttando le potenzialità offerte oggi dalla tecnologia multimediale.

Oggi i vari ritrovati digitali ti consentono di dispensare lezioni via Skype (corso inglese online), per esempio, e questo può donare l’illusione perfetta di un corso in carne e ossa. Non esiste un modo giusto o sbagliato di dare lezione: devi semplicemente comprendere qual’è il sistema che ti permette di essere maggiormente a tuo agio e sposarlo! Inizia a pensarci, è un aspetto decisivo per la tua professione futura!

Sfrutta i tuoi contatti internet per spargere la voce su quello che fai! Sfrutta i tuoi contatti internet per spargere la voce su quello che fai!

Dare lezioni a domicilio implica degli spostamenti fisici. Internet è al contrario meno costrittivo.

Una volta che avrai definito in maniera certa il luogo e le modalità con cui dispenserai le tue lezioni, non ti sarà difficile trovare alunni per le tue lezioni di inglese!

  • Parlane attorno a te.

L’aspetto di comunicazione è davvero importantissimo per coloro che si apprestano ad intraprendere la professione di insegnante privato. La sorellina di un amico dell’amico frequenta le medie? Bene, inizia allora a spargere la voce e a dire a tutti quelli che conosci che sei intenzionato a dare lezioni di inglese. Devi assolutamente far circolare le informazioni.

  • Metti degli annunci: scuole, supermercati,  poste, panetterie, negozi e biblioteche
  • Internet è il tuo più grande alleato.

Iscriviti a varie piattaforme, e poi presta la massima attenzione nel curare al meglio il tuo profilo!

Oltre ai titoli di studio, all’età, alla residenza, perché non provare anche a scrivere qualche riga sulla tua personalità?

Ecco un esempio: “Sono molto simpatico, aperto, comunicativo e disponibile. Amo interagire con le persone e adoro insegnare!”

Ricordati inoltre di specificare le modalità con le quali intendi insegnare inglese: via Skype, a casa dello studente, in biblioteca; se per caso intendi somministrare ai tuoi studenti dei test periodici per valutare le competenze acquisite, se impartisci unicamente lezioni orali, lezioni miste orale e scritto e via discorrendo.

  • Le scuole private di recupero assumono sulla base di test di valutazione.

Se hai fiducia nel tuo livello d’inglese, perché non provi ad entrare in una di quelle numerosissime scuole che propongono ai propri studenti di aiutarli a superare l’anno scolastico offrendo loro ripetizioni mirate, oppure a superare un esame, o ancora preparli a un imminente viaggio all’estero?

Tariffe per lezioni private d’inglese

Quanto costa una lezione privata di inglese? Su Superprof puoi fissare liberamente la tua tariffa partendo da una tua seria autovalutazione.

Inutile chiedere una cifra troppo elevata, se un collega geograficamente vicino e con le competenze simili espone un prezzo più basso. Per fissare una buona tariffa, guardati intorno e allineati con la concorrenza!

Devi però verificare per prima cosa alcuni dettagli!

  • Informati sulla concorrenza.

A parità di profilo, quanto chiedono gli altri insegnanti privati ? Se il tuo vicino che ha il tuo stesso titolo dio studio e chiede 10 euro all’ora, evita di chiederne 15! Nessuno ti contatterà!

  • Sii attraente.

Se sei all’inizio della tua attività, devi giocare la possibile carta del prezzo vantaggioso proponendo tariffe attraenti.

Perché non ricorri a tariffe digressive, a seconda della durata della lezione? O perché non offri la prima lezione omaggio?

In un caso e nell’altro, studenti e genitori saranno positivamente colpiti e la tua immagine di insegnante riceverà senza dubbio  una bella pubblicità.

  • Prezzi ed esperienza.

Se hai poca esperienza, proponi lezioni d’inglese poco care. Farai levitare i prezzi quando avrai acquisito esperienza.

  • Prezzi e titoli di studio.

Se sei iscritto al primo anno di giurisprudenza ovviamente incontrerai più difficoltà ad attirare tanti studenti quanti un laureando in lingue e letterature straniere. Se però sei madrelingua o bilingue inglese, un altro studente di giurisprudenza, intenzionato ad andare in Erasmus, potrebbe ricorrere a te per superare l’esame di ammissione e/o prepararsi al periodo di studio in Inghilterra.

