Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Corsi cucito: gli strumenti per imparare l’arte sartoriale

Di Catia, pubblicato il 30/06/2019 Blog > Arte e Svago > Cucito > Quali Risorse per un Corso di Cucito?

“Dove va l’ago va anche il filo”, Lev Nikolajevic Tolstoj

È dalla rivoluzione industriale che le macchine per cucire rimpiazzano le mani dell’uomo nella preparazione di capi di abbigliamento e oggetti in tessuto.

Il cucito, però, è rimasto a lungo come parte dell’educazione delle donne, con le serate d’inverno passate a lavorare a maglia. Oggi molti dei capi di abbigliamento in giro per il mondo vengono prodotti in Spagna, Italia, Turchia, Indonesia e Cina, per citare i maggiori paesi esportatori.

In Italia c’è sempre stata una forte tradizione sartoriale, tramandata di generazione in generazione. In alcuni casi la sartoria era la fonte di guadagno extra per la famiglia, in altri la fonte di una fortuna riversata su un marchio ormai nazionale: il Made in Italy.

Oggi il cucito è un’attività legata sia all’universo del lusso, sia un passatempo che appassiona milioni di persone in cerca di libertà di espressione.

Si potrebbe dire la stessa cosa di altre attività creative come la rilegatura, il ricamo, il lavoro a maglia.

I motivi principali per imparare a cucire sono diversi: il piacere personale e il desiderio di esercitare una professione manuale, piacevole e altamente qualificata.

Se non sai da che parte cominciare con l’ago e il filo, segui questa guida attraverso i principali supporti informatici e fisici che ti permetteranno di compiere i primi passi e, poi, chissà che non diventi il prossimo grande nome della moda italiana.

I migliori tutorial per un corso di cucito

I più fortunati possono beneficiare dell’aiuto benevolo di una nonna o di una mamma e imparare a destreggiarsi con ago e filo in famiglia.

Altri fortunati, potranno supplire con degli insegnanti di cucito con i corsi a pagamento nelle mercerie, nei centri di formazione o nelle lezioni a domicilio.

Se sei qui vuol dire che sei pronto a lanciarti nel mondo del cucito da solo, a casa approfittando di tutte le soluzioni offerte dalle nuove tecnologie, prima fra tutte internet, ovviamente.

Sotto questo punto di vista, il web ha molti tutorial di cucito in base al proprio livello e ai propri gusti personali.

Basta cercare il materiale adatto a principianti, intermedi ed esperti!

Un corso di cucito ti aiuta a dare sfogo alla creatività. Il sarto amatoriale e le grandi firme della moda condividono la stessa passione, anche se l’effetto è diverso!

Cambia la grafica dei siti, il modo di dare le spiegazioni, le immagini e i video usati, ma la passione per il cucito è la stessa, così come la voglia di condividerla con dei principianti.

Per farti un’idea di quello che offre la rete puoi cercare su diversi blog come:

  • Produzioni improprie: promette di essere un “blog di cucito alternativo e militante”.
  • Blogsupercut, è come un blog contenitore con tutte le informazioni utili per la community del cucito.
  • Appeso a un filo ha un titolo molto interessante: blog di chiacchiere e cucito.
  • A tutta stoffa è un blog semplice ma essenziale di due ragazze innamorate del cucito e che ti accompagnano dalle riparazioni sartoriali al cucito creativo.
  • The Colour Soup è uno dei siti più operativi. Ci sono poche parole, molte immagini e tanti tutorial.

Per gli apprendisti più tradizionali, c’è sempre il gran buon vecchio metodo dei libri di testo. Ci sono manuali di cucito che vengono pubblicati da sempre con enorme successo di pubblico e altri appena nati e pronti a inglobare tutte le nuove tendenze. Ecco un paio di esempi:

  • Lorna Knight, Guida completa alle tecniche di sartoria, Il Castello, 2014.
  • Nadia Gozzini, Come fare…la piccola sartoria. Trucchi e segreti del taglio e cucito, Sistemi Editoriali, 2015.

Se preferisci le immagini consulta Pinterest o guarda un video tutorial su YouTube.

Corsi cucito: i migliori blog per imparare a cucire

Dopo aver parlato di tutorial, che possono essere sotto forma di schede tecniche, riassunti didattici o un semplice video, si deve passare alla pratica, magari confrontandosi con altri apprendisti.

Senza dover passare per i siti a pagamento, puoi consultare i tanti blog di cucito che hanno proprio lo scopo di creare una community di persone appassionate di ago e filo.

A volte sono dei sarti amatoriali, altre volte dei professionisti, oppure si tratta di esperti che scrivono per riviste specializzate. L’importante è avere una vasta scelta per essere sicuri di incontrare qualcuno che condivide i tuoi stessi gusti o dubbi in fatto di stoffa e abbigliamento.

E' meglio cominciare con lezioni di cucito facili per poi aumentare il grado di difficoltà. Scegli il blog per cucito più adatto al tuo livello!

Ecco alcuni blog per principianti:

  • Scucendo s’impara, una scuola di cucito online organizzata per lezioni
  • Scuola di cucito Creatività Organizzata, un’altra scuola di cucito gratuita pensata per principianti assoluti
  • Blog di Moira Scuola di cucito, un blog con consigli pratici su macchine da cucito e tecniche.

Altri blog interessanti sono Ladulsatina, Il blog in rosa e Cucito Mania che si rivolgono a sarti di livello intermedio o più avanzati. Per i creativi che cercano idee originali o più elaborate consigliamo Produzioni improprie, Cucire online e il Blog di Paunnet.

Qualunque sia il tuo livello, ricordati di preparare tutto il materiale che ti serve per poter cominciare a realizzare le tue creazioni.

Prendere lezioni di cucito a scuola e all’università

Alcuni hanno le idee molto chiare fin dalla più tenera età e capiscono subito di voler diventare dei professionisti del cucito.

In Italia, nonostante la grande tradizione sartoriale, ci si è resi conto molto tardi che c’è bisogno di corsi di cucito per formare esperti in ambito moda che siano in grado di riprodurre le tecniche sartoriali, ma che abbiano anche un occhio per la creatività, la gestione d’impresa e la comunicazione.

Ora si può imparare a cucire anche nelle scuole e non solo nelle botteghe. Il cucito è una passione che si tramanda di generazione in generazione!

Negli anni 2000 nascono così i primi istituti professionali che si occupano di artigianato sartoriale e un istituto tecnico a indirizzo sistema moda in cui si studiano materie come:

  • Chimica applicata ai materiali per i prodotti di moda
  • Economia e marketing delle aziende di moda
  • Tecnologie dei materiali e dei processi produttivi della moda

Chi vuole continuare il percorso nel Sistema Moda può scegliere tra università pubbliche e private come queste:

  • Accademia di Belle Arti di Brera, per approfondire la scenografia (allestimento e costumi)
  • Università Iuav di Venezia per unire architettura e moda
  • Ied, Istituto Europeo di Design e altre istituti privati per corsi accademici e post-laurea.

Visto che non è mai troppo tardi per imparare un mestiere, si può studiare sartoria e moda con dei corsi di formazione professionali:

  • Accademia di Maiani: offre corsi gratuiti riconosciuti dalla Regione Lazio per modellista dell’abbigliamento.
  • Istituto Secoli, una storica scuola che prepara fashion designer, modellisti, sarti con corsi a pagamento o convenzionati con la Regione Lombardia.
  • Accademia SPModa Bassolino: una scuola di Napoli che tiene corsi per modellista e disegnatore di moda nell’ambito del progetto Garanzia Giovani.

Volendo puoi sempre imparare a cucire alla vecchia maniera: un periodo di apprendistato in una bottega che ti insegna le basi del lavoro sartoriale. E’ qui che nasce il Made in Italy!

Corso di cucito: quali sono i migliori cartamodelli gratuiti?

Ti sei innamorata del modello di un vestito e vuoi assolutamente riprodurlo?

Sappi che è assolutamente possibile, a patto che tu riesca a trovare il cartamodello. I sarti più esperti sono anche modellisti, quindi riescono a prepararsi da sé i cartamodelli. Per arrivare a questi livelli, però, hai bisogno di molta pratica, tecnica e conoscenze!

Fortunatamente per noi tutti, esiste internet e la possibilità di scaricare dei cartamodelli gratuiti. Li trovi suddivisi per genere, uomo o donna, età, adulti o bambini, ma anche stile.

Su internet trovi cartamodelli gratis e a pagamento. Se non sai attaccare un bottone, sarà difficile riprodurre un cartamodello!

Per poter realizzare un cartamodello è necessario trasformare questa risorsa della rete in un qualcosa di fisico. Non c’è bisogno di arrivare alla stampa 3D, ma ti serve comunque una stampante per avere con te i fogli in scala o a grandezza naturale.

Inoltre, per seguire un cartamodello hai bisogno della macchina da cucire, di diversi tipi di stoffa e applicazioni per la gonna o abito desiderato.

Grazie all’informatica possiamo scaricare gratuitamente dei cartamodelli di cucito in formato PDF o JPEG visitando alcuni siti di riviste:

  • Burda Style, ti permette di scaricare una trentina di cartamodelli gratuiti per ogni tipo di abbigliamento. Se non trovi quello che ti piace ci sono sempre i cartamodelli a pagamento.
  • Marie Claire, ha un blog dedicato a cartamodelli e amanti del cucito
  • Missart Moda, ha dei cartamodelli in 3 taglie per uomo e donna.

Se cerchi qualcosa di diverso e più varietà puoi visitare:

  • iloveartigianato.blogspot.com
  • cartamodelli.net
  • produzionimproprie.com

Il cartamodello è uno di quegli strumenti per il cucito che abbattono la barriera linguistica. Se ci sono tutte le misure e il disegno del capo d’abbigliamento è fatto a regola d’arte puoi scaricare cartamodelli anche su siti stranieri: Wear Lemonade, Vanessa Pouzet, Les Patrons del Delphine et Morisette ecc.

Per dubbi o consigli puoi sempre contattare un insegnante di cucito a domicilio!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar