Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Quando bisogna cominciare a ripassare per la prova di italiano?

Di Catia, pubblicato il 27/06/2018 Blog > Sostegno Scolastico > Italiano > Corso di Italiano: Come Prepararsi in Tempo per la Prova Scritta

Solo studiando regolarmente è possibile ottenere dei buoni risultati agli esami di terza media o di maturità.

Per poter superare la prova di italiano bisogna cominciare a lavorare fin dall’inizio dell’anno.

Durante le vacanze scolastiche è possibile approfondire degli argomenti, fare delle simulazioni di esame e rimettersi a pari con il programma scolastico.

Nel corso dell’anno scolastico si fanno delle simulazioni d’esame a scuola e lo studente è obbligato a ripassare più in profondità. Nell’ultimo trimestre non c’è più scampo: bisogna ripassare giorno dopo giorno.

Per evitare lo stress è fondamentale stilare un calendario a partire dai famosi 100 giorni che separano gli studenti dall’esame di stato. L’organizzazione è la parola chiave per prepararsi agli esami in tutta serenità.

Prendere sul serio il corso di italiano fin dall’inizio dell’anno

Non è un mistero che per superare la prova di italiano alla maturità bisogna studiare quotidianamente, fin dall’inizio dell’anno. Molti studenti perdono tempo, dicendosi che durante l’anno di certo non mancherà l’occasione per prepararsi.

Anche se è sempre possibile recuperare un eventuale ritardo, è fondamentale cominciare ad esercitarsi sull’analisi dei testi e sulla produzione orale per poter sperare di ottenere dei voti più alti.

Il pericolo più grande è quello di ridursi all’ultimo momento…

Studiare con costanza e seguire lezioni di italiano ti permettono di arrivare sereni agli esami di stato. È meglio non essere in ritardo con le lezioni di italiano!

L’insegnante di italiano va avanti con il programma nel corso dell’anno. Dovrai affrontare diversi generi letterari e ti cimenterai con testi di teatro, romanzi, poesie, incluse quelle dei 10 poeti fondamentali di lingua italiana, o anche articoli di giornale.

Ogni genere ha i propri codici, i riferimenti letterari e le opere fondanti. E’ importante per ogni studente, non solo quelli che hanno scelto gli indirizzi umanistici, leggere le opere del programma di italiano.

La lettura ha un ruolo molto importante non solo in classe, ma anche a casa.

A settembre si comincia col perfezionare il metodo di studi che ti porterà alla maturità. Con la buona metodologia lo studente sarà in grado di affrontare qualunque tipo di testo agli esami.

L’importante è prendersi il tempo necessario per capire un testo, inquadrarlo nella sua corrente letteraria e rispondere alle domande della prova correttamente. L’esercizio che si fa durante l’anno è molto importante per migliorare in italiano.

Approfittare delle vacanze scolastiche per rivedere gli appunti di italiano

Le vacanze scolastiche sono un momento di relax e riposo. Tuttavia, l’anno degli esami, bisogna approfittare di questo periodo per colmare le lacune accumulate durante i primi mesi di scuola e rivedere il programma.

Durante le vacanze di Natale o Pasqua puoi organizzare dei gruppi di studio con i tuoi amici presso le biblioteche municipali o universitarie che ti danno la possibilità di consultare tutti i testi di cui hai bisogno per approfondire le opere di un autore o un periodo storico.

Puoi anche studiare a casa, l’importante è che non ci siano fonti di distrazione.

La biblioteca è un posto ideale per rivedere gli appunti di italiano. Ripassa il programma di italiano in un posto tranquillo!

I gruppi di lavoro hanno un duplice obiettivo: sdrammatizzare la prova di italiano e studiare in un clima conviviale e accogliente.

Puoi studiare in gruppo anche per preparare la prova di italiano in terza media.

Potresti esercitarti sulle recenti prove d’esame almeno una volta a settimana dedicando 2-3 ore alla traccia di letteratura. Chiedi a un insegnante di italiano di correggerti il tema!

Gli strumenti per ripassare italiano

Le tracce svolte di italiano che trovi online sono da usare con le dovute precauzioni. Ti sarà capitato di leggere dei temi online e di renderti conto che in realtà sono più spunti e idee piuttosto che una traccia curata. Prova tu stesso a svolgere il tema cominciando con un’introduzione e sviluppando il tuo ragionamento in alcuni punti essenziali, prima di stilare la conclusione.

Durante le vacanze scolastiche puoi anche creare delle schede di ripasso. Ricordati che devono essere dei concentrati di conoscenza e non dei papiri, altrimenti perdono la loro funzione di sintesi.

Riorganizzare gli appunti è un ottimo modo per prepararsi agli esami di italiano. Annota i punti salienti del corso di italiano!

Per esempio, la scheda di un autore deve contenere la sua data di nascita, morte, una breve descrizione della sua vita, le sue opere maggiori con alcune date di pubblicazione e un riassunto delle trame.

Spesso agli esami capita che un candidato, per via dello stress, non riesca a iniziare a scrivere. A volte si può rompere il ghiaccio con una citazione.

Pensa a imparare una citazione al giorno durante le vacanze!

Prendere sul serio le simulazioni d’esame

Le simulazioni della prova di maturità sono molto importanti per i liceali. Sul sito del Miur è possibile trovare le tracce della prima prova di italiano degli anni precedenti, oltre alle altre prove suddivise per indirizzo di studi.

Per la simulazione della prova orale, devi fare affidamento sui tuoi insegnanti. E’ vero che tra i commissari ci sono insegnanti di diverse discipline che possono interagire in ogni momento, ma già con le interrogazioni orali dovresti essere abituato.

Se affronti la simulazione in classe è bene arrivarci preparato e ripassare tutto quello che hai studiato dall’inizio dell’anno.

Puoi rendere il ripasso più interattivo grazie ai test e ai quiz online.

Metti il turbo nell’ultimo trimestre

Se, nonostante le raccomandazioni, un maturando non si è messo a studiare sul serio fin dall’inizio dell’anno, può ancora recuperare nell’ultimo trimestre, a patto che raddoppi gli sforzi.

Per l’esame di maturità o gli esami di terza media è fondamentale non scendere al di sotto della sufficienza, per poter essere ammessi alle prove. Se c’è la giusta motivazione uno studente può recuperare un’eventuale insufficienza in tempo utile.

Le lezioni private spesso sono la soluzione giusta per chi deve ripassare per gli esami. Un insegnante privato accompagna lo studente riprendendo punto per punto tutti gli elementi del programma. Seguire un corso di italiano privato significa assicurarsi un percorso personalizzato.

Se durante l’anno potresti seguire un’ora di lezione a settimana, se ti riduci all’ultimo trimestre dovrai considerare almeno 2 o 3 ore a settimana per rimetterti a pari.

Il panico potrebbe prendere il sopravvento se non studi con costanza per la prova di italiano.

Non sottovalutare lo scritto o l’orale, ma cerca di lavorare su entrambi gli aspetti della lingua.

Un insegnante privato traccia le linee guida per conoscere l’essenziale e rafforzare i tuoi punti deboli senza mai perdere di vista il programma. Con le lezioni private puoi migliorare in italiano!

Fare un calendario per ripassare gli ultimi 100 giorni prima dell’esame

Il conto alla rovescia per i maturandi comincia a 100 giorni dalla maturità quando, in genere, si fa un viaggio prima di buttarsi a capofitto nella preparazione dell’esame.

Nella tua corsa al ripasso è importante ripartire il programma equamente. Non prevedere una giornata con 18 ore di studio e 12 autori da ripassare perché può essere sfiancante, se non impossibile da sostenere.

Puoi recuperare le insufficienze ed essere ammesso agli esami con l'aiuto di un insegnante di italiano a domicilio. Fai un ultimo sforzo per gli esami di maturità!

Un calendario troppo pesante può essere fonte di sconcerto e volerlo rispettare a tutti i costi può generare frustrazione. Una forzatura del proprio ritmo di lavoro ha un effetto controproducente. Nel calendario degli studi si devono prevedere dei momenti di pausa e relax. Quando si studia per troppe ore di fila si ha la sensazione di non aver imparato niente, mentre una pausa al punto giusto può dare un po’ di respiro e lasciar sedimentare gli argomenti.

Non è facile capire qual è il proprio ritmo ideale, l’importante è non sovraccaricarsi e prevedere un po’ di tempo a fine giornata per un ripasso generale.

Nel proprio piano di studi non devono mancare momenti per lo sport e per il sonno. Passare delle notti in bianco significa soffrire poi di sonnolenza durante la giornata e quindi ridurre le tue prestazioni. Una siesta dopo il pranzo potrebbe darti la carica per riprendere a studiare di pomeriggio ed essere produttivo, come appena sveglio.

È importante ricaricare le batterie e scaricare un po’ di tensione con l’attività sportiva.

Non dimenticare qualche strategia vincente: non lasciare le parti più laboriose e complicate per ultime.

Pensa, piuttosto, a lasciare le cose più semplici alla fine o a ripartire il lavoro equamente, per non rivedere il programma di letteratura italiana all’ultimo momento.

Curare il tuo ambiente di studio

Le condizioni di studio sono molto importanti. Lavora con calma, senza rumore, social network o musica.

Vale lo stesso quando ti prepari alla prova Invalsi di italiano, serve molta concentrazione.

Anche una corretta alimentazione ha un ruolo da giocare nella preparazione agli esami perché ti aiuta a migliorare le tue prestazioni intellettuali. Il ginseng, denominato la radice della lunga vita in Asia, può aiutarti a mantenere la concentrazione.

È sempre meglio non esagerare con i complementi alimentari e cercare di seguire una dieta sana ed equilibrata.

Anche il buonumore è essenziale per la riuscita. Il carico di lavoro è tanto, ma lavorare con uno spirito positivo è un ingrediente in più.

Scoraggiarsi serve solo a peggiorare la qualità della tua preparazione e non ti è di certo d’aiuto.

Alla domanda quando è meglio cominciare a studiare per la prova di italiano la riposta non può che essere da subito!

Solo con lo studio costante puoi evitare alcuni strafalcioni agli esami di stato!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar