Eccellente
commenti

La nostra selezione di insegnanti privati e private di danza a Trieste

17 €/ora

Le migliori tariffe: il 100% dei nostri e delle nostre insegnanti offre la prima ora di lezione. In media, le lezioni di danza a Trieste costano 17€.

Imparare Danza a Trieste non è mai
stato così facile.

2. Organizza le tue lezioni private di danza a Trieste

Parla con l'insegnante di danza per condividere le tue necessità e disponibilità. Programma le lezioni di danza e pagale in tutta sicurezza attraverso la chat Superprof. Imparare a cantare a Trieste non è mai stato così facile.

3. Vivi nuove esperienze

Il "Pass Alunno" ti consente l'accesso illimitato a tutti gli e tutte le insegnanti, coach, maestri, maestre, alle masterclass di Danza a Trieste, o in altre città, oppure online, per 1 mese. Un mese intero per scoprire nuove passioni.

Le domande più frequenti:

✍️ Che punteggio hanno in media i/le prof di danza a Trieste?

Ai/alle professori/esse di Trieste, gli/le alunni/e hanno attribuito un voto di su 5, una media risultata da un totale di giudizi ricevuti.

 

Ti ricordiamo che il supporto clienti di Superprof è a tua disposizione dal lunedì al venerdì e che potrai contattarci per telefono o per email nel caso in cui tu abbia domande.

 

Visita anche la nostra sezione FAQ, dove rispondiamo alle domande più frequenti.

🙋🏼 Quanti/e maestri/e sono disponibili a Trieste per dare lezioni di danza?

A Trieste ci sono un totale di 3 professori/esse privati/e di danza che accetteranno volentieri di averti come allievo/a.

 

Puoi vedere tutti gli annunci dei/delle insegnanti di danza su Superprof e scegliere quello/a che più si adatta ai tuoi interessi.

 

In primo luogo, il costo è un fattore molto importante per scegliere il/la maestro/a più adatto a te. In seguito, è importante che tu abbia chiaro lo stile di danza che vuoi imparare (classica, moderna, hip-hop, salsa, tango, danza del ventre, lap dance, ecc...) e infine, il luogo in cui si svolgeranno le lezioni di danza (in palestra, a casa tua, a casa dell'insegnante, all'aperto, ecc...).

 

Cosa aspetti a cercare l'insegnante di danza ideale per te?

💻 Si può imparare il danza via webcam con un insegnante di Superprof?

Ovviamente! La maggior parte dei/delle nostri/e insegnanti, oltre a dispensare lezioni presenziali, propone corsi via webcam.

 

Le lezioni online sono più economiche rispetto alle presenziali perché non ci sono supplementi di spostamento e sono più flessibili con l'orario perché si risparmia il tempo del tragitto.

 

Le lezioni di danza online sono un'opzione eccellente per seguire l'apprendimento senza uscire di casa.

 

 

💸 Quanto si paga per prendere un corso di danza a Trieste?

17 € è la tariffa che si paga in media per una seduta di danza a Trieste.

 

Ricorda che ogni maestro/a fissa liberamente le proprie tariffe: per questo i prezzi cambiano da un annuncio all'altro. I fattori che influiscono sul prezzo sono:

  • L'esperienza dell'insegnante di danza.
  • Il luogo in cui si svolgono le lezioni: nel domicilio dell'alunno, nell'abitazione del/della professore/essa o a distanza.
  • La durata delle lezioni e la loro cadenza.

9 insegnanti su 10 offrono la prima ora di lezione gratis. Molti propongono anche tariffe interessanti per l'acquisto di pacchetti di più ore.

 

Con una semplice ricerca sulla nostra pagina potrai vedere le tariffe di tutti/e i/le maestri che si trovano nella tua città. Di sicuro troverai l'insegnante di danza più adatto/a a te!

💃 Perché è una buona idea prendere lezioni di danza?

La danza offre molti benefici per la salute, soprattutto considerando che tutti, dai bambini agli anziani, possono scatenarsi a ritmo di musica, senza limiti di età. Il ritmo di vita frenetico dei nostri giorni è la causa principale di stress per molte persone. Lo stress non colpisce solamente la mente, ma può anche generare problemi fisici. La danza aiuta a sfogarsi e a rilassarsi. Disciplina ibrida, a mezza via tra l'arte e lo sport, la danza è l'attività perfetta per chi vuole combinare l'esercizio e l'esplorazione artistica. Lavorando sia sul corpo che sulla mente, la danza aiuta a gestire lo stress, e una mente libera dallo stress rinforza il sistema immunitario.

 

La riduzione dello stress e dell'ansia, che si ottiene imparando a muoversi a ritmo aiuta a migliorare la qualità del sonno.

 

Quando inizi a ballare, il tuo corpo sarà soggetto a diversi cambiamenti: un miglioramento della flessibilità, della forza e dell'equilibrio. La danza è uno sport molto graduale che si adatta a tutti i livelli: non ti troverai così di fronte a sfide troppo grandi da subito. La gradualità di questo sport riduce il rischio di lesioni e ti permetterà di avanzare al tuo ritmo.

 

Nella danza, la postura è la cosa più importante. Molta gente soffre di mal di schiena perché rimangono sedute la maggior parte del tempo, a causa dello studio o del lavoro. La danza ti insegna a mantenere una postura corretta che potrai mantenere anche nella tua vita giorno dopo giorno per ridurre i dolori. Grazie alla danza si possono inoltre ridurre molti dolori cronici.

 

È stato dimostrato da numerosi studi che la pratica della danza riduce i livelli di cortisolo, un ormone generato come risposta allo stress, e di colesterolo nel sangue.

 

Allora, cosa aspetti a provare le lezioni di danza?

Vuoi imparare Danza a Trieste?

Potrai scegliere tra moltissimi insegnanti di Danza di talento!

Visualizza più insegnanti Inizia subito

Lezione di ballo: i nostri consigli per scoprire tutti i segreti della danza

A Trieste il ballo non finirà mai!

Le ricerche degli esperti di danze ancestrali hanno portato alla luce un dato assai sorprendete: la danza esisterebbe da oltre 40.000 anni!

Ecco perché i graffiti di diverse grotte scalfite in epoca preistorica riportano scene di uomini disposti circolarmente e con le gambe flesse, nell’atto di muoversi in modo coordinato, con passi previsti e in posa di scambio collettivo.

Parliamo, chiaramente, di uno scambio comunicativo, in cui intenzioni, oltre che emozioni, vengono portate a galla, con l’effetto di calmare le tensioni intra-individuali ed interindividuali (nonché, soprattutto, inter-gruppo).

Il ballo, da sempre, ha svolto funzioni chiave nella gestione dell’equilibrio intrapsichico e della relazione sociale.

Da un lato, ogni individuo, maestro del proprio benessere, tende a muoversi e a farlo anche a ritmo se possibile, allentando cosi tensioni muscolari, tendinee, cerebrali ed emotive. E questo è vero da sempre, dall’epoca fetale della notte dei tempi.

Dall’altro, il singolo e gruppo sanno da sempre che esprimere e comunicare intenzioni, associarsi a rituali collettivi o opporsi insieme a determinate situazioni comunicative, conflittuali, aggregative, è un modo per proteggere la propria collettività ed ogni suo membro.

La danza, in tal senso, si collega direttamente all’istinto di sopravvivenza, ossia a quella naturale ricerca di piacere e benessere presente in ogni vivente che non sia malato, alterato dall’uso di sostanze, soggiogato psicologicamente e dominato da pressioni esterne.

Il sistema nervoso e la danza

Perché mai uno studioso meditabondo, solitario e privato di molti piaceri nel corso dell’esistenza quale è stato Nietzsche, avrebbe dovuto affermare che <<un giorno senza danza è un giorno buttato via>>?

Innanzitutto, diciamo che l’immaginario collettivo vede un po’ troppo il filosofo tedesco come l’emblema del pessimo per definizione!

In secondo luogo, quest’affermazione svela le grosse doti scientifiche ed intuitive dello studioso. Ballare fa funzionare meglio l’intero organismo: corpo ed anima, per semplificare. E saperlo costituisce una grande forma di saggezza ed intuizione, per quanto poi le condizioni della routine possano impedire di trarne conseguenze e vantaggi (ossia di mettersi effettivamente a ballare, come tristemente fu per Nietzsche).

Far comunicare al meglio cervello e corpo è da sempre il “pallino” dei grandi filosofi.

Ecco perché la danza rappresenta, di per sé, un libro di filosofia aperto a tutti. Anche a coloro che non si reputino intellettuali, ma percepiscano la necessita di un’armonizzazione continua tra mente ed arti.

Coordinare gli arti e seguire la musica, di per sé, contribuisce a stimolare lo sviluppo di nuove reti neuronali, dunque allo sviluppo di specifiche aree cerebrali.

Eseguire balli specifici, oltre a consentire l’esternazione di stati emotivi, influisce sugli stessi: accresce autostima, rimette in sesto emotivamente, riequilibra sul piano del comportamento in società…

Come avviene tutto questo? Come può la danza renderci al contempo più felici, sani e socievoli?

Cervello e cervelletto nella danza

Il sistema nervoso centrale – il cervello, in definitiva – è stato ben studiato nella sua intrinseca relazione con il movimento corporeo. Si sono scandagliati i meccanismi della coordinazione, ad esempio.

Per quanto riguarda nello specifico la danza, ciò che risulta parecchio importante ed affascinante riguarda poi il cervelletto, che programma e coordina i movimenti.

Il cervelletto riesce a rendere automatici i gesti sequenziali (dall’andare in bici, al suonare uno strumento). Lo fa attraverso la pratica, l’esercizio, appunto. Il controllo del pensiero, in chi si esercita a svolgere una coreografia di danza, ad un certo momento non è più necessario, grazie al lavoro del cervelletto.

Ma non finisce qui, stando a studi assai recenti delle neuroscienze.

Il cervelletto, infatti, avrebbe un altro ruolo rilevantissimo. Collegherebbe i processi-cognitivi-affettivi al movimento. Insomma… per capire, basta pensare ad una persona che, attraversata da un pensiero negativo, si “stringe nelle spalle”.

Il cervelletto è in grado di dare luogo ad ulteriori connessioni neuronali, che interessano altre zone del cervello, come il sistema limbico e la corteccia cerebrale.

La corteccia, come noto, governa le funzioni associative, mentre il sistema limbico è responsabile del controllo delle emozioni, oltre a collegare al movimento specifiche aree del cervello.

Il limbo collega il pensiero, le emozioni e le sensazioni corporee.

Ed ecco perché si dice che il corpo e il cervello sono un’unica cosa!

Danza a Trieste

Se vuoi fare danza a Trieste, se hai già trovato una scuola di ballo, ti consigliamo di prendere in considerazione i tuoi obiettivi e fare il punto:

  • Vuoi stare meglio ed essere più felice?
  • Vuoi più che altro dimagrire?
  • Ti appassiona la danza come forma comunicativa artistica e teatrale?
  • Vuoi fare amicizia?
  • Vuoi diventare un ballerino di danza classica?
  • Vuoi dimenticare qualcosa di brutto?

Ovviamente, il modo cui cui ci si interessa ad una disciplina condiziona il modo in cui la si affronterà e praticherà.

La costanza e la regolarità della pratica, comunque, rappresentano una raccomandazione universalmente valida. Infatti, anche coloro che vogliono solo socializzare e svagarsi un’ora al sabato pomeriggio alla scuola di danza folcloristica, fanno meglio ad essere costanti, per evitare spiacevoli inconvenienti.

La pratica occasionale, o troppo intensa e saltuaria, fa sì che si avvertano dolori da acido lattico, che si fatichi molto ogni volta. Mentre la pratica anche minore nella durata, ma costante, assicura un progressivo incremento dell’abilità e del tono muscolare. Andando avanti, si gode sempre più dei soli benefici della danza, senza ogni volta passare per eventuali acciacchi dovuti ad un “continuo inizio da zero”!

Come scegliere la scuola di danza a Trieste

Naturalmente, per quanto il ballo faccia bene proprio a tutti, ognuno di noi troverà maggiori vantaggi nel praticare un tipo di danza e non un altro.

L’età, la forma fisica di partenza, i gusti e la disponibilità di tempo son i requisiti che influenzano maggiormente la scelta della danza da apprendere.

Chi proviene da una base atletica consistente potrà lanciarsi in diversi tipi di ballo, a differenza di chi non ha mai fatto un passo! L’età, a sua volta, potrà fungere da discrimen. Improvvisarsi danzatori acrobatici e sportivi a cinquant’anni non è certamente un atto di furbizia, ma può esserlo optare per una scuola di tango, di liscio, di ballo di gruppo.

La danza classica è notoriamente appresa già a partire dai sei anni. Ma non è detto che una giovane ginnasta non possa poi passare alla sbarra con facilità e gradevolezza anche a quindici.

Il principio di fondo, che si scelga una scuola di danza a Trieste per sé o per i propri figli, è il piacere/divertimento.

Bisogna recarsi alla scuola di ballo muniti di entusiasmo e rientrarne altrettanto felici e soddisfatti.

Altrimenti, sarà meglio optare per un altro genere di danza…fino a trovare l’ambiente gradevole in cui potere sfogare ed esprimere serenamente e proficuamente doti, abilità e stati emotivi, traendone vantaggi in termini di salute psico-fisica.

Che cosa vuoi imparare?