Un anno importante come quello della maturità impone dei ripassi periodici sapientemente organizzati. Qualsiasi sia la materia (latino, greco, italiano, matematica, ragioneria, estimo, chimica, …) e qualsiasi sia la ragione dello studio (preparazione per un’interrogazione o per un compito in classe o preparazione all’esame di stato), lo studio e il ripasso devono accompagnare la giornata dello studente del quinto anno che voglia concludere l’esperienza scolastica nel migliore dei modi possibile.

Ma quando si tratta di scrivere dei riassunti e fare degli schemi delle lezioni, di riprendere in mano dei compiti in classe e di ripassare efficacemente, non tutti gli studenti riescono ad essere organizzati, né tantomeno sufficientemente motivati.

Per fortuna, però, oggi, c’è uno strumento che può supportare i ragazzi nel loro studio e ripasso a casa: stiamo parlando dello smartphone, un oggetto che tutti o quasi i ragazzi del quinto anno di scuola superiore hanno già da parecchio tempo e che porta con sé più di qualche aspetto positivo.

Le funzioni dello smartphone sono talmente tante, infatti, che è difficile immaginare che non possa sostenere uno studente nelle attività scolastiche. Insomma, grazie al tuo telefonino potresti anche non avere più bisogno di uscire di casa, per andare a seguire lezioni private di chimica o di greco.

Se la questione ti intriga e vuoi saperne di più, continua la lettura di questo articolo!

I migliori insegnanti di Aiuto compiti disponibili
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (37 Commenti)
Daniele
15€
/h
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Prima lezione offerta!
Marianna
5
5 (5 Commenti)
Marianna
19€
/h
Prima lezione offerta!
Paolo
4,9
4,9 (8 Commenti)
Paolo
22€
/h
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (37 Commenti)
Daniele
15€
/h
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Prima lezione offerta!
Marianna
5
5 (5 Commenti)
Marianna
19€
/h
Prima lezione offerta!
Paolo
4,9
4,9 (8 Commenti)
Paolo
22€
/h
1a lezione offerta>

Quali sono le migliori app per aiutare i ragazzi a studiare?

Questa è forse la prima domanda da porsi, quando si sia alla ricerca di consigli su come e dove ripassare in vista della maturità: quali sono le migliori app da scaricare? Sono talmente tante, quelle disponibili sugli store online di Google e di iOS, che non si sa proprio quali pesci pigliare…! Ed effettivamente, online si trova tutto e il contrario di tutto; quindi, scegliere correttamente diventa sempre più fondamentale. Dato che l’app sarà a tutti gli effetti uno strumento di lavoro, devi sapere quale stai per scegliere e come utilizzarla.

Alla base, è fondamentale scegliere l'applicazione giusta per il tuo obiettivo.
Sono tantissime le app che ti consentono di ripassare il programma d'esame!

Qualsiasi sia il tuo livello, l’anno di studi o il tuo obiettivo, puoi trovare un sacco di proposte, tutte interessanti, da scaricare e da visualizzare sul display dello smartphone. Tra queste, alcune delle più interessanti sono:

  • SnapSchool: un’applicazione collettiva, che ti consente di postare una foto di un compito o di un esercizio da svolgere e di ottenere rapidamente la risposta dalla vasta e attiva comunità di riferimento. Gli utenti dell’app sono motivati ad aiutarti, dato che ogni risposta viene premiata con un gettone, mentre quella migliore e più completa otterrà tre gettoni;
  • Numberland: un’applicazione che integra la metodologia Montessori per l’insegnamento della matematica ai più piccoli (quindi, non indicata per chi debba portare matematica alla maturità!), per la precisione dai 3 ai 5 anni;
  • DragonBox Big Numbers: come la precedente, con la differenza che scaricare quest’app ti costerà 8,99€; ottima per familiarizzare i più piccoli con il mondo dei numeri e della matematica, facendo sembrare lo studio un gioco;
  • Memrise: torniamo alle applicazioni per grandi; in questo caso, siamo nell’ambito delle lingue straniere. Quelle a disposizioni sono ben 42, quindi ben più delle classiche e maggiormente studiate;
  • The History of Everything – History Timeline – Civilizations: sono queste le migliori app per lo studio e il ripasso della storia, con schede e informazioni interessantissime, con cui integrare il programma ministeriale di storia;
  • … e tante altre ancora!

Perché mai ripassare con l’aiuto di un’applicazione?

Sembra ovvio che un’applicazione, nemmeno la migliore, non rimpiazzerà mai il professore del liceo, quello delle scuole medie o il maestro delle scuole elementari. Tuttavia, nel quadro dei ripassi, i display non sono poi tanto male e possono svolgere egregiamente il loro lavoro; anzi, sono tanti gli aspetti positivi che lo studente potrà notare, utilizzando smartphone e app per ripassare.

Vantaggi che, partendo dalla storia e geografia e arrivando alla matematica, passando per il greco e la ragioneria, riguardano ogni disciplina di studio a scuola. In particolare, sono sei gli aspetti positivi su cui concentrarsi:

Quello che non riesci a trovare sui libri e sugli appunti, lo troverai senz'altro navigando online o con una delle tante app disponibili.
La triade perfetta per studiare: libri, appunti e smartphone!
  1. Le app sono pratiche per creare delle schede riassuntive o degli schemi: sono leggere e puoi portarle ovunque, molto più facilmente di uno zaino pieno di libri e quaderni;
  2. In ogni app per lo studio e il ripasso c’è sempre un aspetto ludico, che consente al ragazzo di prepararsi all’esame, all’interrogazione o al compito scritto, senza nemmeno accorgersi (o quasi) dello sforzo cui si sta sottoponendo;
  3. Se si escludono gli abbonamenti a pagamento, le app che scarichi sullo smartphone sono molto più economiche (a volte gratuite) anche di un solo paio di lezioni private con un professore in carne ed ossa;
  4. Le app mobili consentono di risparmiare tempo nel ripasso, dato che vanno diritte allo scopo, senza perdersi in altro modo. Un mezzo intuitivo di studiare e ripassare, durante le vacanze e durante il periodo scolastico;
  5. Le app consentono allo studente di diventare più autonomo, dato che, in assenza di professore privato, il ragazzo deve sbrigarsela da solo, gestendo, tra le altre cose, il calendario del ripasso;
  6. La struttura e l’organizzazione delle app danno … dipendenza, nel senso che favoriscono il desiderio di imparare. In effetti, alcune applicazioni sono delle miniere di cultura, che, in abbinata a design accattivanti, possono aprire la strada ad una preparazione migliore.

Se stai cercando i probabili temi della prossima maturità, forse li potresti trovare su una delle tue app: chi lo sa? Per il momento, ripassa efficacemente con il tuo smartphone e le app che vi hai scaricato sopra!

Come ripassare efficacemente per mezzo delle applicazioni mobili?

Scuole elementari, scuole medie, scuole superiori ed esame di maturità (ma anche esami universitari, perché no?): i ripassi sono fondamentali per arrivare preparati al momento fatidico delle interrogazioni o degli orali. Anche se, fino ad ora, abbiamo parlato dell’efficacia delle applicazioni mobili nell’aiutare i ragazzi a ripassare, è altrettanto importante sapere come ripassare, come utilizzare queste app per lo studio.

Anche se dovesse sembrarti di perdere tempo, il fatto di non studiare e non pensare alla scuola di tanto in tanto, ti darà una marcia in più al momento di riprendere.
Metti sotto lucchetto smartphone e libri: è importante riposarsi, di tanto in tanto!

In primo luogo, devi essere in grado di scegliere correttamente le applicazioni da scaricare. Questo per evitare di disperderti oltre misura e rendere così i ripassi inutili o una vera e propria perdita di tempo. In secondo luogo, è importante prendere in conto il carattere mobile di un’applicazione. Perché non approfittare di tutti i momenti disponibili nel corso della giornata per servirsene? Un momento di traffico, il tragitto in bus, una coda al supermercato, …!

Per contrastare momenti di pigrizia, poi, devi fissare precisamente i momenti della giornata in cui studiare (che si andranno, ovviamente, a sommare a quelli che riuscirai a rubare qui e là). Prendi, per esempio, dieci minuti al giorno, collocati dove meglio credi, in cui sei certo che ricaverai il programma di esame con la tua applicazione mobile. Insomma, lo studio con lo smartphone dovrà diventare un rituale!

Allo stesso modo, è essenziale capire le potenzialità delle applicazioni per lo studio e il ripasso, in modo da potertene servire nel migliore dei modi possibili. In effetti, le app non rimpiazzano le lezioni in classe, né i manuali e devono essere utilizzate come un complemento di studio. Un complemento molto valido, certo, ma pur sempre un complemento.

Infine, per ripassare efficacemente, abituati a non lasciarti deconcentrare dal supporto stesso che utilizzi per studiare, ovvero lo smartphone! Disattiva subito le notifiche relative a social network, mail, messaggi, etc. Per studiare con il telefonino, siediti alla tua scrivania (proprio come se stessi studiando su dei libri di testo) e cerca di essere il più regolare e metodico possibile. La regolarità ti ripagherà sempre dei tuoi sacrifici.

Come ripassare per la maturità sul tuo smartphone?

Eh già, proprio come l’esame di guida per ottenere la patente, anche quello di maturità, da sempre, è un passaggio obbligatorio per tutti o quasi. Ma studiare e ripassare con lo smartphone è, invece, una specificità tipica di questa epoca digitale, una novità della nostra era.

Ma attenzione: per farlo con successo e con brio, devi capire a fondo che metodo seguire per il tuo ripasso. In primo luogo, tutti devono capire che il supporto usato per lo studio è anche una forte tentazione alla distrazione. Tu dovrai dedicarti al ripasso con tutto te stesso, evitando di chattare, telefonare, navigare, …

Allo stesso modo, scegliere le app pensate appositamente per la maturità è la cosa migliore che tu possa fare. In questo modo, gli insegnamenti, gli esercizi, i programmi, le schede riassuntive saranno adattate al tuo scopo e non saranno genericamente riferite allo studio scolastico. Consoliderai la tua preparazione, grazie alle app che faranno da complemento ai libri di testo e agli appunti.

Potrai impostare delle notifiche che ti vvisino quando è giunto il momento di studiare cosa.
Programma giorno per giorno il tuo ripasso; ma fallo con lo smartphone!

Lo smartphone, infatti, non fa tutto e non costituisce il supporto unico per il ripasso. Devi equilibrare, dosare l’uso che ne farai.

In funzione della sua memoria, il telefono disporrà anche di altre funzioni, le quali potranno risultare particolarmente utili allo scopo: registratore per riascoltarti dopo aver ripetuto la lezione, la presa di appunti, per note utili a qualsiasi scopo; un calendario per pianificare i ripassi.

Infine, non dimenticare che per ripassare bene il programma di maturità sul telefono, dovrai anche dedicare del tempo a te stesso, disconnettendoti e spegnendo lo smartphone.

Bisogno di un insegnante di Aiuto compiti?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 1 vote(s)
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura