Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Imparare arabo e le sue sfumature

Di Martina, pubblicato il 11/02/2019 Blog > Lingue straniere > Arabo > Tutto quello da Sapere sulla Lingua Araba a Lezioni di Arabo

Come suggerisce il suo nome, l’arabo proviene dalla penisola Arabica in Medio Oriente.

È un idioma appartenente al gruppo delle lingue semitiche (anche l’ebraico e l’aramaico ne fanno parte).

I suoi locutori sarebbero circa 300 milioni, ovviamente nel mondo arabo-musulmano, ma anche oltre. L’arabo è d’altronde la seconda lingua più parlata in Francia!

Questa lingua araba suscita la curiosità per la sua fonologia, fonetica e ortofonia particolare, ma soprattutto per le molteplici forme che può assumere.

Se esiste un arabo letterario, classico o liturgico (secondo il punto di vista scelto), in particolare utilizzato dagli egiziani e tutti i musulmani, esistono parallelamente una grande varietà di dialetti e di registri linguistici.

Ci focalizzeremo sull’arabo letterario e coranico, e lasceremo l’arabo vernacolare dialettale dei gruppi beduini e subsahariani ad altri linguisti!

Imparare arabo da bambini

Negli ultimi anni, l’insegnamento della lingua araba è aumentato con il sostegno della Pubblica Istruzione.

Oggi, l’arabo può essere scelto come lingua viva nelle scuole, secondo la proposta offerta dall’Istituto scolastico.

Ma questa possibilità non è ancora stata data a tutte le scuole.

Per l'Islam la Parola di Dio è il Corano, mentre il profeta Maometto rappresenta il semplice strumento attraverso cui sarebbe avvenuta la rivelazione del Corano all'umanità. Libro sacro | Una bellezza pittorica che tocca il cuore | fonte: visualhunt.com

Eppure, i fisiologi e gli esperti sanno bene che l’apprendimento di una nuova lingua straniera è più facile per i giovani che per gli adulti.

Da ciò deriva l’interesse di coloro, che non hanno l’arabo come lingua madre, di optare per i corsi di arabo per bambini.

Al di fuori di un focolaio già arabofono (almeno in parte), l’insegnamento della lingua araba di Maometto deve essere assegnato a un terzo.

Quando la scuola pubblica non può adempiere a questa missione, bisogna ricorrere a strutture pedagogiche private parallele, gratuite come le relazioni di amici, o a pagamento attraverso corsi per corrispondenza o lezioni a domicilio di arabo letterario.

Idealmente, bisogna fare attenzione a due cose:

  1. Non pretendere troppo da un giovane studente,
  2. Assicurarsi una buona conoscenza dell’italiano affinché una lingua non faccia risentirne l’altra.

Con queste due condizioni, non è mai troppo presto per imparare la lingua araba, così come è possibile avere due lingue madri: i matrimoni misti lo dimostrano spesso. È questo il giusto percorso per essere bilingue italiano-arabo!

Per non bloccare il giovane allievo, è importante trovare i supporti pedagogici ludici e interattivi, persino negli esercizi e nelle valutazioni.

Le nuove tecnologie danno il loro contributo, a volte senza un costo supplementare: una piccola ricerca su Google Video permetterà di trovare facilmente centinaia di cartoni animati in arabo, che rivisitano ad esempio i racconti di Mille e una Notte!

Più classica, la musica è fondamentale per il risveglio intellettuale e linguistico dei più piccoli, associandola al canto.

Come tutte le lingue, l’arabo vanta un certo numero di filastrocche dalla melodia e dal ritmo piacevole:

  • Mama zamanha gaya,
  • Doha ya doha
  • Barboori rye harye a

È inoltre possibile esplorare la via dei giochi di società arabofoni, i videogiochi o altre app in arabo… Ma bisogna accettare di mettere a confronto i propri figli con gli schermi dalla più tenera infanzia, che non è sempre indicato!

Come imparare l’alfabeto arabo?

Una lingua essendo un’associazione di suoni e fonemi, bisogna imparare per prima cosa l’alfabeto.

Ancor prima dell’invenzione della scrittura in Mesopotamia, evento che segna il passaggio dalla Preistoria alla storia, l’oralità stessa presupponeva un alfabeto.

L’alfabeto arabo, lingua molto antica, conta 28 lettere.

I filologi sono oggi unanimi nel considerare che deriva dall’alfabeto aramaico (più o meno il siriaco attuale) creato a partire dall’alfabeto fenicio, lo stesso che ha inspirato i greci!

Eppure, da questa lontana parentela non rimangono molte somiglianze… per usare un eufemismo!

Per essere più precisi, è il nabateo – sottogruppo dell’aramaico di cui abbiamo ritrovato iscrizioni antiche di 2 500 anni – che avrebbe dato origine all’alfabeto arabo verso il IV secolo d.C.

Ad ogni modo, il più antico documento di scrittura araba in senso proprio è stato ritrovato nel 512: l’iscrizione di Zabad.

