Ancor prima degli esami di maturità c'è una prova che tiene tutti gli studenti italiani col fiato sospeso: la prova Invalsi.

Il nome deriva dall'omonimo istituto indipendente, l'Istituto Invalsi che ogni anno fa dei controlli sulla qualità dell'apprendimento a livello nazionale in alcune classi chiave:

  • seconda elementare
  • quinta elementare
  • terza media
  • seconda superiore
  • quinta superiore

Con questi controlli periodici si vuole verificare il corretto funzionamento della pubblica istruzione. L'obiettivo, quindi, non è valutare gli studenti direttamente, ma l'operato dei professori per vedere se il loro insegnamento è stato efficace.

Non ci sono, quindi, giudizi di merito e i test Invalsi sono assolutamente anonimi. Eppure, ogni studente affronta queste prove con la stessa preoccupazione con cui si prepara agli esami di terza media o di maturità.

In cosa consistono questi esami? E qual è la preparazione più adatta per poterli affrontare con serenità? Senza troppe sorprese, le competenze fondamentali che vengono testate sono italiano e matematica. Da qualche anno è stato introdotto anche l’inglese, tranne per le classi seconde della scuola primaria.

Se non hai problemi con matematica e pensi di riuscire a cavartela con la lingua di Shakespeare, probabilmente, la materia che ti spaventa di più è proprio italiano!

La prova di italiano serve per testare le capacità linguistiche, di comprensione e analisi. In questo test Invalsi è importante mettere in campo, non solo le conoscenze grammaticali ma anche la capacità di ragionamento. Vediamo allora, in cosa consistono le prove e come prepararsi bene.

Trova un corso italiano.

I migliori insegnanti di Italiano scolastico disponibili
Giulia
5
5 (12 Commenti)
Giulia
13€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (9 Commenti)
Stefano
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paola
5
5 (17 Commenti)
Paola
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (11 Commenti)
Francesco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Massimo
5
5 (11 Commenti)
Massimo
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Emanuele
5
5 (17 Commenti)
Emanuele
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Claudia
5
5 (28 Commenti)
Claudia
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (12 Commenti)
Giulia
13€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (9 Commenti)
Stefano
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paola
5
5 (17 Commenti)
Paola
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (11 Commenti)
Francesco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Massimo
5
5 (11 Commenti)
Massimo
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Emanuele
5
5 (17 Commenti)
Emanuele
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Claudia
5
5 (28 Commenti)
Claudia
10€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Prove Invalsi italiano seconda superiore: si svolgono?

Quando si svolgono le prove Invalsi?

Le prove Invalsi si svolgono con modalità diverse a seconda della classe e del grado della scuola. Per gli alunni della scuola primaria, infatti, si tengono con una versione cartacea in una data fissata dall’Istituto Invalsi, di solito a maggio. Ogni anno quindi, tutti gli studenti delle classi interessate di qualunque scuola primaria tengono i test Invalsi contemporaneamente.

Alla scuola secondaria di primo e secondo grado, i test si basano su computer e si tengono in periodi diversi:

  • Marzo-aprile per le scuole superiori
  • Aprile-maggio per le scuole medie

Le classi considerate campione devono svolgere la prova in una data stabilita perché i loro risultati verranno inviati simultaneamente all’Istituto Invalsi che li userà per scrivere il proprio rapporto e quindi capire la qualità dell’insegnamento.

Le classi non campione possono svolgere la prova con più flessibilità: è il proprio istituto scolastico a decidere la data nel periodo assegnato che, come dicevamo, è marzo-aprile per le superiori e aprile-maggio per le medie.

Tutti gli studenti che partecipano agli Invalsi ricevono un certificato che attesta le loro competenze. Ancor prima di pensare agli esami di maturità, gli studenti di medie e superiori hanno quindi tre materie fondamentali da preparare: italiano, matematica e inglese.

I ragazzi delle superiori svolgeranno la prova Invalsi sul PC.
La prova Invalsi viene fatta al computer dai ragazzi della scuola secondaria!

In cosa consiste la prova di italiano per le superiori?

Prendiamo la prova di italiano delle classi seconde della scuola secondaria di II grado. In questo modo, ti farai un’idea della preparazione che devi avere.

Il test ha una durata di 90 minuti e si divide in due parti:

  • Prima parte di comprensione del testo: vengono presentati quattro brani e diversi quesiti a cui rispondere. Non ci sono soltanto domande a risposta multipla, dove devi selezionare la risposta giusta, ma anche domande a risposta aperta dove argomentare le risposte. I brani presentati sono di diverso tipo: brani di testi letterari, poesie, articoli di giornale, interviste. Il primo passo è un’attenta lettura.
  • Seconda parte di grammatica: anche qui, si parte dalla lettura di un brano per rispondere, poi, a domande di analisi logica e grammaticale. Per esempio, potrebbe esserti chiesta qual è la differenza tra frase principale e subordinate di I e II grado, o la differenza tra un verbo e un avverbio.

A cosa servono gli Invalsi?

L'Invalsi di italiano non prevede delle prove orali ed è bene ricordarlo che non costituisce assolutamente uno strumento di valutazione degli studenti. Se l’italiano non è la tua lingua madre, potresti iniziare a studiare con un corso italiano L2 on line.

Ricordati sempre che l’Invalsi serve a capire quanto sono stati efficaci gli insegnanti di un determinato istituto scolastico attraverso un questionario posto ai ragazzi.

Raccogliendo i dati in tutte le scuole d'Italia, l'Istituto Invalsi è in grado di tracciare un quadro preciso sull'andamento dell'istruzione pubblica a livello nazionale.

L’andamento degli studenti alle prove Invalsi non influisce sulle prove di esame di terza media e quinta superiore.

Quali sono i risultati degli Invalsi?

La pubblicazione del Rapporto Invalsi avviene circa un anno dopo lo svolgimento delle prove. Prendiamo ad esempio il Rapporto del 2019. Teniamo presente che, per avere un livello adeguato ogni studente deve raggiungere il livello 3 in ciascuna materia. La percentuale di studenti in difficoltà con l'italiano è distribuita in questo modo:

Alle medie non raggiungono il livello 3 in italiano:

  • Il 30% degli studenti del Nord Ovest
  • Il 28% degli studenti del Nord Est
  • Il 32% degli studenti del Centro
  • Il 40% degli studenti del Sud
  • Il 46% degli studenti di Sud e Isole

In seconda superiore non raggiungono il livello 3 in italiano:

  • Il 21% degli studenti del Nord Ovest
  • Il 20% degli studenti del Nord Est
  • Il 29% degli studenti del Centro
  • Il 40% degli studenti del Sud
  • Il 44% degli studenti di Sud e Isole

In matematica le percentuali che indicano difficoltà sono ancora più marcate, con un minimo del 22% di alunni sotto il livello 3 nel Nord Est e il 57% del Sud e Isole. Lo stesso vale per inglese dove si toccano punte del 69% di alunni sotto il livello 3 nelle classi quinte.

In conclusione, i risultati Invalsi da anni indicano che nella scuola primaria ci sono poche disparità regionali, mentre a partire dalla scuola secondaria di I livello, gli studenti in difficoltà sono più numerosi al Sud e Isole e diminuiscono in percentuale percorrendo lo stivale verso il Sud, il Centro, il Nord Ovest e il Nord Est.

Altri dati interessanti degli Invalsi, mostrano delle disparità all’interno della stessa scuola, per sezione, tra maschi e femmine, tra studenti italiani e studenti stranieri di prima e seconda generazione.

Gli Invalsi vogliono quindi fotografare lo stato dell'apprendimento in Italia analizzando i dati rispetto a diversi elementi. Lo scopo è quello di capire se l'insegnamento di italiano, matematica e inglese sia davvero efficace e in linea con gli standard richiesti dal Miur, il Ministero per l'istruzione, l'università e la ricerca.

Per evitare che le prove Invalsi siano vissute come un vero e proprio esame, il Miur ha deciso che a partire dal 2018 gli Invalsi non saranno più inseriti all'interno dell'esame di terza media. Inoltre, il punteggio preso non farà media con i voti neanche alle superiori.

Il punteggio serve, invece, per fini statistici, ossia per poter comparare i dati sull'apprendimento e poter intervenire per migliorare la qualità della scuola.

Se vuoi fare delle esercitazioni che ti aiutino con l’Invalsi, trova un corso di italiano.

Strumenti per prepararsi alla prova Invalsi italiano

Per preparati al meglio per la prova Invalsi di italiano dovrai allenare le tue competenze di comprensione e di grammatica, è logico!

Ci sono diversi modi per prepararsi agli Invalsi. Per prima cosa, studiare italiano fin dall'inizio dell'anno ti aiuterà a migliorare e avrà degli effetti positivi sul tuo andamento scolastico in generale.

Ecco alcuni piccoli accorgimenti che ti possono essere utili.

Prepara delle schede di ripasso

Distinguere tra testi teatrali, narrativi, descrittivi e informativi è tutta una questione di organizzazione. Se non hai prestato molta attenzione durante le ore di italiano è il caso di ripassare qualche nozione prima di affrontare la prova Invalsi.

Tieni presente che tra i brani ti potrebbe capitare una poesia, magari di uno dei 10 autori fondamentali della lingua italiana.

Rivedi gli appunti con delle lezioni di italiano per arrivare preparato alla prova Invalsi.
Fai delle schede riassuntive sui libri di lettura e grammatica!

Se non l'hai già fatto, è arrivato il momento di mettere il programma di italiano nero su bianco. Usa colori diversi, a seconda dell'argomento trattato e organizza i tuoi appunti in modo che con un colpo d'occhio tu possa trarre le informazioni essenziali.

L'obiettivo delle schede è, infatti, quello di schiarirti le idee sui movimenti letterari e sui tipi di testo studiati. Rileggi le schede regolarmente per rinfrescare le nozioni apprese o chiarire dei dubbi.

Puoi trovare appunti e schede anche online: biografie di autori, generi letterari, riassunti di opere e libri vari.

Fortunatamente, gli Invalsi sono sprovvisti di una prova orale, ma ci sono comunque delle domande aperte nel test di italiano per cui è importante imparare a scrivere in maniera chiara e concisa.

Esercitazioni per test Invalsi superiori

I test Invalsi si tengono ogni anno e, oltre a fare una simulazione a scuola, puoi acquistare libri o scaricare i file delle passate edizioni per esercitarti. Su diversi siti puoi trovare il test di Invalsi per la tua classe organizzato in un fascicolo insieme a una griglia di correzione dei quesiti per vedere subito il numero di risposte esatte che hai dato.

Oltre al formato stampabile, con la griglia di correzione con le soluzioni, trovi dei test da fare online che ti correggono automaticamente i risultati. Basta cercare "fascicolo prova Invalsi italiano", per poterti esercitare anche in autonomia.

Se vuoi fare una vera simulazione del questionario, allenati come se fosse davvero il giorno della prova, completando l'esame entro i 90 minuti richiesti e rispondendo sia alle domande di comprensione sia a quelle di grammatica.

Non barare! Evita di guardare le risposte della griglia di correzione prima di aver completato il test!

Se stai preparando la maturità ci sono dei pronostici sulle tracce di italiano!

Come prepararsi alle prove Invalsi con internet

Con il gran numero di siti dedicati agli studenti di ogni ordine e grado, è facile preparare la prova di italiano con la rete, i social network o attraverso delle app dedicate.

Molti siti come studenti.it o studentville.it offrono schede di ripasso da consultare gratuitamente, test sotto forma di quiz o esercizi già corretti.

Per ripassare italiano puoi anche usare le risorse gratuite che trovi sulla rete!
Alcuni siti web offrono un ripasso del programma di italiano in formato digitale!

Focus Junior dà ampio spazio alle prove Invalsi con esempi di analisi logica e grammaticale online e una serie di link a risorse per prepararsi alla prova di italiano.

Prova Invalsi italiano: prendere lezioni private

In vista dell'Invalsi di italiano, o di un compito in classe dove devi mettere a frutto le tue capacità di comprensione ed espressione, puoi colmare le tue lacune e disporre dei consigli personalizzati di un insegnante privato.

Il tuo insegnante di italiano a domicilio ti può sostenere nello studio, preparando esercitazioni mirate.

Saprà come adattarsi al programma scolastico di italiano, ai quesiti della prova Invalsi e, in generale, ai tuoi obiettivi didattici.

A lui o a lei potrai fare tutte le domande che ti vengono in mente, renderlo partecipe delle tue difficoltà o chiedere consigli per migliorare in italiano grazie a un buon metodo di studio e organizzazione. Potete anche fare una simulazione delle prove Invalsi; avrai le soluzioni accompagnate da una spiegazione dettagliata su ogni domanda.

Consigli per affrontare serenamente la prova Invalsi di italiano

  • La notte prima dell'esame riposati e cerca di scaricare lo stress e le preoccupazioni sorte nel corso della giornata;
  • Verifica bene la data dell'Invalsi che con le poche postazioni PC che ci sono bisogna fare i turni!
  • Prenditi un attimo per distenderti prima della prova. Uno studio eccessivamente intensivo può essere controproducente.
Tra una sessione di studio e l'altra prenditi una pausa per rilassarti!
Trova il tempo di rilassarti prima dell'esame!
  • Impara a gestire bene il tempo: lascia sempre qualche minuto per rivedere le risposte di cui non sei molto sicuro e completa il più velocemente possibile le parti che sai bene.
  • Assicurati di leggere bene i brani di italiano, così è più facile rispondere alle domande collegate. Con una lettura attenta, buona parte del lavoro è fatta!
  • Cura l'ortografia delle domande a risposta aperta. Ricordati che non ci sono solo "crocette" ma che devi anche articolare delle risposte.
  • Evita di andare fuori tema. E' vero che le risposte sono molto brevi ma devono anche essere pertinenti. Per sentirti più sicuro, potresti organizzare le idee su un foglio di brutta.
  • Respira e mantieni la calma perché non ci sono voti alle prove Invalsi!

Se hai ancora qualche incertezza chiedi aiuto a un insegnante di italiano, eviterai alcuni strafalcioni memorabili!

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

1a lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (2 voto(i))
Loading...

Catia

Traduttrice e scrittrice con una passione per le lingue