Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Corso di italiano: come prepararsi alla prima prova

Di Catia, pubblicato il 25/06/2018 Blog > Sostegno Scolastico > Italiano > Superare Bene la Prova di Italiano alla Maturità

La prova di italiano agli esami di maturità è il primo test che apre un momento molto importante e temuto nella vita di ogni studente delle superiori.

Gli esami di maturità, come siamo ancora abituati a chiamarli, sono infatti l’esame conclusivo delle scuole superiori che a giugno di ogni anno tengono col fiato sospeso circa 500 mila studenti.

Per superarli al meglio è bene cominciare a lavorare per tutto l’anno, se non prima.

La prova di italiano è in comune a tutti gli indirizzi di studio, mentre la seconda prova riguarda la materia principale dell’indirizzo scelto e la terza è quella multidisciplinare.

Comi si fa a prepararsi al meglio alla prima prova di italiano?

Alcuni consigli utili per la prima prova di italiano

  • La preparazione per la prima prova dell’esame di stato comincia in classe: ascolta bene durante la lezione di italiano, prendi appunti, non esitare a fare domande e, in caso di assenza, assicurati di rimetterti a pari con il programma.

 

Chieere è il modo migliore per colmare le tue lacune in vista della prova di italiano alla maturità. Se partecipi attivamente in classe è più facile prepararti alla prima prova di italiano!

  • Quando torni a casa rimettiti subito al lavoro;
  • Anticipa le verifiche: ripassa sempre la lezione del giorno e completa i compiti da fare a casa;
  • Fa degli schemi: è una tecnica che ti permette di memorizzare e sintetizzare le idee per acquisire le nozioni fondamentali;
  • Appena possibile, rivedi gli esercizi di analisi del testo per entrare nella logica di quello che ti verrà chiesto all’esame;
  • Non esitare a usare tutti i mezzi a tua disposizione: consigli dei tuoi insegnanti, ripetizioni di italiano, libri e e-book, quiz su internet, vecchie prove di esame per capire la tipologia di domande che vengono fatte durante la prima prova di italiano;
  • Ripassa il programma di italiano periodicamente.

Prima lezione di italiano: riposarsi bene per la prova

La prima prova delle medie e delle superiori, ossia quella di italiano, suscita sempre una forte emozione per non dire stress, perché è quella che apre gli esami di stato.

E’ importante imparare a rilassarsi per arrivare sereni al gran giorno.

Alterna dei momenti di studio a momenti di riposo per arrivare rilassato alla prima prova della maturità. Un po’ di relax prima degli esami non può che farti bene!

Qualche giorno prima degli esami potresti provare a fare degli esercizi di respirazione e un po’ di stretching.

Alcune tecniche di meditazione possono esserti d’aiuto in un momento così stressante.

Raccomandazioni pratiche per l’esame di italiano

Per preparare la prova di italiano alla maturità è fondamentale sapere di cosa si tratta.

Più familiarizzi con le formalità di questa prova, più sarai in grado di fare attenzione ad alcuni dettagli e concentrarti sul contenuto e sulla forma. Lo stesso vale per la prova Invalsi alle superiori o alle medie.

Convocazione all’esame

Il giorno della prova viene fissato dal Ministero per l’istruzione, l’università e la ricerca, Miur ed è lo stesso per tutti gli istituti scolastici. Gli studenti ammessi alla prima prova devono avere con sé un documento valido di identità.

Fai attenzione agli elementi che incidono sull’ammissione all’esame:

  • La media dei voti, ossia il tuo rendimento scolastico
  • Il voto in condotta, quindi il tuo comportamento durante l’anno
  • Le assenze, ossia la costanza nel frequentare la scuola

La durata della prima prova

La prova di italiano dura 6 ore, e non è possibile consegnare lo scritto prima delle 3 ore.

Ovviamente, non è possibile usare il cellulare durante la prova, ma puoi portare con te un orologio da polso e monitorare il tempo. Ricordati di lasciare sempre un po’ di tempo per rivedere quanto hai scritto prima della consegna.

Conoscere lo svolgimento della prima prova fa parte della preparazione per gli esami di maturità. Come si svolge la prima prova di italiano agli esami di stato?

La scelta delle tracce di italiano

La prima prova di maturità ti permette di scegliere tra quattro tipologie diverse:

  • Tipologia A, analisi del testo:  Ti viene dato un brano di prosa o poesia da analizzare;
  • Tipologia B, saggio breve o articolo di giornale: avrai delle tracce in ambito artistico-letterario, tecnico-scientifico o socio-economico da sviluppare sotto forma di saggio o articolo di giornale.
  • Tipologia C, tema storico: a partire dalla documentazione fornita dovrai sviluppare un tema su un argomento storico.
  • Tipologia D, tema di attualità: il maturando deve svolgere un tema su un argomento proposto dal Miur.

Per capire in anticipo quali saranno le tracce dell’esame di maturità basta seguire alcuni indizi che il Miur fa trapelare durante l’anno con eventi e iniziative per le scuole!

Il dizionario

Il vocabolario di italiano è uno dei pochi strumenti insieme all’acqua, all’orologio e alla calcolatrice scientifica che puoi portare con te agli esami di maturità.

Usalo per arricchire il lessico durante la composizione scritta e per cercare dei sinonimi.

Non dimenticare che molti dizionari hanno anche delle pagine dedicate ai tempi verbali, semmai ti venisse un dubbio controlla le coniugazioni prima di consegnare lo scritto.

Il foglio di brutta copia

Uno dei fogli protocolli che usi durante la prova di italiano ha un’importanza fondamentale: è quello di brutta che ti permette di prendere appunti e organizzare il pensiero prima di cominciare a scrivere.

Usa la brutta per buttare giù qualche idea, organizzarle in maniera logica, stilare l’introduzione e la conclusione alle tracce. Per il tema di analisi del testo potrebbe capitarti uno dei 10 poeti fondamentali per la letteratura italiana!

Quando scrivi in bella fai molta attenzione a maiuscole, minuscole, punteggiatura che non sono affatto dei dettagli, anzi, ti evitano di perdere dei punti inutilmente.

E' bene organizzarsi le idee sul goflio di brutta prima di scrivere la traccia degli esami di italiano. La vera prova scritta la organizzi sul foglio di brutta!

Fai molta attenzione all’ortografia, evita di scandalizzare i commissari con errori di distrazione quando trascrivi il compito dalla brutta alla bella.

Leggibilità

Anche la tua scrittura deve essere irreprensibile: chi corregge il tuo compito non deve perdere tempo a capire la tua calligrafia.

Il compito che presenti ai commissari deve essere chiaro e pulito, anche solo per una forma di educazione nei confronti di chi legge.

I commissari, infatti avranno decine di compiti e non hanno né il tempo né la voglia di mettersi a decifrare eventuali geroglifici.

Il tuo scritto deve essere chiaro, limpido e il messaggio deve essere letto e compreso senza difficoltà per essere apprezzato fino in fondo. La forma non può e non deve inficiare il valore del contenuto.

Prima di consegnare rileggi il testo e correggi gli eventuali errori.

In che modo ripassare per la prima prova di italiano?

Ci sono diversi modi per ripassare il programma di italiano durante tutto l’ultimo anno delle superiori.

I corsi di italiano a scuola

Durante l’ora di italiano presta la massima attenzione. Usa le interrogazioni dei tuoi compagni come un modo per ripassare.

Se hai dubbi non farti scrupoli: chiedi dei chiarimenti al tuo insegnante di italiano. Potresti chiedere anche degli esercizi extra o dei manuali su cui approfondire gli argomenti su cui ancora non ti senti sicuro.

Schede di ripasso del corso di italiano

Le schede di ripasso sono un ottimo modo per cominciare a ripassare italiano per la prova d’esame.

Tutto quello che hai imparato durante l’anno lo puoi sintetizzare organizzandolo per autore, corrente letteraria, figure retoriche, regole basilari dell’ortografia, analisi logica ecc.

Non rileggere le schede tutte in una volta: impara a gestire il tempo e scadenzare il ripasso suddividendo gli argomenti da ripassare in maniera equa.

Le precedenti prove di esame

Il modo migliore per familiarizzare con la prima prova di italiano è esercitarsi sulle tracce degli anni precedenti.

Se ti eserciti a rispondere alle domande d’esame puoi avere un’idea del tuo livello di preparazione.

Sul sito della pubblica istruzione trovi le prove di italiano fino al 2012. Per le versioni più recenti ti basta cercare sui motori di ricerca e nei diversi siti internet dedicati agli studenti.

Se ahi bisogno di chiarimenti sulla prima prova di italiano agli esami di stato consulta il sito del Miur. Niente panico per gli esami di maturità, trovi tutto sul sito del Miur!

Usando le vecchie prove d’esame puoi anche esercitarti sul rispetto dei tempi. Anche se hai 6 ore per fare una traccia a scelta devi comunque giostrare bene il tuo tempo.

Il vantaggio principale delle prove passate è che ti fanno capire la tipologia di domande che vengono fatte e lo stile richiesto dalle tracce.

C’è un solo modo per evitare degli strafalcioni agli esami di maturità: studiare con calma.

Ripetizioni di italiano con internet

Il web è uno strumento che può rivelarsi molto utile per prepararsi e ripassare in vista della prova di italiano agli esami di maturità.

Ci sono diversi siti dedicati a quiz, con domande e riposte rapide.

Altri siti ti offrono delle simulazioni e delle tracce svolte e corrette per poter capire gli errori frequenti.

Le lezioni private per prepararsi alla prima prova di italiano

Se decidi di rivolgerti a una piattaforma per il sostegno scolastico o a un insegnante di italiano privato avrai sicuramente del tempo per prepararti agli esami di maturità.

In effetti l’allievo sarà a tu per tu con l’insegnante e potrà avere un supporto personalizzato e dei consigli preziosi per migliorare in italiano scritto e orale.

Con il suo insegnante di italiano privato l’allievo non dovrà preoccuparsi di essere indietro con gli studi, dello sguardo dei suoi compagni di classe e potrà fare tutte le domande necessarie a colmare le proprie lacune.

L’insegnante privato è lì solo per lui, per almeno un’ora a settimana di corso personalizzato.

Ti stai chiedendo ancora perché prendere delle lezioni di italiano?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar