Internet. Non si sa cosa ci si cerca, ma vi si trova tutto quello che non si cerca -  Anne Roumanoff

Internet è una fonte quasi inestinguibile di informazioni. È oggi facilissimo accedere ad un’informazione precisa, facendo delle semplici ricerche su un motore di ricerca. Pensa che oltre l’83% degli italiani accede quotidianamente ad internet, per i più svariati motivi. Insomma, il web è nelle nostre vite, che lo volgiamo oppure no; e potrebbe essere che anche tu, come tanti altri prima, possa desiderare o avere la necessità di dotarti di un tuo sito internet, in quanto privato, professionista o altro.

Ma come lanciarsi nella creazione di un sito internet? Eccoti alcune utili informazioni.

I/Le migliori insegnanti di Informatica disponibili
Sergio
5
5 (25 Commenti)
Sergio
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Matteo
5
5 (10 Commenti)
Matteo
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Ilja'
5
5 (115 Commenti)
Ilja'
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (13 Commenti)
Riccardo
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giuseppe
4,9
4,9 (27 Commenti)
Giuseppe
21€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (40 Commenti)
Daniele
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Andrea
4,8
4,8 (10 Commenti)
Andrea
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessia
5
5 (35 Commenti)
Alessia
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Sergio
5
5 (25 Commenti)
Sergio
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Matteo
5
5 (10 Commenti)
Matteo
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Ilja'
5
5 (115 Commenti)
Ilja'
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (13 Commenti)
Riccardo
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giuseppe
4,9
4,9 (27 Commenti)
Giuseppe
21€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (40 Commenti)
Daniele
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Andrea
4,8
4,8 (10 Commenti)
Andrea
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessia
5
5 (35 Commenti)
Alessia
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

I linguaggi da preferire per la creazione di un sito web

Creare un sito internet oramai è facile con CMS come WordPress o Wix. Tuttavia, alcuni scelgono di creare da zero il proprio sito, utilizzando linguaggi informatici ben precisi. La programmazione consente infatti di scegliere i singoli elementi, tappa dopo tappa, durante la creazione del sito. Se la cosa ti interessa, hai a disposizione diversi linguaggi:

  • Il linguaggio HTML
  • Il linguaggio CSS
  • Il linguaggio PHP
  • Il linguaggio Javascript
  • Il linguaggio Python
  • Il linguaggio MySQL

Ma quale devi scegliere tra tutti questi?

Di cosa hai bisogno? E-commerce? Sito vetrina? Scegli di conseguenza.
Quale linguaggio sceglierai per il tuo sito internet?

Partiamo dicendo che non esiste un linguaggio migliore degli altri, tra quelli citati, dato che ogni programmatore dovrà scegliere di volta in volta quello che gli converrà, valutando in base all’obiettivo finale.

Per esempio, per creare delle pagine web di base, dovrai conoscere HTML, ma ti servirà anche CSS, per realizzare gli elementi grafici del sito stesso. Se vuoi spingerti un po’ oltre e inserire degli elementi di interattività nelle tue pagine, dovrai ricorrere a Javascript e PHP (considera che PHP è uno dei più utilizzati nella programmazione web. Se apprenderai le regole del codice Python o del codice MySQL riuscirai a trattare le informazioni contenute in database.

Qualsiasi sia la tua scelta, dovrai iniziare ad imparare la programmazione scegliendo un linguaggio preciso: online puoi trovare facilmente dei corsi di programmazione, che ti consentiranno di imparare la codificazione da autodidatta. Poco alla volta, riuscirai a creare il tuo sito internet.

Cerchi un corso di informatica?

Migliorare l’interfaccia utente (UI) per creare il tuo sito web

L’UI design è l’interfaccia grafica di un sito internet. Il designer UI ha il compito di scegliere gli elementi grafici e di posizionarli sulle singole pagine, per realizzare un sito navigabile, bello, funzionale e che offra la migliore esperienza al visitatore.

Per iniziare a lavorare sulla parte grafica di un sito, conviene determinare le tipologie di persone che visiteranno le tue pagine e quali persone vorresti attirare: un sito destinato ad un pubblico di adolescenti non utilizzerà gli stessi codici grafici di un sito destinato ad un pubblico di senior.

Identifica le tue personas e prendi nota di ogni idea grafica che pensi possa interessare il tuo pubblico. Potresti anche dare un’occhiata ad altri siti internet, per vedere come sono strutturati da un punto di vista grafico. Questo ti consentirà di renderti conto delle tendenze in uso, di quello che ti piace e di quello che non ti piace.

Lanciati, poi, nella realizzazione del tuo sito. Impiegando un CMS o codificando tu stesso il tuo sito internet, puoi passare alla tappa della grafica, una volta elaborata la struttura alla base le pagine del sito non dovranno essere sovraccariche, ma dovrai trovare un equilibrio tra spazi vuoti e spazi pieni, tra immagini e testo. Una pagina di solo testo o di sole foto (a meno che non sia proprio giustificato) potrebbe sembrare pesante da guardare o da scorrere.

Se le immagini e l'interazione tra gli elementi non è efficace, gli utenti possono cambiare sito.
Il design è importante per gli utenti del sito!

Non dimenticare nemmeno di lasciare degli spazi, in modo che la singola pagina respiri.

Dovrai, per avere successo, determinare una carta grafica, un progetto che comprenda la scelta dei colori dominanti e del font. Per quello che riguarda i colori, le consuetudini del web design vogliono che si scelgano al massimo due colori principali. Questi potranno anche essere declinati con le rispettive sfumature, ma a scelta iniziale dovrà essere rispettata su tutte le pagine. Lo stesso dicasi dei caratteri: non sceglierne più di tre per sito; lo stesso font servirà anche per gerarchizzare le informazioni: uno per il titolo, uno per i sottotitoli, uno per i testi, ad esempio.

Cerchi un corso online excel?

10 consigli per migliorare l’UX del sito web!

L’UX design non deve essere confuso con l’UI design: mentre quest’ultimo indica l’interfaccia grafica del sito internet, il primo esprime l’esperienza dei visitatori del sito. Anche se i due lavori si avvicinino e si incrocino tra loro, vi sono delle differenze che è il caso di tenere presenti. In ogni caso i due professionisti lavorano assieme affinché la navigazione sul sito web sia la migliore possibile.

L’UX designer si concentra su tutti gli aspetti del sito internet che consentono una migliore navigazione ed esperienza utente, compresi gli aspetti grafici. Realizzare un sito internet è l’occasione di seguire alcuni consigli che arrivano dal dominio dell’UX design.

Proprio come per l’UI design, conviene in un primo momento capire quale sia l’obiettivo del sito e quali siano gli elementi adatti a questo obiettivo. Una volta che sia stata stabilita questa prima tappa, sarà possibile passare alla costruzione del sito web e soprattutto alla sua architettura. È importante, ad esempio, non sovraccaricare le pagine del sito. Se hai tante informazioni da diffondere, dovresti preferire la realizzazione di più pagine, anziché di una sola (che sarebbe quindi piena da scoppiare!). Il visitatore riuscirà a muoversi più facilmente, con un menu che porti a pagine corrispondenti alle sue aspettative.

Allo stesso modo, bisogna istituire una gerarchia tra tutte le informazioni, affinché il visitatore possa fare la scelta tra le informazioni più importanti e le informazioni aneddotiche.

Cerca anche di creare un sito dinamico, con dei pulsanti ed altri elementi interattivi, che consentano agli utenti di spostarsi facilmente da una pagina all’altra. Attenzione a non trovarti con un sito troppo complesso, se il tuo pubblico è generico. Poi, se delle pagine sono in manutenzione, non dimenticare di informare i visitatori del sito e di dirigerli verso la home page.

Prova un corso di sicurezza informatica con Superprof!

E il tuo sito come hai pensato di farlo? Schematizza su carta prima di iniziare.
Il sito deve essere bello da vedere e facile da usare!

Fai anche in modo che il sito e l’insieme delle pagine si carichino rapidamente. In caso contrario, il rischio che correrai è che molti utenti, stancandosi delle lunghe attese, ti abbandonino a vantaggio della concorrenza. Una soluzione potrebbe essere quella di ridurre il peso delle foto, ad esempio.

Per ottimizzare ulteriormente il sito, dovrai anche adattare la tua piattaforma ai diversi supporti, soprattutto a smartphone e tablet, se vuoi che il tuo sito possa essere aperto e consultato da chiunque e ovunque.

Ultimo punto: scegli un contenuto di qualità: utilizza un tono corretto nei testi che scrivi, in relazione ai tuoi obiettivi e al tuo pubblico; metti anche dei testi che portino veramente più visitatori al tuo sito. Cerca anche di scegliere delle foto scattate da te stesso o da un fotografo e dimenticati degli scatti liberi da diritti, di ui trovi un’infinità di copie in tanti siti internet.

Quanto si spende per realizzare un sito internet?

Il prezzo di un sito internet dipende da molte variabili, tra cui, principalmente, la natura del sito che vorresti realizzare e il fatto se lo realizzerai interamente tu o se dovrai ricorrere alla professionalità di terzi.

Contattando un freelance, dovrai pagare almeno 350€ al giorno per la realizzazione del tuo sito; più il sito sarà complesso e pesante e più tempo sarà necessario per crearlo. Inoltre, buona parte degli sviluppatori può chiedere anche cifre più elevate, comprese tra 500€ e 1.000€ al giorno. Un modo per risparmiare potrà, allora, essere quello di semplificare la massimo il tuo sito.

Non sempre è necessario ricorre ad un portale (con elementi di interattività) o ad un sito vetrina, se tutte le informazioni che vuoi comunicare stanno su di una pagina o poco più. I siti siffatti permettono di gerarchizzare le info su di una pagina, creando in aggiunta delle sezioni tematiche, affinché gli utenti del sito stesso riescano a muoversi più rapidamente.

Hosting, nome di dominio e sviluppatore: prendi tutto in conto.
Quanto dovrai spendere per un sito internet?

Senza funzionalità sviluppate, come nel caso di uno spazio abbonati o della traduzione delle pagine in più lingue diverse, potrai allora far abbassare il prezzo del tuo sito internet

Potresti anche ricorrere alle professionalità di un’agenzia web: in questo modo, però, pagherai tutta un’équipe e spenderai più soldi. Solitamente, questa è la scelta per cui optano le imprese che progettano un sito e-commerce, che richiede diverse funzionalità, tra cui una sicurezza eccezionale. In questo caso, la spesa si conterà in diverse migliaia di Euro, fino a 100.000€ per i siti più grossi.

L’ultima soluzione è quella di certo più economica: utilizzare un CMS come WordPress o Wix, per creare ogni pagina del sito oppure codificare da solo! Dovrai comunque spendere per l’hosting e il nome di dominio del sito. Ma te la caverai con poche centinaia di Euro all’anno.

Oramai conosci davvero tutti i segreti per lanciarti nella preparazione di un sito internet!

 

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

1a lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (2 voto(i))
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura