Pagina iniziale
Dare lezioni
,
Cerca vicino a casa mia Online

Top ville

Pagina iniziale
Dare lezioni
Eccellente
commenti

La nostra selezione di insegnanti privati/e di informatica a Genova

Visualizza più insegnanti

5,0 /5

Il voto medio dato ai/alle nostri/e insegnanti di informatica a Genova è di 5,0 con più di 15 commenti.

16 €/ora

Le migliori tariffe: il 94% dei/delle nostri/e insegnanti offre la prima ora di lezione. In media, le lezioni di informatica a Genova costano 16€.

4 h

Veloci come saette, i/le nostri/e insegnanti ti rispondono in 4h.

Imparare non è mai
stato così semplice

2. Organizza le tue lezioni private di informatica a Genova

Parla con l'insegnante di informatica per condividere le tue necessità e disponibilità. Programma le lezioni di informatica e pagale in tutta sicurezza attraverso la chat Superprof. Trovare lezioni di informatica a Genova non è mai stato così facile.

3. Vivi nuove esperienze

Il "Pass Alunno" ti consente l'accesso illimitato a tutti/e gli/le insegnanti, coach, maestri/e alle masterclass di Informatica a Genova, o in altre città, oppure online, per 1 mese. Un mese intero per scoprire nuove passioni.

Le domande più frequenti:

💸 Quanto si paga in media una lezione di informatica a Genova?

16 € è la tariffa che si paga in media per una lezione privata di informatica a Genova.

 

Ogni professore/essa decide qual è il prezzo delle lezioni. Bisogna tenere a mente che i prezzi variano in funzione di tre ragioni:

  • Il luogo in cui si svolgono le lezioni: a casa, nell'abitazione del/della maestro/a o via internet.
  • La quantità e il formato delle lezioni di informatica.
  • La formazione, l'esperienza e il percorso dell'insegnante di informatica.

Il 97 % dei/delle nostri/e insegnanti offrono la prima ora gratis. Molti propongono anche prezzi interessanti per l'acquisto di pacchetti di più ore.

 

Con una semplice ricerca su Superprof potrai comparare le tariffe di tutti/e gli/le insegnanti che si trovano nelle vicinanze. È davvero facile trovare un/un'insegnante che faccia al caso tuo!

🙋🏼‍♂️ Quanti/e maestri/e sono disponibili a Genova per dare lezioni di informatica?

A Genova ci sono un totale di 62 professori/esse privati/e di informatica che accetteranno volentieri di averti come allievo/a.

 

Puoi vedere tutti i profili dei/delle insegnanti di informatica su Superprof e contattare quello/a che più si adatta ai tuoi gusti.

 

In primo luogo, il costo è un elemento molto importante per scegliere l'insegnante più adatto a te. In seguito, è importante che tu abbia ben chiaro quali sono gli argomenti che vuoi approfondire (linguaggio informatico, creazione di un sito web, ecc...) e infine, il luogo in cui si svolgeranno le lezioni di informatica (a casa tua, a casa dell'insegnante, in una biblioteca, ecc...).

 

Cosa aspetti a cercare l'insegnante di informatica ideale per te?

💻 È possibile seguire un corso di informatica a distanza con un prof incontrato/a su Superprof?

Ovviamente! La maggior parte dei/delle nostri/e insegnanti, oltre a dispensare lezioni presenziali, propongono corsi via webcam.

 

Le lezioni a distanza sono più economiche rispetto ai corsi a domicilio perché non ci sono supplementi di spostamento e sono più flessibili con l'orario perché si risparmia il tempo del tragitto.

Le lezioni di informatica online sono un'opzione eccellente per seguire l'apprendimento senza uscire di casa.

 

 

✍️ Qual è il punteggio medio che gli/le alunni/e hanno dato agli/alle insegnanti privati/e di informatica a Genova?

Ai/alle professori/esse di Genova, gli/le alunni/e hanno attribuito un voto di 5,0 su 5, media ottenuta su un totale di 15 giudizi ricevuti.

 

Se hai qualche domanda, puoi contattare il nostro servizio clienti durante la settimana per via telefonica o mail.

 

Ti invitiamo a scoprire anche la nostra sezione di domande frequenti.

👩‍💻 Perché prendere lezioni di informatica?

In un mondo sempre più digitalizzato, saper usare il computer offre molti benefici in campo lavorativo e non solo. Ai giorni nostri non c'è professione che non richieda un po' di dimestichezza con le nuove tecnologie. Essere capaci di utilizzare i social network è ad esempio una competenza  molto richiesta nel mercato del lavoro. Inoltre, il linguaggio informatico può aiutarti a creare le app del futuro e inventare il mondo che verrà.

 

Le conoscenze informatiche hanno quindi un impatto positivo sulla carriera professionale, il che significa maggiori probabilità di trovare lavoro rapidamente e a lungo termine.

 

Se hai iniziato a studiare l'informatica ultimamente, vedrai grandi miglioramenti in men che non si dica. L'informatica è una materia adatto a tutti, anche se prima vista può sembrare particolarmente complessa. Con appena qualche lezione, inizierai a decifrare i segreti informatici.

 

Per diventare bravi informatici, una propensione per gli strumenti della tecnologia è la cosa più importante. In molti credono che l'informatica sia una disciplina riservata a geni del computer, ma non è così. Chiunque può imparare a progettare un'app, bastano un po' di pazienza e di costanza!

 

È stato dimostrato da numerosi studi che qualche conoscenza informatica nel curriculum aumenta le probabilità di essere assunti durante un colloquio di lavoro.

 

Allora, cosa aspetti a provare le lezioni di informatica?

Voglia di iimparare?

Potrai scegliere tra moltissimi insegnanti di talento!

Visualizza più insegnanti Inizia subito

Corso informatica Genova

Informatica a Genova: dall’etimologia del termine allo sviluppo dell’intelligenza artificiale!

A Genova, se vuoi, hai la possibilità di scoprire tutto quello che c’è da sapere su questo affascinante quanto complesso ed infernale, nonché promettente, universo contemporaneo.

Partiamo, intanto, con qualche indirizzo, in modo che tu possa personalmente andare a toccare con mano ciò di cui parleremo oggi. Perché, se è vero che un informatico deve saper fare proprio tutto con un computer, è anche vero che prima di correre è opportuno saper camminare. Inoltre, conoscere da vicino insegnanti, futuri colleghi e specialisti dell’informatica è certamente il modo migliore per scoprire se il settore possa davvero essere di proprio gradimento ed interesse.

Il Dipartimento di Informatica di Genova

L’Università degli Studi di Genova è stata arricchita, nel 2012, dal DIBRIS, una struttura che svolge ricerca nei settori:

  • Scienze e Tecnologie Informatiche
  • Bioingegneria
  • Robotica ed Ingegneria dei Sistemi

Il DIBRIS, naturalmente punta non solo alla formazione e alla ricerca, ma anche all’opportuno trasferimento intersettoriale della conoscenza informatica a Genova, in Italia e nel mondo.

Il Centro opera in partenariato con la Scuola Politecnica e la Scuola di Scienze MMFFNN. Le sue diverse sedi si snodano dal quartiere Albaro di Genova, al polo didattico di Savona, dove si enumerano specifici laboratori di ricerca e applicativi.

I corsi di studio proposti sono:

  • lauree triennali
  • lauree specialistiche
  • dottorati di ricerca.

Le lauree relativa alla conoscenza dell’informatica a Genova

Tra le lauree triennali del settore informatico a Genova, troviamo quella in Informatica (sede di Valle Puggia), quella in Ingegneria informatica (con sede in quartiere Opera Pia) e quella in Ingegneria biomedica (Opera Pia).

Le lauree magistrali che è possibile conseguire nell’area informatica a Genova e dintorni, invece, sono ben sette:

  • Bioingnegneria
  • Bioingineering
  • Ingegneria Informatica
  • Computer Engineeiring
  • Digital Humanities- Comunicazione e nuovi media
  • Computer Science
  • Robotics Engineeiring

Infine, un’università come quella genovese, non poteva farsi mancare le lauree a doppio titolo internazionale, nel settore informatico, che sono addirittura tre:

  • JEMARO, Japan-Europe Master in Advanced Robotics
  • EMARO, Advanced Robotics
  • EMECIS, European Master in Advanced Engeneering for Complex and interacting Systems

Sempre restando in ambito di ampio interesse informatico applicativo, infine, è possibile conseguire a scelta una delle tre lauree interdipartimentali dai contenuti molto specifici:

  • Laurea triennale in Safety Engineering for Transport, Logistics and Production (il Dipartimento di riferimento è l DIME, che si occupa di Ingegneria Meccanica, Energetica, Gestionale e dei Trasporti)
  • Laurea Triennale in Ingegneria Gestionale (DIME)
  • Laurea Magistrale in Engineering for Natural Risk Management (organizzato dal DITEN, Dipartimento di Ingegneria Navale, Tecnica e delle Telecomunicazioni).

L’informatica: questa strana creatura

Naturalmente, sebbene tutti noi adoperiamo svariati dispositivi elettronici, digitali, multimediali, iperconnessi e, naturalmente, sempre rigorosamente social, anche prima di nascere … non sempre sappiamo rispondere alla domanda: “cos’è mai l’informatica”?

Un po’ come respiriamo da sempre, senza sapere come funzionino i polmoni, l’informatica permea da sempre le nostre vite, senza che noi ne sappiamo poi un granché.

Il termine informatica ci arriva direttamente dal francese, per una volta, ed è stato inventato da Philippe Dreyfus nel 1962, tramite contrazione di information e automatique.

In Italia lo abbiamo tradotto e adoperato a partire dal 1968. Invece, guardando allo sviluppo del tutto autonomo nei paesi di lingua inglese, possiamo fare riferimento ad una data precedente: il 1959. Fu allora che apparve la definizione di computer science ad opera di Luis Fein.

Alla base dell’informatica, comunque essa venga denominata, sta un principio semplice: la possibilità di fare ottenere all’utente un insieme di “informazioni” a partire da “dati”, tramite una elaborazione automatica (che si svolge in base ad una procedura prestabilita detta “programma”). Questa operazione è svolta da un apparecchio che, a seconda dei Paesi e delle epoche si è denominato: calcolatore, ordinateur, personal computer ed oggi noto ai più come PC!

Il “programma” che consente di ottenere l’elaborazione di dati, ossia le informazioni, viene organizzato e scritto sotto forma di istruzioni dettagliate indirizzate alla “macchina” da un “programmatore”, che adopera uno o più specifici “linguaggi “della programmazione.

Il computer o “calcolatore”, per adoperare un termine di portata storica, agirà seguendo il programma, che il programmatore avrà cura di installare su di esso. Ed è così soltanto che potrà “rispondere” agli input forniti dall’utente, restituendogli delle risposte secondo le istruzioni programmate.

Input ed output: come funziona l’informatica

Sebbene siano questi termini ormai inglobati dal nostro parlare comune, trattando di informatica è utile fare il punto della situazione.

Dare un input significa immettere in una macchina uno o più dati, che saranno in seguito elaborati. In seguito alla elaborazione, la macchina restituirà un insieme organizzato di informazioni, da cui sarà possibile ricavare “conoscenza”.

Ciò che noi oggi chiamiamo computer, allora, non fa altro che effettuare un’attività di calcolo. Si tratta di un insieme di calcoli logici e aritmetici che sono svolti secondo le regole (o istruzioni) precedentemente impartite alla macchina da un programmatore umano.

Il PC, insomma, sarebbe dotato di una intelligenza. Una intelligenza sui generis, però, che nulla ha a che vedere con la nostra, la quale è sempre associata alla consapevolezza (salvo gravi situazioni patologiche).

Un PC, dunque, non è autocosciente, come lo è, invece, un essere umano.

Questa specificazione non è affatto banale, dato che i grandi progressi della branca informatica fanno a volte confondere tra potenziale umano e potenziale della macchina e sperare in una possibilità di uomo-computer o computer umano!

L’intelligenza artificiale

Indicata ormai prevalentemente con le lettere AI o IA, l’intelligenza artificiale è una branca assai specifica ed affasciante dell’informatica. Essa tratta la creazione di tecniche, algoritmi, programmi per simulare dei processi di pensiero e ragionamento. Il carattere di tutto ciò è strettamente algoritmico e deterministico, ovviamente. Ma il fatto che esse consentano di ottenere conoscenze a volte più fini di alcuni risultati meramente umani, ha dato origine all’appellativo di “intelligenti”.

La filosofia si è dedicata ampiamente, e continua a farlo, alla giustezza di questo uso terminologico e concettuale del termine di intelligenze all’area informatica. I filosofi sottolineano che alla macchina mancherà sempre la coscienza di essere nel mondo, nonché la possibilità di instaurare un rapporto concreto con l’ambiente circostante. E questi due aspetti sono invece specifici dell’uomo, di cui si dice, appunto, che è “intelligente”.

La bioinformatica, a questo riguardo, appare una branca destinata ad espandersi, poiché affronta con successo proprio temi inerenti alla risoluzione di problemi biologici a livello molecolare, con metodi informatici.

Tutto ciò è davvero affascinante e non cesserà mai di alimentare dibattici, approfondimenti e scoperte, tanto informatiche, quanto filosofiche, etiche, tecnico-pratiche.

Perché non studiare informatica a Genova, allora, per soddisfare curiosità ed impegnarsi, un domani, nel miglioramento delle condizioni di vita organizzata sul nostro pianeta ed anche altrove?

Che cosa vuoi imparare?