Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Iniziare a lavorare come insegnante di canto

Di Catia, pubblicato il 20/08/2018 Blog > Musica > Canto > Come Dare Lezioni di Canto?

Non sei il tipo che canta solo sotto la doccia, anzi, il canto per te è una vera passione, un modo per esprimerti.

Ti piacerebbe trasmettere questo amore per la musica dando delle lezioni di canto?

Potresti fare corsi di propedeutica per bambini o diventare un vocal coach per aspiranti professionisti, o ancora creare e dirigere un coro.

Diversi studi dimostrano che gli Italiano non possono fare a meno della musica. Secondo il FIPE, oltre il 90% della clientela apprezza la musica nei pubblici esercizi. 

Anche se non tutti hanno un talento innato, si può comunque imparare a gestire la propria voce.

Anche i più grandi oratori prendono lezioni di canto, persino politici di alto rango.

Come vedi, dare lezioni di canto è un’attività con un seguito. Le possibilità sono molte.

Facciamo il punto su tutte le informazioni che ti potrebbero servire per dare il via al tuo progetto professionale di diventare insegnante di canto. 

Dove posso dare corsi di canto?

La prima cosa da decidere quando si vuole diventare vocal coach è per quale struttura insegnare canto.

Puoi insegnare canto in gruppo creando un coro. Dirigere un coro è un ottimo modo per trasmettere la tua passione per il canto!

Dove dare corsi di canto? Ecco qualche pista da seguire, a seconda delle tue aspirazioni:

  • Dare corsi di canto online: è l’ideale se vuoi esercitare in maniera autonoma e senza costrizioni. Gestisci tutto della tua attività: prezzo, programmazione dei corsi, profili degli studenti… Dovrai solo familiarizzare con l’insegnamento a distanza, attraverso una webcam.
  • Tenere lezioni di canto a domicilio: vuoi prenderti il tempo di seguire i tuoi studenti individualmente e offrire loro un percorso personalizzato? Le lezioni private, faccia a faccia sono particolarmente ricche. In una relazione basata sulla fiducia, puoi lavorare sui progetti vocali di ognuno dei tuoi studenti e trattare diversi registri, a seconda delle attese e delle aspirazioni di ognuno.
  • Dare corsi di canto presso una scuola di musica: se cerchi un ambiente di lavoro più stabile per insegnare canto in un modo tradizionale, le scuole di musica e i conservatori sono il posto ideale per te.
  • Diventare insegnante di musica presso la scuola pubblica: se ami lavorare con i bambini e non vuoi concentrarti solo sul canto ma ti appassiona il mondo della musica in genere, puoi seguire l’iter per diventare docente e insegnare alle medie e alle superiori.
  • Metter su un corso: se sogni di lavorare in squadra e mettere in piedi un musical, puoi scegliere l’avventura di dirigere un coro, offrendo un corso di canto gospel, per esempio.

Quali titoli servono per diventare insegnante di canto?

Come avrai capito, i modi per insegnare canto sono diversi. Alcune di queste possibilità avranno senz’altro attirato la tua attenzione. Rimane da capire se hai le competenze e i titoli richiesti per esercitare.

Qual è il percorso di formazione per insegnare canto?

A seconda della struttura in cui vuoi insegnare ti verranno richiesti titoli di studio o una formazione specifica.

Il percorso più semplice?

Dare lezioni di canto come insegnante a domicilio.

Per farlo, non è richiesto alcun titolo di studi.

Un cantante autodidatta può tranquillamente diventare un coach vocale. Naturalmente, non avere titoli di studio non significa essere anche senza conoscenze e competenze vocali.

Avrai una spinta maggiore a valorizzare il tuo percorso personale e le tue esperienze con i tuoi allievi:

  • Studi di canto in conservatorio
  • Esperienze nel canto
  • Partecipazione a un coro

Se vuoi esercitare come insegnante di musica presso la scuola pubblica, devi seguire le indicazioni del Miur, il ministero per l’istruzione l’università e la ricerca, per diventare docente. I titoli richiesti per insegnare musica alle medie e alle superiori sono:

  • un corso di laurea magistrale in musicologia e affini;
  • il superamento del concorso per la scuola;
  • il superamento del triennio di formazione iniziale, tirocinio, Fit.

Anche se insegni musica alle medie, prova ad andare oltre il flauto. Lezioni di musica alle medie? Perché non trasformarle in un musical?

Infine, per insegnare al conservatorio come insegnante di canto servono importanti meriti artistici, piuttosto che un diploma di laurea o di conservatorio. In effetti, guardando i profili degli insegnanti di canto all’Accademia Santa Cecilia di Roma o al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano la prima cosa che salta all’occhio sono le esperienze professionali.

Come fissare le tariffe del tuo corso di canto?

Vuoi andare avanti con il tuo progetto di diventare insegnante di canto a domicilio? Ora, è il momento di determinare la tariffa per una lezione di canto.

Per farlo, è necessario analizzare la situazione in maniera pragmatica e obiettiva.

La prima cosa da tenere a mente è che non si fissa il prezzo in base a quello che si vuole guadagnare, ma in base a quello che si vuole offrire.

Per posizionarti sul mercato delle lezioni private devi prendere in considerazione diversi fattori:

  • La tua formazione musicale
  • Il profilo dei tuoi futuri allievi (principianti, amatoriali…
  • La zona geografica in cui operi
  • La concorrenza

Scopri quali studi ed esperienze fare per diventare insegnante di canto. Studia la concorrenza per determinare il prezzo del tuo corso di canto privato!

Maggiore è la tua esperienza e più alti sono i tuoi titoli di studio, più valore avrà il tuo insegnamento.

Vedrai anche che il prezzo delle lezioni private varia in base alla posizione geografica ed è anch’essa legata al principio di domanda/offerta.

Infine, prima di fissare la tua tariffa, prenditi il tempo per conoscere i tuoi concorrenti.

Qual è il profilo degli insegnanti di canto che esercitano nella tua città e quale prezzo praticano?

Una volta che avrai studiato questi elementi, potrai facilmente determinare un prezzo coerente e che renderà attraente la tua offerta di corso.

A titolo informativo, il prezzo medio di una lezione di canto su Superprof è di 25€

Se hai fatto qualche ricerca su Superprof, avrai notato che le variazioni di prezzo possono essere molto importanti, visto che trovi offerte che vanno da 10€ ai 70€ l’ora.

Come preparare una lezione di canto

Passiamo ora alla pratica. Hai trovato degli allievi e ti stai preparando a tenere i tuoi primi corsi di canto. Dovrai organizzare e adattare le tue lezioni al profilo dei tuoi allievi. Per questo è importante fare un primo incontro conoscitivo per determinare le linee del programma di lavoro e come migliorare le performance vocali.

Una delle nozioni fondamentali da trasmettere all’allievo è come preservare le proprie corde vocali.

Una lezione di canto sarà sempre suddivisa in più tappe:

  • Rilassamento
  • Vocalizzi e riscaldamento della voce
  • Esercizi sulla postura
  • Apprendimento delle tecniche vocali
  • Studio di una canzone e interpretazione applicando le tecniche apprese

La durata di queste tappe dipende, naturalmente, dal livello del tuo allievo. Con i principianti ci si concentra sulle basi, mentre la tecnica vocale occupa più spazio per gli studenti intermedi e l’interpretazione è l’elemento principale per i cantanti esperti.

Uno dei supporti fondamentali di una lezione di canto sono gli spartiti. Gli spartiti sono essenziali per poter applicare le tecniche vocali a una canzone!

Infine, per preparare un corso di canto tieni a mente i motivi che hanno spinto l’allievo a studiare questa disciplina:

  • Guadagnare fiducia in se stessi
  • Prepararsi per un casting o un’audizione
  • Svolgere un’attività ricreativa
  • Lavorare sulla propria voce per motivi professionali o di studio

Sta quindi all’insegnante offrire delle sessioni di coaching vocale adatte alle esigenze di ognuno.

Quali sono gli strumenti da usare nelle lezioni di canto?

La lista del materiale per una lezione di canto può essere ridotta al minimo necessario. In effetti, lo strumento usato in questo caso è la voce e si può quindi dare una lezione di canto senza troppi accessori.

Ovviamente, il canto è intrinsecamente legato alla musica.

Il microfono è forse l'unico strumento irrinunciabile per chi vuole insegnare canto. Quale materiale per insegnare canto?

Se c’è la musica, vuol di re che ci sono anche uno strumento musicale e degli spartiti.

Se oltre a essere un insegnante di canto sei anche un musicista, puoi accompagnare i tuoi studenti con il  piano o la chitarra, per esempio.

Aggiungi anche un leggio, così si hanno le mani libere da spartiti e testi delle canzoni, un metronomo che tenga il ritmo, un diapason per il La, e avrai tutto l’occorrente per tenere il tuo primo corso di canto.

Fino a qui, fila tutto liscio. Considera, però, che potresti incontrare delle difficoltà nel dare lezioni di canto private:

  • I tuoi studenti non conoscono il solfeggio. In questo caso, fai delle lezioni per imparare a leggere le note oppure strutturi il corso sulla riproduzione a orecchio;
  • Le lezioni di canto si tengono a casa dell’allievo. Potresti, quindi, non avere tutto l’occorrente per la lezione.

Per risolvere queste problematiche basta avere con sé un computer. E’ facile da trasportare, ti segue ovunque permettendoti di riprodurre basi musicali, registrare la voce dei tuoi allievi, fare dei video, usare dei programmi per la voce… Sono tutte funzioni essenziali per rispondere efficacemente ai bisogni di ogni allievo.

Ora non ti resta che insegnare ai tuoi studenti a cantare bene e approfondire la loro tecnica vocale, vincendo lo stress di esibirsi di fronte a un pubblico.

In sintesi, le domande a cui rispondere prima di lanciarsi nelle lezioni private di canto sono: 

  • Sei un cantante professionista che vuole trasmettere la propria passione?
  • Conosci bene le diverse tecniche vocali?
  • Pensi che ogni studente abbia un modo personale per imparare, una propria voce e i degli obiettivi specifici?
  • Vuoi conoscere i tuoi punti di forza e di debolezza per diventare un insegnante di canto migliore?
  • La melodia, gli spartiti, la ritmica e le tecniche d’interpretazione non hanno segreti per te?

Cosa aspetti a diventare un insegnante di canto?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar