Eccellente
commenti

La nostra selezione di insegnanti privati e private di scacchi a Padova

Visualizza piĂą insegnanti

5,0 /5

Il voto medio dato ai e alle nostre insegnanti di scacchi a Padova è di 5,0 con più di 3 commenti.

24 €/ora

Le migliori tariffe: il 100% dei e delle nostre insegnanti offre la prima ora di lezione. In media, le lezioni di scacchi a Padova costano 24€.

0 h

Veloci come saette, le nostre e i nostri insegnanti ti rispondono in 0h.

Imparare Scacchi a Padova non è mai
stato così facile.

2. Organizza le tue lezioni private di scacchi a Padova

Parla con l'insegnante di scacchi per condividere le tue necessità e disponibilità. Programma le lezioni di scacchi e pagale in tutta sicurezza attraverso la chat Superprof. Imparare a giocare a scacchi a Padova non è mai stato così divertente!

3. Vivi nuove esperienze

Il "Pass Alunno" ti consente l'accesso illimitato a tutti gli e tutte le insegnanti,, tutor, docenti, prof, alle masterclass di Scacchi a Padova, o in altre cittĂ , oppure online, per 1 mese. Un mese intero per scoprire nuove passioni.

Le domande piĂą frequenti:

đź’¸ Quanto costa in media un/un'insegnante privato/a di scacchi a Padova?

La tariffa media di una lezione di scacchi a Padova varia a seconda dell'insegnante e dipende da tre fattori:

  • Dell'esperienza del/della professore/essa di scacchi.
  • Il luogo in cui si svolgeranno le lezioni private: a casa dell'allievo/a, a casa del/della professore/essa, via webcam o in un altro luogo, come un'associazione o uno spazio all'aperto?
  • ll ritmo e la continuitĂ  dei corsi.

 

Confronta i prezzi dei/delle professori/esse privati/e vicino a te con una semplice ricerca su Superprof.

✍🏻 Su Superprof, qual è il voto medio attribuito ai/alle nostri/e insegnanti di scacchi a Padova?

Con 3 commenti ricevuti, i/le insegnanti di scacchi hanno ottenuto un voto medio 5,0 su 5.

 

Dietro Superprof c'è un'equipe disponible dal lunedì al venerdì per rispondere ai tuoi dubbi. Puoi contattarci per telefono o via mail.

 

Per ulteriori dubbi, puoi consultare le nostre domande frequenti, dove rispondiamo ai dubbi piĂą frequenti.

 

Puoi contattarci via telefono o per mail.

💻 Si può imparare l'arte degli scacchi a distanza con un/una maestro trovato/a su Superprof?

Assolutamente sì! La maggior parte dei/delle nostri/e insegnanti, oltre a dispensare lezioni presenziali, propongono corsi via internet.

 

Le lezioni online sono più economiche rispetto ai corsi a domicilio perché non ci sono supplementi di trasporto e sono più flessibili con l'orario perché si risparmia il tempo del tragitto.

 

Le lezioni di scacchi a distanza sono un'ottima opportunitĂ  per coltivare il proprio talento. Ti basterĂ  avere un computer, una connessione a internet e la tua scacchiera fisica o virtuale a portata di mano!

🧑‍🏫Ci sono maestri/e di scacchi disponibili per impartire lezioni private di scacchi a Padova?

Puoi scegliere tra i/le 5 insegnanti di fotografia disponibili a Padova e dintorni.

 

I criteri che dovresti tenere in conto per selezionare l'insegnante piĂą adatto/a a te sono:

  • La tariffa. Oltre al prezzo orario, puoi verificare se l'insegnante propone un pacchetto di piĂą ore, o altre tariffe speciali.
  • La distanza da casa tua.
  • L'esperienza dell'insegnante e la sua formazione in relazione al livello ricercato; per ogni necessitĂ  esiste l'insegnante adatto/a!
  • Le raccomandazioni dei/delle vecchi/e allievi/e.

Vedrai che seguendo questi criteri, trovare il/la maestro/a ideale sarĂ  semplicissimo

♟ Per quale ragione scegliere le lezioni di scacchi a Padova?

Gli scacchi sono tra i piĂą antichi giochi del mondo. Si stima che siano nati in India intorno al VI secolo d.C., e che siano diventati popolari in Europa intorno all'XI secolo.

 

Tante sono le persone che sottovalutano la difficoltà degli scacchi, convinte che basti conoscere qualche regola e avere un po' di fortuna per ritenersi dei giocatori esperti. Ovviamente le cose non stanno così: gli scacchi richiedono un buon numero di competenze tecniche e una grande capacità di ragionamento logico.

 

Contrariamente a quello che pensano in molti, i corsi privati di scacchi non si rivolgono solo a coloro che partecipano ai tornei e che conoscono giĂ  le strategie di base, ma anche a chi ancora non distingue la torre dall'alfiere.

 

Che cosa aspetti a metterti in contatto con i/le nostri/e insegnanti di scacchi a Padova?

Vuoi imparare Scacchi a Padova?

Potrai scegliere tra moltissimi insegnanti di Scacchi di talento!

Visualizza piĂą insegnanti Inizia subito

I nostri consigli per imparare questo gioco con un bel corso di scacchi

Lezioni di scacchi a Padova: la cura per gli over 50

Origini e destino del gioco degli scacchi

Qualunque sia il tuo livello nel gioco popolare degli scacchi, certamente ti interesserĂ  sapere che le sue origini sono assai lontane nel tempo.

L’odierno circolo scacchistico, presente in ogni sito del mondo, affonda le sue radici nientepopodimeno che nell’antico Egitto!

Sebbene non ci siano giunte informazioni circa la posizione dei pezzi e le regole del gioco degli scacchi di quel tempo, partire dalle origini di questa attività ludica e pedagogica, ci consente di studiare l’evoluzione dei tornei, la diffusione di una scuola popolare degli scacchi, percorrendo medio oriente, occidente, fino a giungere all’avanguardistico caso del corso completo di scacchi online!

L’India è, a sorpresa, il continente in cui il gioco degli scacchi, con alcune regole simili a quelle accettate oggi dalla Federazione Scacchistica Italiana, risulta poi essersi diffuso rapidamente.

L’Antica Persia, ove linguisticamente venne elaborata l’espressione “scacco matto” (tradotta da “Shah Mat”, che significa “il re è sconfitto”), è il terzo sito in cui ci risulta documentata e certa questa attività di gioco che è l’arte degli scacchi.

Sul web o in presenza: l’importante è imparare e giocare a scacchi

Per quanto riguarda il gioco degli scacchi, così come oggi è praticato al Campionato italiano di scacchi o presso la sede di ogni associazione dilettantistica di scacchi (a Padova come a Palermo), esso sopraggiunse in Europa solo in seguito. E non venne mai meno, diffondendosi in Italia, dal Friuli Venezia Giulia, al napoletano (con la Scuola popolare di scacchi), passando per il Circolo scacchistico rodigino, come per il Club italiano di scacchi. Tra un campionato scacchistico a Marostica ed un ciclo di lezioni di scacchi a Padova, passando per un torneo scacchistico in città ultra frettolose come Milano, questa attività a contenuto altamente cerebrale ha percorso molta strada ed attraversato tutte le epoche.

Oggi, chiunque voglia prendere lezioni di scacchi a Padova come a Cerveteri, può semplicemente cercare un insegnante di sacchi, tramite sito web, per chiedere di effettuare un’iscrizione a corsi online oppure prendere lezioni private ad ogni livello, con insegnanti volontari o professionisti a pagamento.

Se, un tempo, il gioco degli scacchi entrava a far parte del percorso formativo della scuola casa o delle lezioni dispensate da un precettore in tutte le materie, oggi sta ai genitori recuperare questa attività e spingere perché venga scoperta dai piccoli a casa, a scuola o presso un circolo scacchistico nella città più vicina.

L’attività del gioco degli scacchi

Un corso completo di scacchi, si tenga online, sia dispensato in famiglia, o tramite lezioni e corsi di insegnanti di una scuola popolare di scacchi, prevede alcune conoscenze di partenza:

  • La scacchiera è la tavola composta da caselle bianche e nere (64 in totale), su cui ogni pezzo ha una sua posizione di partenza e può compiere un determinato tragitto. Essa verrĂ  posizionata in modo che ogni giocatore veda in basso, alla propria destra, la casella bianca.
  • La partita è condotta tra due giocatori, bianco e nero.
  • Ogni giocatore può manovrare Re, Regina, Alfiere, Cavallo e Torre, oltre ai pedoni.
  • Quando un pezzo, seguendo la regola che riguarda il suo cambio di posizione, raggiunge una casella occupata da un altro pezzo, avviene la cosiddetta cattura di quest’ultimo (che verrĂ  rimosso dalla scacchiera).
  • L’obiettivo di ogni giocatore, nella partita, è quello di dare scacco matto al Re, ossia di rendere impossibile ogni suo movimento, vincolandolo via via a restare bloccato nella posizione in cui viene a trovarsi.

Benefici allargati del gioco degli scacchi

Sappiamo che ogni attivitĂ  cerebrale aiuta a combattere pigrizia, iperattivitĂ , invecchiamento e demenza.

Ebbene, per quanto riguarda il gioco degli scacchi, è dimostrato che, oltre alla funzione pedagogica che quest’attività ludica svolge proficuamente nei confronti dei bambini che vanno a scuola, sono anche gli over cinquanta a beneficiare di effetti decisamente positivi.

La plasticità fisiologica del cervello, che dopo questa età tende a ridursi, risulta essere mantenuta ben attiva, in chi si dedica al gioco degli scacchi online o presso un circolo di scacchi in presenza. Partecipare ad un torneo, incontrare e sfidare altri giocatori presso un’Università popolare degli scacchi, poi, ha molteplici benefici. Si resta attivi, in relazioni sociali costanti, ci si applica a reperire strategie, a richiamare alla memoria le regole degli scacchi, a mantenere il controllo emotivo, ad attivare ancora la working memory.

All’atto pratico, un giocatore di livello intermedio, attiva entrambi gli emisferi del cervello, per svolgere la sua attività di gioco e riportare una vittoria ad un torneo di scacchi. La memoria visuo-spaziale, come il problem solving in ambito spazio-temporale, sono risaputamente migliori nei giocatori di scacchi, che non in tutti gli altri over 50.

Del resto, il campione più popolare di scacchi, degli anni Venti, Lasker, riuscì a giocare in simultanea cinque partite ed il russo Alekhin vinse 22 partite giocando su ben 28 scacchiere contemporaneamente.

Se non è eccellenza cerebrale questa….

Vantaggi dell’iscrizione ai corsi di scacchi e strategie cerebrali

Partire da un livello base e poi, tramite corsi, lezioni e dei buoni insegnanti di scacchi online o in presenza progredire fino ad un livello avanzato consente di osservare un’evoluzione sensazionale nella propria attività cerebrale. Sono diverse, infatti, le aree chiamate in causa nelle prime lezioni con un insegnante, da quelle attivate poi, ad un livello avanzato, per dare lezioni a terzi o vincere tornei o un campionato.

All’inizio, ogni giocatore deve:

  • capire la situazione,
  • memorizzare le regole,
  • scoprire le possibilitĂ  da attivare ad ogni inedita mossa e posizione dei pezzi dell’altro giocatore.

Ciò domanda l’attività di determinate connessioni neurali. In seguito, interiorizzate le regole del gioco degli scacchi, fatta molta esperienza sulla scacchiera, il giocatore esperto richiamerà in memoria dettagli e soluzioni di partite passate, avrà maggiore creatività e spazierà nella ricerca di soluzioni, irrorando determinate altre zone del cervello.

I benefici per la salute cerebrale e organica generale sono enormi. Ecco perché tanto l’evoluzione dei giocatori principianti, quanto la pratica assidua dell’attività scacchistica da parte di esperti ed attempati giocatori o insegnanti risultano tra i modi per prevenire o rallentare invecchiamento, decadimento cognitivo, depressione, isolamento, sfiducia in se stessi e perdita di motivazione.

Che cosa vuoi imparare?