Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Un insegnante disegno per imparare le diverse tecniche pittoriche

Di Igor, pubblicato il 19/10/2018 Blog > Arte e Svago > Disegno > Lezioni di Disegno per Imparare Diversi Modi di Dipingere!

 “Le tele hanno un’anima propria, che deriva dalla vita del pittore

Vincent Van Gogh

Qual è il rapporto degli italiani con la pittura?

Dipingere, creare un quadro, consente di rilassarsi e di provare, al contempo, un certo piacere. In totale silenzio, o con l’accompagnamento di musica adatta, gli artisti dipingono le loro emozioni o tentano di riprodurre ciò che considerano bello. Ma quali tecniche adoperare? La pittura ad olio va preferita alla pittura ad acquerello?

Eccoti, a seguire, un breve articolo con tutto quello che, a grandi linee, occorre sapere circa le tecniche di pittura!

Un corso di disegno per imparare la pittura ad olio!

Quando viene in mente di seguire corsi di pittura, magari con un maestro di disegno già incontrato in precedenza, viene un po’ in mente la prima media, con l’insegnante di educazione artistica che cercava di farci destreggiare fra un tubetto di colore a tempera e l’altro. Certo, la pittura ad olio è ben altro.

Nata nel XV secolo, grazie ai fratelli Van Eyck, la pittura ad olio ha attraversato le epoche con pitture e quadri che oggi ammiriamo in tutti i musei. Van Gogh, Rembrandt, Braque, Monet, Courbet, Toulouse-Lautrec, Delacroix: tutti questi artisti ci hanno trasmesso e si sono tramandati l’un altro le tecniche della pittura ad olio.

I più bei dipinti che conosciamo e che hanno fatto la storia della pittura sono ad olio. La pittura ad olio è considerata una pittura nobile!

La pittura ad olio è una pittura realizzata a base di pigmenti e di olio secco. Non è qualcosa che possa “seccare”. Piuttosto, la pittura ad olio “indurisce”. Ed è proprio qui che risiede tutta la complessità del suo utilizzo.

Per imparare ad usare la pittura ad olio, allora, occorrerà rispettare certe regole. Evitando, così, di vedere la propria tela fissurarsi. Un buon corso di disegno e pittura prevedrà la presentazione della tecnica per dipingere con i colori ad olio.

Tra le regole di base, occorre tener presente che è imperativo aspettare diverse settimane, tra uno strato e l’altro di colore.

Insomma, la tecnica della pittura ad olio richiede una realizzazione a tappe o episodi. Dapprima, naturalmente, abbiamo lo schizzo. Poi si inizia a passare il pennello, partendo da un primo strato piuttosto “magro” di colore per aggiungere, in fasi successive, tutti i diversi strati di “colore più grasso”.

Il fatto di attendere molto tempo tra uno strato e l’altro di colore può sembrare un grosso ostacolo o impiccio. Tuttavia, attendere prima di correggere e ritoccare il proprio quadro è l’unica garanzia, nel caso della pittura ad olio, della tenuta del colore senza crepe a venire.

Il tutto, del resto, si capisce: lo strato di pittura esposto all’aria asciuga, o meglio, indurisce, molto più rapidamente rispetto agli strati interni. Ed ecco anche perché non è opportuno utilizzare strati di colore troppo spessi.

Insomma, bisogna prendersi cura del colore, se si decide di dedicarsi alla pittura ad olio. Ciò si impara col tempo, con l’esperienza, anche senza aver frequentato un corso di disegno e tecniche di pittura.

Anche avendo al fortuna di stare al fianco di un vero e proprio maestro di disegno e colore, sarà sempre il tempo a consentire l’appropriazione del reale funzionamento e delle possibilità numerose, offerte dalla pittura ad olio.

Ed ecco cosa ha reso grandi gli artisti che si sono dedicati alla pittura ad olio: il tempo, la pazienza, l’assimilazione dei trucchi del mestiere, graduale. Tutto ciò è alla base dei capolavori artistici ad olio.

Corsi di disegno per dipingere con l’acrilico!

La pittura acrilica, dal canto suo, è usata ed apprezzata dagli artisti in ragione della sua facilità ed applicazione, oltre che dei suoi esigui costi, decisamente più moderati rispetto ai colori ad olio.

Nata dalla pittura industriale in ambito edile e nel settore della carrozzeria automobilistica, la pittura acrilica si sviluppa inizialmente negli USA, giungendo solo successivamente in Europa. Andy Warhol è colui che l’ha resa celebre, come avrai studiato a scuola o a lezione di disegno, pittura ed arti figurate.

La pittura acrilica è usata per ogni sorta di opera artistica. Ritratti, nature morte, paesaggi, modelli viventi, design industriale, tutto! Fin dalla scuola media, e poi molto di più nelle scuole d’arte e nei licei artistici, essa è insegnata al pari della pittura a tempera, dell’uso della china, dell’uso dei pastelli asciutti o degli acquerelli.

I pennelli, per l’artista, sono lo strumento imprescindibile; sulla loro qualità non si scherza. Non dimenticare di procurarti un’ampia scelta di pennelli!

Il vantaggio di una pittura così è che essa si asciuga molto rapidamente. E questo permette di realizzare ed ultimare opere in tempi ridotti, ponendo anche minor attenzione ai problemi di asciugatura, di acqua, posti dall’adozione di altre tecniche.

L’acrilico è quindi una delle tecniche più semplici. Tuttavia, è impossibile ritoccare i colori una volta passati. Proprio perché sono già secchi.

È piuttosto pratico ricorrere a questa pittura per allenarsi, magari a riprodurre opere di grandi artisti: Van Gogh, Rembrandt, Dalì, Picasso, Monet, Manet, etc.

Del resto, potrai consultarti con un insegnante di un corso di disegno e pittura per scoprire i trucchi della riproduzione dei capolavori.

Molti insegnanti di disegno propongono addirittura lezioni di pittura private a domicilio. Potrai prenderli una volta a settimana o preferire delle lezioni quotidiane, per un periodo intensivo di apprendimento.

Superprof offre una vasta panoplia di insegnanti privati di disegno e pittura. Puoi anche cercare lezioni di disegno online o mettere un annuncio all’antica dal tuo panettiere di fiducia.

Se sei un tipo solitario, che ama lavorare da solo, potrai anche imparare a disegnare e a dipingere ad olio tramite corsi di pittura online e tutorial di disegno e pittura.

Sbagliando s’impara, no?

La cosa importante, comunque, resta sempre il fatto di divertirsi, mentre si dipinge!

Corso disegno per pitturare all’acquerello

Gli amanti della natura e dei viaggi amano molto usare gli acquerelli.

Inizialmente, in passato, l’acquerello veniva considerato una tecnica per lo studio della pittura, per l’allenamento. L’acquerello, dai profani, dagli artisti e dagli insegnanti di disegno e pittura, era considerato uno strumento per la brutta copia. Dopo aver realizzato una prova ad acquerello, si passava a riprodurre l’opera definitiva con i colori ad olio su un’altra tela.

Oggi, invece, l’acquerello è salito al rango di vera e propria tecnica pittorica. E non a caso, esiste da tempo la scuola degli acquarellisti.

Dovrai impararle bene entrambe se vorrai essere un pittore a parte intera. Le tecniche acquerello e pastello hanno dei punti di somiglianza!

Spesso si trovano stage di pittura dedicati alle nature morte, ai paesaggi, agli alberi. Tutto ad acquerello.

L’acquerello si distingue dalle altre pitture poiché si tratta di una pittura ad acqua.

È la specificità della tecnica, per l’appunto. Si basa su una parte di colore ed una parte di acqua. O meglio, molta acqua.

Coloro che si spostano molto preferiscono l’acquerello per la facilità nel trasporto del materiale. Colori, pennelli e carta. Via! L’acqua si trova facilmente in giro.

Ma bisogna saper bene utilizzare gli acquerelli. La pittura reagisce all’acqua. Se passi acqua su uno strato di pittura secca, insomma, questa si umidificherà nuovamente e potrà mescolarsi alla successiva pennellata.

È tutto qui il vantaggio, ed anche l’inconveniente, della pittura ad acquerello. Si può, e a volte si deve, rilavorare continuamente sulla pittura.

Per imparare ad usare e conoscere tutte le tecniche ad acquerello, contatta qualche insegnante privato o prendi lezioni presso un laboratorio artistico. Gli insegnanti di disegno e gli artisti in generale sono i migliori a fornire trucchi ed astuzie per dipingere meglio.

Una grande cartella in cartone rigido ti servirà a proteggere le tue opere, recandoti ai corsi di disegno e pittura, qualora piovesse.

Se piove sulla tempera … non è poi conveniente!

Corsi disegno per imparare a dipingere con i colori pastello

Il pastello è una delle tecniche più atipiche della pittura. Alcuni la considerano come una tecnica di disegno, altri come una tecnica di pittura.

Diciamo che, in effetti, i pastelli possono servire alla pittura ed al disegno. Ma tutto dipende dal tipo di pastello.

Nelle arti plastiche esistono diversi pastelli. I pastelli secchi (teneri o duri) o pastelli grassi (olio o cera).

La qualità dei colori pastello è essenziale, per riuscire a produrre un risultato degno di nota. Che tipo di colore a pastello dovresti comprare?

Alcuni pastelli possono essere utilizzati con acqua, mentre altri danno il meglio solo se utilizzati così come sono.

Comunque sia, ti consigliamo, dapprima, di conoscere tutti i tipi di pastelli, prima di acquistarne. Potresti, proprio a tal fine, frequentare una lezione di disegno in cui presentino tutti i tipi di colori.

Ti presenteranno diverse altre tecniche (matita di graffite, carboncino, pierre noire, gouache, acquerello, sanguinella, inchiostro di china, spugnatura, colori a matita, …), ma ti sarà utile per capire la natura di un pastello e l’utilizzo da farne.

La spugnatura è molto utilizzata. Ma i pastelli si usano su più strati. E si mescolano direttamente sul foglio da disegno, non in un luogo a parte. Occorre sovrapporre gli strati, per ottenere i diversi colori.

La cosa più semplice è allenarsi regolarmente a casa propria. Così ci si perfezionerà nella tecnica proposta a lezione di disegno.

Tentare di copiare opere e tele celebri può aiutarti a progredire molto.

Ai corsi di disegno, di solito, gli insegnanti di pittura portano innumerevoli immagini e cartoline, al fine di suggerire dei soggetti agli allievi che manchino di ispirazione.

Cerca nella tua regione un corso di pittura con pastelli: scuole d’arte, corsi privati, lezioni a domicilio…Ti servirà del tempo, naturalmente.

Picasso non è diventato Picasso in un giorno!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar