Cosa si intende dire con "i confini dei paesi si muovono"? Sono sempre stati quelli! [Kevin O'Dell

Le persone in generale, ma soprattutto nei paesi sviluppati, tendono a vedere il mondo come statico; invariato dalla notte dei tempi.

Questo è un postulato che suppone che il mondo sia davvero un palcoscenico riccamente decorato con panorami immutabili; oggi è tutto ciò che c'è mai stato e domani è una continuazione di oggi.

A causa di questa mentalità, la storia è relegata a essere un esercizio accademico; qualcosa imparato a scuola ma poco importante per il mondo di oggi. In questo articolo, Superprof traccia delle linee: dagli eventi storici più incisicivi per via dei quali il nostro mondo e le nostre società funzionano oggi in un determinato modo.

I/Le migliori insegnanti di Storia disponibili
Lorenzo
5
5 (25 Commenti)
Lorenzo
32€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (13 Commenti)
Stefano
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (15 Commenti)
Francesco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Simone
5
5 (6 Commenti)
Simone
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Cinzia
4,9
4,9 (6 Commenti)
Cinzia
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (25 Commenti)
Lorenzo
32€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (13 Commenti)
Stefano
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (15 Commenti)
Francesco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Simone
5
5 (6 Commenti)
Simone
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Cinzia
4,9
4,9 (6 Commenti)
Cinzia
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

La battaglia di Waterloo: la sconfitta di Napoleone

La celebre battaglia di Waterloo si è svolta il 18 giugno 1815 nel contesto della sanguinosa guerra della settima coalizione tra gli eserciti britannico, tedesco e olandese coordinati dal Duca di Wellington e di Gebhard Leberecht von Blücher e le truppe francesi guidate da Napoleone.

Napoleone è considerato uno dei fondatori dell'Europa moderna.
Napoleone è considerato uno dei fondatori dell'Europa moderna.

Napoleone era stato, nel corso della sua fulminante e gloriosa ascesa al potere, un incredibile stratega e un formidabile condottiero. Molti associano questo nome alla celebre stazione ferroviaria di Londra o alla canzone degli Abba. Ovviamente non hanno mai ascoltato con attenzione le parole della canzone, dato che recita testualmente: 'A Waterloo, Napoleone si arrese' e 'Sono stato sconfitto, hai vinto la guerra', il che potrebbe effettivamente dare qualche indizio sul significato del suo titolo!

Eppure il lascito di Napoleone è stato fondamentale: importantissime furono le grandi riforme attuate fra il 1800 e il 1804, periodo nel quale fu redatto il Codice civile, detto anche Codice napoleonico, il quale fu approvato il 21 marzo 1804.

La Rivoluzione americana

Che connessione potrebbe avere con la storia europea? Ebbene, possiamo tranquillamente dire che senza la rivoluzione americana probabilmente non avremmo nemmeno visto la rivoluzione francese. Questa infatti diede un impulso alla ricerca di una maggiore libertà e autonomia nella autodeterminazione popolare. E rappresentò la prima vera e propria rivolta popolare di dimensioni colossali contro il potere imperiale, fino ad allora considerato praticamente inviolabile e sacro.

La rivolta delle colonie contro la Corona inglese non avvenne per caso:  vi furono ragioni legali ed economiche molto specifiche, accumulatesi per oltre 100 anni e che diedero origine alla Rivoluzione americana. Senza nessuna vera rappresentanza nel Parlamento inglese che li rappresentasse, le varie leggi che venivano emesse dall'Inghilterra erano viste come unilaterali e assolutamente imposte dall’alto, soprattutto perché le colonie non ricevevano alcun sostegno dal paese a cui erano legate e, di fatto, erano costrette a combatterne le guerre, per loro in terra straniera e contro di loro in patria... Questo portò a una rottura definitiva che sancì l'inizio del periodo di indipendenza per gli Stati Uniti.

La Rivoluzione americana diede un impulso alla Rivoluzione francese
La Rivoluzione americana diede un impulso alla Rivoluzione francese

La Prima guerra mondiale: un conflitto sanguinoso

Tutti lo ricorderanno: l'arciduca Francesco Ferdinando, l'erede al trono austriaco, era in viaggio a Sarajevo, essendo la Bosnia un territorio che l'impero austro-ungarico aveva annesso all'impero ottomano in declino. Tra la folla lungo il percorso del corteo c'erano sei membri della Giovane Bosnia, un corpo di dissidenti politici particolarmente attivi nelle scuole, i quali avevano intenzione di assassinare l'arciduca per forzare la rinuncia alle province slave meridionali. Una granata lanciata contro l'auto di passaggio mancò il bersaglio, ferendo diversi passanti. Sorprendentemente, quello fu l'unico attentato alla vita del dignitario durante la parata.

Per puro caso, mentre tornava dall'ospedale, dopo aver visitato i feriti dall'esplosione, una svolta sbagliata lo ha portato nel mirino di uno degli assassini, che era armato di pistola. Due colpi, uno per l'arciduca e uno per sua moglie, sparati da un giovane poco prima del suo ventesimo compleanno, hanno fatto precipitare l'Europa nel caos.

I/Le migliori insegnanti di Storia disponibili
Lorenzo
5
5 (25 Commenti)
Lorenzo
32€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (13 Commenti)
Stefano
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (15 Commenti)
Francesco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Simone
5
5 (6 Commenti)
Simone
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Cinzia
4,9
4,9 (6 Commenti)
Cinzia
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (25 Commenti)
Lorenzo
32€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (13 Commenti)
Stefano
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (15 Commenti)
Francesco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Simone
5
5 (6 Commenti)
Simone
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Cinzia
4,9
4,9 (6 Commenti)
Cinzia
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

La Rivoluzione russa: la riscossa del popolo

Pochi ricordano che la Rivoluzione russa di febbraio del 1917 fu ispirata dalla Rivoluzione del 1905 e la causa principale di entrambe le insurrezioni fu lo zar Nicola II. Il punto cruciale dell'evento del 1905 fu la “domenica di sangue”, quando le guardie imperiali del palazzo spararono sugli operai disarmati che si avvicinavano al Palazzo d'Inverno per presentare una petizione affinché il loro imperatore intercedesse in loro favore. Chiedevano migliori condizioni di lavoro ma in tutta risposta… furono assassinati!

Questo incidente produsse diverse conseguenze; tra le altre cose servì ad approfondire i disordini sociali e la sfiducia nei confronti dello zar, oltre a suscitare fervore politico. È importante notare che lo zar non era presente a palazzo in quel momento. Era stato informato della manifestazione degli operai e aveva ordinato rinforzi di truppe a palazzo prima del loro arrivo. Non ordinò alle guardie del palazzo di aprire il fuoco sugli operai; tuttavia, fu accusato del massacro.

Comunque, il 15 marzo 1917 (N.S.) lo zar Nicola II abdicò, nominando al trono suo fratello Michele. Saggiamente il duca rimandò la propria salita al trono fino a quando il popolo non poté votare se continuare con la monarchia o istituire un governo con un’assemblea costituente. I bolscevichi, guidati da Lenin, trasferirono la sede del governo nazionale a Mosca dove, in uno dei suoi primi atti ufficiali, egli redasse e firmò il Trattato di Brest-Litvosk con la Germania (marzo 1918), ponendo fine al loro coinvolgimento nel Primo conflitto mondiale.

La grande depressione: una crisi statunitense che riverberò nel mondo intero

Il crollo della Borsa del 1929 segnò l'inizio di un periodo di dieci anni di estrema povertà negli Stati Uniti. La disoccupazione si aggirava intorno al 30% e anche gli allevamenti ne risentirono: chi comprerebbe carne e grano all'ingrosso quando nessuno aveva soldi?

Gli Stati Uniti: un paese di contraddizioni.
Gli Stati Uniti: un paese di contraddizioni.

E, mentre la depressione si diffondeva in tutto il globo, molti paesi dovettero abbandonare gli accordi commerciali precedentemente vantaggiosi per contenere i propri disastri finanziari. Ecco cos'altro accadde a livello agricolo:

  • L'agricoltura americana fu ulteriormente ostacolata dalle condizioni che affliggevano il cuore della nazione.
  • Il terreno più ricco e fertile era stato ridotto in polvere da anni di pratiche agricole impoverenti e di grave siccità.
  • L'attività economica che ha preannunciato la Grande Depressione includeva prestiti generosi basati su speculazioni.
  • All'inizio degli anni '30, gli agricoltori non potevano più far fronte ai loro obblighi di prestito, il che significa che, per prima cosa, le banche iniziarono a chiudere.

Politicamente, il presidente di allora, Herbert Hoover vide sprofondare la propria popolarità, perché la popolazione affamata e disperata credeva che non stesse facendo abbastanza per cambiare le cose. Franklin D. Roosevelt vinse le elezioni presidenziali del 1932 con una vittoria schiacciante. Immediatamente si mise al lavoro per risanare l'economia attraverso pacchetti di stimolo rivolti alle banche e alle grandi industrie.

L'ascesa del Nazismo in Germania

Nel 1923 Hitler tentò un colpo di stato per prendere il potere nella città meridionale di Monaco. Conosciuto come il Putsch della Birreria o Putsch di Monaco, la ribellione vide circa 2.000 nazisti confrontarsi con un cordone di polizia che circondava il municipio. Lo scontro che ne seguì portò 16 nazisti morti e lo stesso Hitler ferito, il quale fuggì in campagna per evitare la cattura, ma fu preso due giorni dopo e accusato di tradimento.

Ecco perché, nonostante tutti i suoi discorsi infuocati e la sua appassionata retorica, l'allora presidente von Hindenburg lo nominò solo con riluttanza cancelliere della Germania: sentiva che qualcuno avrebbe dovuto tenere d'occhio Hitler per timore che il parvenu tentasse un'altra mossa a tradimento. La cautela fu vana visto che, nel 1933, il Gabinetto firmò l'Atto di delega, dando a Hitler il potere di emanare leggi senza il coinvolgimento del Reichstag, l'organo di governo. La Germania era diventata una feroce dittatura.

Hitler e Mussolini, i maggiori criminali europei del Novecento
Hitler e Mussolini, due dei maggiori criminali europei del Novecento

La devastazione della Seconda guerra mondiale

L'invasione della Polonia. Questo fu l'evento scatenante della guerra, che comunque aveva le sue radici ancora nella sconfitta subita dalla Germania nella Prima guerra, oltre alla ricerca di nuovi equilibri di potere nel continente. Le forze polacche resistettero per sette giorni a un assalto su più fronti che includeva la guerra navale. La Gran Bretagna inviò immediatamente un ultimatum alla Germania di cessare ogni attività militare; 48 ore dopo, Francia, Australia e Nuova Zelanda si unirono al Regno Unito nel dichiarare guerra alla Germania, poiché non fu data alcuna risposta all'ultimatum. Sebbene nessuno di questi alleati fornisse supporto diretto alla Polonia, essi istituirono un blocco navale inteso a limitare le rotte di rifornimento, e quindi la guerra.

La Germania rispose attaccando le varie flotte con i sottomarini, dando il via alla Battaglia dell'Atlantico. A terra, invece, una volta che la Wehrmacht raggiunse Varsavia, la Russia entrò in Polonia da est. Non la consideravano un'invasione, poiché la Polonia era caduta e quindi era considerata “in palio”. Dopo aver diviso la Polonia con la Russia, Hitler estese un'offerta di pace alla Francia e al Regno Unito, ma insistette sul fatto che la Polonia sarebbe rimasta sotto il controllo tedesco e sovietico.

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

1a lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (1 voto(i))
Loading...

Igor

Traduttore e insegnante, mi occupo anche di montaggio video e recitazione. Amo la musica, dal pop italiano alla classica. Curiosità è l'anagramma del mio nome.