Tieni conto del fatto che oggi gli alunni hanno la più ampia scelta:  tra i centinaia di profili disponibili in rete, valutano e poi possono alla fine della propria ricerca selezionare il migliore. O quello che ai loro occhi e secondo le loro esigenze risulta essere il migliore. Impara quindi a venderti bene.

Come organizzare la lezione

Raccogli innanzitutto ogni informazione necessaria.

  • Quanti anni ha il tuo studente?

Insegnare ad un ragazzo che frequenta la scuola dell’obbligo è diverso dall’insegnare ad un maturando. Nel primo caso, dovrai privilegiare i giochi educativi.

  • È essenziale identificare il livello del tuo studente: principiante, intermedio, avanzato

L’inglese sicuramente è per tutti, ma non può essere insegnato allo stesso modo a tutti! Per organizzare la tua lezione di lingua inglese, dovrai adattarti.

  • L’inglese per principianti è più difficile: focalizzati sulle basi della lingua di Shakespeare.

I verbi irregolari, le liste di vocaboli tematici inglesi, la grammatica inglese e la pronuncia devono essere oggetto di un’attenzione assolutamente prioritaria.

  • Per un alunno che desideri diventare simile a bilingue in inglese, cerca di lavorare maggiormente sull’aspetto orale

Non dimenticare tuttavia gli esercizi che consentono di migliorare la conoscenza della grammatica.  Cerca di far parlare e  di far conversare il più possibile i tuoi allievi. Più si pratica la lingua inglese, più si acquisiscono fluidità e bravura nella produzione orale.

  • Se hai di fronte un adulto o uno studente universitario, perché non approfittarne per perfezionare le sue competenze linguistiche parlando di economia ed affari?
  • Se un tuo studente prepara il TOEIC o TOEFL, cerca gli esercizi preparatori disponibili su internet e realizza delle finte prove d’esame.
  • Potresti anche essere contattato da studenti che necessitino di lezioni di recupero.

Dovrai allora cominciare da un recupero del livello per aiutarli a progredire in inglese. Il tuo aiuto nello studio sarà allora prezioso, cerca di mostrare la massima precisione nei metodi che utilizzi.

Ancora prima dell'aiuto per imparare l'inglese, l'insegnante deve sostenere psicologicamente lo studente per dargli fiducia in se stesso. Un professore deve essere competente per seguire uno studente per tutto l’anno scolastico!

Il sostegno scolastico di questo tipo deve essere regolare: dovrai accompagnare lo studente per tutto l’anno scolastico; quindi, prima di accettare una simile missione accertati di avere la disponibilità.

L’accompagnamento scolastico è un impegno personale nella riuscita educativa dello studente.

Non devi proporre solo un servizio di aiuto, ma anche e soprattutto un sostegno psicologico.

Incoraggiare lo studente che ha grosse difficoltà è fondamentale.

Più che un aiuto, lo devi mettere in condizioni di avere fiducia in se stesso, affinché possa studiare con il miglior profitto. Una cosa è più che certa: sarai molto fiero del suo successo scolastico.

Per aiutarlo nello studio forse le lezioni a domicilio potrebbero non essere le più pratiche. Impartire un corso di inglese online potrebbe risultare più semplice.

  • Informati su quanto tempo lo studente desideri che durino le singole lezioni.

Se il tuo studente desidera imparare rapidamente l’inglese, perché non proporgli delle lezioni intensive?

  • Cerca di avere dell’inventiva.

Cerca degli esercizi interattivi di inglese o proponi delle lezioni con più studenti contemporaneamente. L’apprendimento della lingua deve diventare ludico e divertente.

Troverai molte applicazioni su Ipad che propongono dei giochi in inglese.

Esistono anche molti siti in inglese che consentono al tuo studente di migliorare il suo livello di inglese. Prendi ispirazione, ad esempio, da BBC learning english o dalBritish Council.

Assegna dei compiti da svolgere a casa: leggere un documento, ascoltare delle canzoni in inglese, o guardare un film in versione originale, con sottotitoli.

Si tratta di giochi che rappresentano senza dubbio degli eccellenti modi per acquisire delle buone nozioni sulla lingua inglese.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 2 voti)
Loading...
avatar