Poiché l’arabo letterario è l’arabo coranico, è logico che il suo alfabeto sia legato al Corano del VII secolo della nostra era, all’epoca di Maometto.

Per esprimere tutte le possibili sfumature, l’arabo ha sostituito le 22 lettere dell’aramaico: 6 nuovi grafici sono stati aggiunti per formare l’alfabeto arabo attuale.

Queste “nuove” lettere, per tradizione, sono associate a piccoli segni (dei punti) per essere distinte dalle lettere “antiche”.

Chi desidera imparare l’arabo deve sapere che ogni lettera ammette 3 declinazioni a seconda che:

  • Si trova a inizio o a fine frase,
  • Sia mediana o isolata.

I siti internet gratuiti per imparare l’arabo permettono di superare queste difficoltà e assimilare tutte le sfumature dell’alfabeto coranico.

Imparare a scrivere in arabo

L’alfabeto greco, cugino del latino, sa già come confondere un italofono nativo… cosa dire degli alfabeti ebraico e arabo?!

I loro simboli possono, in un primo momento confondere, come i geroglifici. Ma qualsiasi sistema di comunicazione ha la sua chiave che lo rende chiara come un cristallo: basta essere introdotto, iniziato.

È per questo motivo che è possibile imparare a scrivere in arabo.

Prima di iniziare, bisogna tenere presente che si tratta di una delle lingue più difficili da trascrivere al mondo. Devi raddoppiare gli sforzi per avere un buon risultato!

In secondo luogo, non dimenticare che l’arabo letterario è più difficile dell’arabo dialettale. Eppure, è il primo che ci interessa principalmente, e che deve essere l’obiettivo di tutti i bambini che desiderano imparare la lingua araba.

L’arabo coranico è la lingua delle élites e delle autorità pubbliche, oltre ad essere la lingua sacra dell’orizzonte musulmano. È la certezza di essere compreso, all’orale come allo scritto, in tutti i paesi interessati.

Senza spaventarti, avrai bisogno di più di 2000 ore di lezioni di arabo (i corsi di arabo privati sono più efficaci in materia, poiché hanno il vantaggio di essere personalizzati. Ma perché non provare anche i corsi di arabo online…?) prima di procedere adeguatamente con la scrittura araba…

In breve, bisogna essere appassionato o molto motivato!

Frequentare un corso di lingua araba arricchisce a livello culturale e storico e consente di scoprire e comprendere una cultura millenaria Dubai | Per viaggio o lavoro, l’arabo sarà utile | fonte: stocksnap.io

Le caratteristiche principali della scrittura araba, che si basano su un alfabeto di 28 lettere, sono di:

  • Procedere da destra a sinistra,
  • Seguire uno stile corsivo (come per molte lingue antiche in cui le lettere non erano separate le une dalle altre),
  • Omettere le vocali (come l’ebraico tradizionale),
  • Non conoscere l’uso della maiuscola (come il latino di una volta)…

Tanti elementi che rendono la scrittura araba estremamente complessa per un neofita. Emerge, invece, a prima vista che la calligrafia araba, un po’ all’immagine del giapponese o del cinese, è un’arte visiva a tutti gli effetti.

Fortunatamente, esistono manuali di apprendimento e quaderni degli esercizi per imparare a scrivere in arabo.

Per coloro che non condividono questa spesa, Internet offre più di una possibilità con programmi quali ABC arabe, Write with me in Arabic, senza dimenticare i numerosi video tutorial su YouTube!

L’importante è esercitarsi: il Web ti aiuterà a trovare un corrispondente per leggere e scrivere in arabo, la pratica è più che essenziale.

Ciò corrisponderà più a un’immersione approfondita nella cultura araba.

Come pregare in arabo?

Questo è il motivo che spinge numerose persone a fare il grande passo e studiare l’arabo, poiché la fede musulmana può realmente prosperare in un individuo solo grazie alla lingua scelta da Allah.

Pregare in arabo liturgico non è facile per i non arabofoni, ma anche i locutori di un arabo dialettale devono fare attenzione che le loro azioni e gesti siano conformi alle prescrizioni della religione musulmana.

Le 5 preghiere quotidiane sono un obbligo legato a uno dei 5 pilastri dell’Islam, i cui seguaci sono circa un miliardo sul nostro pianeta al giorno d’oggi.

Il rituale associa le parole in arabo (è una necessità) a diversi atteggiamenti del corpo, a cominciare dalle abluzioni o riti di purificazione prima della preghiera.

Gli arabi adattano il proprio modo di parlare a seconda delle circostanze La diaspora dei dialetti arabi | fonte: commons.wikimedia.org

Nel mondo cristiano, la lingua araba è in particolare utilizzata dai maroniti, i quali l’associano al siriaco.

Altre comunità la usano correntemente, come gli alawiti della Siria.

In ogni caso, i suoni propri della lingua araba sono messi al servizio della lode del Creatore di tutte le cose, ed è ormai da secoli che occupa un posto paragonabile al greco, al latino o allo slavone!

Ti proponiamo infine di scoprire i corsi di arabo nella tua città.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar