Pagina iniziale
Dare lezioni
,
Cerca vicino a casa mia Online

Top ville

Pagina iniziale
Dare lezioni
Eccellente
commenti

La nostra selezione di insegnanti privati/e di scacchi a Bologna

Visualizza piĂą insegnanti

5,0 /5

Il voto medio dato ai/alle nostri/e insegnanti di scacchi a Bologna è di 5,0 con più di 5 commenti.

16 €/ora

Le migliori tariffe: il 100% dei/delle nostri/e insegnanti offre la prima ora di lezione. In media, le lezioni di scacchi a Bologna costano 16€.

15 h

Veloci come saette, i/le nostri/e insegnanti ti rispondono in 15h.

Imparare non è mai
stato così semplice

2. Organizza le tue lezioni private di scacchi a Bologna

Parla con l'insegnante di scacchi per condividere le tue necessità e disponibilità. Programma le lezioni di scacchi e pagale in tutta sicurezza attraverso la chat Superprof. Imparare a giocare a scacchi a Bologna non è mai stato così divertente!

3. Vivi nuove esperienze

Il "Pass Alunno" ti consente l'accesso illimitato a tutti/e gli/le insegnanti, coach, maestri/e alle masterclass di Scacchi a Bologna, o in altre cittĂ , oppure online, per 1 mese. Un mese intero per scoprire nuove passioni.

Le domande piĂą frequenti:

💸 Qual è il valore medio di un/una professore/essa di scacchi a Bologna?

A Bologna, come nelle altre città, il costo di un corso privato di scacchi può variare a seconda:

  • Dell'esperienza dell'insegnante di scacchi.
  • Il luogo in cui avverranno i corsi: a casa dell'allievo/a, a casa del/della professore/essa, a distanza o in un altro luogo, come un'associazione o uno spazio all'aperto?
  • La costanza e la continuitĂ  dei corsi privati.

 

Confronta i prezzi degli/delle insegnanti vicino a casa tua con una semplice ricerca su Superprof.

✍🏻 Su Superprof, qual è stato il voto medio ricevuto dai/dalle nostri/e insegnanti di scacchi a Bologna?

i/le maestri/e di scacchi di Bologna hanno ricevuto un totale di 5 valutazioni e il voto sulla media globale è di 5,0 /5. Non male, no?

 

Dietro Superprof c'è un'equipe disponible dal lunedì al venerdì per aiutarti a risolvere eventuali problemi. Puoi contattarci per telefono o via mail.

 

Per ulteriori dubbi, puoi consultare le nostre domande frequenti, dove rispondiamo ai dubbi piĂą frequenti.

 

Puoi contattarci via telefono o per mail.

💻 Se trovo un/una maestro/a di scacchi perfetto/a per quello che cerco ma è in un un'altra città, possiamo fare le lezioni a distanza?

Certamente! La maggior parte dei/delle nostri/e insegnanti, oltre a dispensare lezioni presenziali, propongono corsi via webcam.

 

Le lezioni online sono più economiche rispetto a quelle faccia a faccia perché non ci sono supplementi di spostamento e sono più flessibili con l'orario perché si risparmia il tempo del tragitto.

 

Le lezioni di scacchi online sono un'ottima opportunitĂ  per coltivare il proprio talento. Ti basterĂ  avere un computer, una connessione a internet e la tua scacchiera fisica o virtuale a portata di mano!

🧑‍🏫Ci sono maestri/e di scacchi disponibili per impartire lezioni private di scacchi a Bologna?

A Bologna e dintorni ci sono 6 maestri/e di fotografia disponibili per insegnare fotografia.

 

I criteri che dovresti tenere in conto per selezionare l'insegnante piĂą adatto/a a te sono:

  • La tariffa. Oltre al prezzo orario, puoi verificare se l'insegnante propone un pacchetto di piĂą ore, o altre tariffe speciali.
  • La distanza dal tuo domicilio.
  • L'esperienza dell'insegnante e la sua formazione in relazione al livello ricercato; per ogni allievo/a esiste l'insegnante adatto/a!
  • Le opinioni degli/delle ex allievi/e.

Vedrai che seguendo questi criteri, trovare il/la maestro/a ideale sarĂ  semplicissimo

♟ Per quale motivo scegliere lezioni di scacchi a Bologna?

Gli scacchi sono tra le attivitĂ  ricreative piĂą antiche del mondo. Si stima che siano nati in India intorno al VI secolo d.C., e che siano diventati popolari in Europa intorno all'anno 1000.

 

In molti sono però erroneamente convinti che per giocare a scacchi basti conoscere le regole di base ed essere baciati dalla fortuna. In realtà le cose sono molto più complesse: gli scacchi richiedono una serie di competenze, oltre che una grande rapidità di calcolo e di pensiero. Se sei sempre stato/a attirato/a dal mondo della logica, prendere qualche lezione di scacchi potrebbe davvero aiutarti a sviluppare strategie per gareggiare a livello agonistico.

 

Le lezioni private di scacchi sono indicate non solo per chi si sente negato, ma si rivolgono anche a coloro che, pur avendo già un buon bagaglio di conoscenze ed esperienza, vogliono sviluppare nuove strategie di gioco. Che tu voglia solo riuscire a battere familiari e amici o competere in tornei internazionali, un insegnante di scacchi potrà darti tutti gli strumenti per aiutarti a raggiungere il tuo obiettivo.

 

Che cosa aspetti a entrare in contatto con i/le nostri/e insegnanti di scacchi a Bologna?

Voglia di iimparare?

Potrai scegliere tra moltissimi insegnanti di talento!

Visualizza piĂą insegnanti Inizia subito

Corso di scacchi: i nostri consigli per imparare tutte le mosse

Il Tempio italiano degli scacchi a Bologna

Se vivi nella splendida città di Bologna, passeggiando sotto ai portici e percorrendo le viuzze del centro storico più suggestivo d’Italia, avrai forse già scoperto cosa si trova in via Gobetti 52: nientepopodimeno che l’unica libreria italiana specializzata nel gioco degli scacchi!

In Europa, le librerie di questo tipo sono solamente quattro, contando la nostra. Ciò rende ancora più magica l’atmosfera di questo affascinante tempio degli scacchi a Bologna, dal suggestivo nome le Due Torri.

La Torre della Garisenda e quella degli Asinelli, a Bologna, hanno fatto sì che spesso questo nome fosse inflazionato, per attrarre clienti ed avventori verso locande, ristoranti, bar e quant’altro.  Addirittura un’impresa di pulizie, porta questo stesso nome!

Ma la libreria ha il primato cronologico, dato che esiste dal lontanissimo 1892. Assai legittimo, allora, nonostante il cambio di sedi, che essa si chiami ancora oggi Le due torri, pur trovandosi ormai in periferia (guarda caso, comunque, ai piedi di un’altissima ciminiera).

Col tempo, poi, il circolo Le due Torri è divenuto casa editrice, compito meritevole, dato che produrre e pubblicare testi sugli scacchi è assai macchinoso. Ogni schema di gioco va ricontrollato più e più volte, dati il rischio di errori e la necessità di estrema precisione. Questa casa editrice, a differenza delle poche altre specializzate in scacchi in Italia, si propone di diffondere testi scritti in italiano, oltre che traduzioni.

Un’élite culturale: la filosofia degli scacchi a Bologna

La libreria di Bologna, oltre ad avere lanciato un’attività editoriale assai coraggiosa, ha al contempo intrapreso la vendita in rete, con tanto di spedizione, già dal lontanissimo 1996! Ciò mostra quanto una passione così specifica tenda, da subito, a volersi appoggiare al trend internazionale e mondiale dello scambio tra appassionati.

Non è un caso, allora, se in negozio si trovano moltissimi testi scritti in altre lingue: teniamo conto che Francia e Germania sono all’avanguardia, come numero di scacchisti e cultori esperti di scacchi!

Il set scacchiera e chess (il termine inglese per gli scacchi) rappresentato su un testo, del resto, parla da sé, all’amante del gioco. Costui non avrà dunque problemi a seguire gli schemi di gioco anche su testi in altre lingue.

Inoltre, il cervello di uno scacchista è particolarmente elastico: egli nemmeno nota, a volte, che il libro che tiene in mano è scritto in un’altra lingua. Le strategie e gli schemi di gioco … “gli parlano”, al di là di ogni barriera semantica.

Al tempio degli scacchi di Bologna, però, si va ancora oltre. Ed infatti, col tempo, la libreria ha iniziato a proporre non solo riviste specifiche e monografie sugli scacchi (tattica, strategia, basi, storia, biografie). Vi si vendono anche testi di filosofia e spiritualità. Selleri, il fondatore e responsabile, racconta di avere iniziato ad introdurre questo settore allargato, proponendo il libro Un mistero in bianco e nero – la filosofia degli scacchi. In seguito, il passo è stato breve, per proporre un’intera collana legata al simbolismo degli scacchi.

Gli amanti del nobil gioco sono individui riflessivi, che si pongono di fronte temi e problematiche di ampio respiro, su cui ragionare e da cui prendere spunto per le azioni quotidiane.

Giocare a scacchi è un po’ allenarsi, in piccolo, a vivere in società…

Apprendere che pezzi diversi detengono potere diverso e fanno correre agli altri rischi diversi, infatti, è come allenarsi a sapere sempre, interagendo con altri cittadini, che ognuno si situa diversamente sulla scala sociale, rispetto alla distribuzione del potere, delle risorse, del potenziale latamente inteso. Non tutti possiamo puntare a vincere da soli. Ma possiamo allearci, utilizzare della forza lavoro come quella dei pedoni, a patto di saperla gestire. Ognuno di noi deve difendersi e si trova a dover difendere qualcosa o qualcuno. Come si valuta il modo migliore per farlo?

Ecco: gli scacchi abituano a pensare entro questo insieme di limiti e possibilitĂ , insegnano a considerare con minuzia ogni aspetto, ogni rischio, insegnano il coraggio di sfidare, senza andare oltre la ragionevolezza.

Questo, in un certo senso, è ciò che potremmo intendere come spiritualità insita nel gioco degli scacchi: abilità di meditare sui dati noti, su quelli imprevedibili, per attuare scelte opportune e possibilmente di successo.

Scacchi e cervello

Naturalmente, come insegna il filosofo, “spirito” evoca “mente” … e mente evoca “cervello”.

In un attimo, convochiamo le neuroscienze, quando ci addentriamo nel gioco degli scacchi.

Valutare strategie, assorbire e memorizzare mosse e tattiche, infatti, fa lavorare al contempo i due emisferi: ecco una delle altre particolaritĂ  del gioco.

Il pensiero logico ed il pensiero astratto sono entrambi mobilitati, durante una partita. L’emisfero cerebrale sinistro è responsabile della composizione logica, nonché delle catene di sequenze. L’emisfero destro, invece, governa la modellizzazione, la creazione di situazioni possibili.

La memoria è particolarmente stimolata, nei giocatori di scacchi. Da un lato, costoro adoperano la memoria a lungo termine, che consente di rievocare le regole apprese. Dall’altro, essi attivano la memoria operativa, dato che si servono di informazioni visive, digitali, cromatiche.

Prevedere l’evolversi degli eventi, calcolare le possibilità, sapere di conseguenza prendere delle decisioni è il grosso lavoro che solo gli scacchi consentono di effettuare ad un altissimo livello.

Pensiamo che in sole trenta partite un giocatore stimola al meglio un grandissimo numero di facoltĂ !

Gli scacchi per educare

Ovviamente, dati i grossi vantaggi del gioco degli scacchi nello sviluppo intellettuale degli individui, non si può sottovalutare il loro potere benefico in termini educativi, oltre che salutistici.

Il bambino che scopre gli scacchi in tenera età apprende a concentrarsi, a stare calmo per ragionare, a controllare le emozioni, ma anche ad escogitare strategie, a voler vincere e a perdere correttamente. Ecco perché molti paesi prevedono un’ora obbligatoria di scacchi alla settimana!

Giocare a scacchi, oltre ad aiutare lo sviluppo di strategie di problem solving, si rivela un potente fattore per accrescere l’autostima. Il fatto che un bambino scopra come pianificare delle azioni con successo lo induce a sentirsi sicuro. E ciò è stato riscontrato anche a livello delle relazioni sociali. Lungi dallo stereotipo dello scacchista geniale e solitario, oggi molti bambini che amano gli scacchi, analizzati sul piano delle competenze sociali e relazionali, risultano: proattivi, ottimisti, creativi, in grado di prendere l’iniziativa anche in amicizia.

Insomma: una vera panacea, questo gioco di scacchiera, se insegnato nel modo opportuno e sempre secondo il volere dei piccoli.

Il bambino che scopre come non essere più iperattivo, si sente già appagato nel comprendere che è in grado di restare concentrato diversi minuti, di mantenersi seduto, attento e calmo. Questo è uno dei motivi per cui il gioco degli scacchi sarebbe da proporre ad ogni individuo in tenera età, salvo poi lasciare che la crescita porti ognuno a scegliere giochi e sport autonomamente.

Convinto a mettere tuo figlio davanti alla scacchiera in legno o ad una plastic chess?

Un set completo di pezzi e scacchiera style potrebbero essere il prossimo regalo indovinatissimo, per lui. E chi lo sa, potresti vederlo presto partecipare ad un campionato provinciale, al campionato regionale dell’Emilia Romagna o, addirittura, ad un torneo giovanile a Roma, campione di una gara internazionale!

Pieghevole o di pietra, la prossima scacchiera che vedrai, di certo metterà la pulce nell’orecchio. E, se vorrai potrai accompagnare tuo figlio in questo fantastico viaggio tra “nero” e “bianco”, potrete giocare tra di voi, in casa o andare ad assistere a tornei e frequentare un’accademia della scacchiera o dei circoli del gioco degli scacchi in tutta l’Emilia Romagna, così come a Milano, Torino o Palermo, dove si tengono tanti memorial, giornate di promozione o tanto altro. Non te ne pentirai e riscoprirai il piacere del gioco, come quando eri bambino.

Che cosa vuoi imparare?