Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Piccolo test di cultura generale ispanica!

Scritto da Igor, pubblicato il 18/10/2017 Blog > Lingue straniere > Spagnolo > 50 Informazioni Utili su Usi e Costumi Spagnoli!

Cosa sai della Spagna?

Vuoi recarti in Spagna… Ma non conosci nulla della sua cultura?

Non aspettare oltre, eccoti 50 fatti interessanti sulla Spagna che potrebbero sorprenderti.

Lingua e cultura spagnola

  1. In Spagna esistono quattro lingue ufficiali: (castigliano, catalano, basco e galiziano), tre lingue regionali non ufficiali (asturiane, aragonesi ed aranesi), oltre a molti altri dialetti.
  2. Gli Spagnoli hanno un ritmo di vita diverso, molto particolare. Pranzano tra le ore tredici e le ore quindici. Cenano attorno alle ventidue. Se per il pranzo, al sud Italia si mangia all’incirca alla stessa ora, beh, la cena degli spagnoli è veramente tardiva! Per forza di cose, poi bisogna aspettare l’alba: non per fare festa, ma per digerire!
  3. La cultura spagnola ha molto influenzato l’arte moderna della fine del 1800, con degli artisti come Antonio Gaudí (Art Nouveau), Pablo Picasso (espressionismo, cubismo, surrealismo), Joan Miró (surrealismo) e Salvador Dalí (surrealismo).
  4. Il flamenco non è precisamente una danza; si tratta di uno stile musicale.
  5. 58 milioni di turisti vanno in Spagna ogni anno, cosa che rende il Paese la quarta meta più visitata nel mondo.
  6. La Spagna è piuttosto ben nota per i festival animati, compreso quello di San Fermín( «corsa dei tori ») a Pamplona e Tomatina ( la «battaglia dei pomodori ») a Buñol.

Clime mite o caldo, spiagge lunghe migliaia di km: non si può chiedere di meglio. Le spiagge della costa catalana sono affascinanti!

  1. Oltre 150.000 pomodorisono abitualmente buttati alla
  2. Il nome ufficiale della Spagna è «Regno di Spagna »
  3. L’inno nazionale della Spagna è privo di parole, solo strumentale.
  4. Non esistono leggi sulla nudità in pubblico, in Spagna.
  5. Il 43% della produzione di olio d’oliva nel mondo ha luogo in Spagna.
  6. Dal 2008 al 2013, la squadra nazionale di calcio spagnola è stata eletta Squadra FIFA dell’anno. Il calcio è ormai una religione anche in Spagna.
  7. La Spagna ha ottenuto la sua prima Coppa del Mondo nel 2010. La nazionale italiana ne ha totalizzato ben 4, iniziando nel lontano 1932, ma la Spagna negli ultimi anni è diventata veramente una nazione temibile, tanto a livello di squadra nazionale, quanto di equipe locali: basti ricordare i successi a livello europeo di Real Madrid e Barcellona, solo per citarne due. Il Real Madrid ha partecipato a 15 finali di Champions vincendone 12; per fare un paragone basti pensare che al secondo posto di questa classifica si pone il Milan, con 11 partecipazioni e 7 vittorie. Le squadre spagnole hanno vinto in totale 17 finali, contro le 12 delle italiane e le 12 delle inglesi. Non c’è che dire: se il calcio è nato in Inghilterra ed è stato reso grande in Italia, ora è il turno della Spagna di primeggiare in Europa. E il Portogallo? Scopri le differenze e similitudini tra spagnolo e portoghese!
  8. Il topolino è stato denominato Ratoncito Pèrez in Spagna.
  9. Break, tempo libero e sieste fanno parte della cultura spagnola.
  10. La Spagna era la terza destinazione turisticapiù popolare del mondo nel 2013 (dopo la Francia e gli USA).
  11. Don Quichotte, il famoso libro scritto dall’autore spagnolo Miguel de Cervantes nel 1605, è stato eletto “libro più significativo di tutti i tempi” nel 2002 da un gruppo di 100 autori contemporanei. E noi italiani che pensavamo che Dante fosse il migliore!

La società moderna spagnola

  1. Tradizionalmente, in Spagna esistono due cognomi – uno in provenienza dal padre e l’altro in provenienza dalla madre.
  2. Gli Spagnoli celebrano l’anno nuovo mangiando un chicco d’uva in famiglia per ogni rintocco di campana.
  3. La penna d’ocaè probabilmente originaria della Spagna e dovrebbe risalire a circa 1400 anni fa.
  4. Gli Spagnoli fanno spesso ricorso alla gesticolazione (come noi Italiani, del resto) per rinforzare le affermazioni durante i discorsi. Si dice che parlino gridando, un po’ come gli Italiani! E come noi, gli spagnoli hanno tantissimi accenti diversi!
  5. In Spagna vi sono molti meno matrimoni che nel resto d’Europa, se escludiamo la Svezia.
  6. Il tasso di divorzio in Spagna è del 17% (relativamente debole, se pensiamo a cifre come il 50% degli USA).
  7. Madrid si trova al centro fisico del Paese. La piazza Puerta del Sol è il centro esatto del Paese.
  8. La Spagna è il secondo paese per rapporto tra numero di bar ed abitanti. La sera, gli Spagnoli di tutte le età amano incontrarsi ai bar, nei ristoranti di quartiere per chiacchierare e condividere del tempo insieme fino a tardi.
  9. In Spagna, poi, si possono buttare a terra rifiuti quando si è all’interno di bar e ristoranti. Stranissimo. No?
  10. La metropolitana di Madrid è il secondo sistema di trasporti sotterranei in Europa per ampiezza ed importanzaed il sesto più grande sistema nel mondo.

Toro e torero si affrontano nello stadio: uno dei due uscirà vincente, l'altro no! Tra gli aspetti tradizionali spagnoli la corrida è sicuramente uno dei più noti a livello planetario.

La cultura culinaria spagnola

  1. Gli Spagnoli ricorrono al termine «tortitas»per riferirsi a delle gallette di farina di mais.
  2. Come in Italia, ogni famiglia acquista pane fresco tutti i giorni.
  3. Pomodori, patate, avocadi, tabacco e cacao sono tutti prodotti introdotti in Europa grazie alla Spagna.
  4. Per quanto la Spagna sia più celebre per il suo vino rosso, che non per il bianco, la maggior parte delle sue vigne mostra splendidi chicchi di uva bianca.
  5. La Spagna è uno dei maggiori produttori mondiali di zafferano,un ingrediente importantissimo per le ricette di paella.
  6. La famiglia è la base della struttura sociale in Spagna. Ed infatti, come in Italia, anche in Spagna, i pranzi domenicali in famiglia sono praticamente sacri. Se l’influenza cattolica in questo è sicuramente molto forte, con la desacralizzazione della società e dei riti quotidiani, quello del pranzo domenicale è rimasto, sia a Madrid, sia a Roma. Come spiegare questo fenomeno e le differenze rispetto ad un popolo, ad esempio quello francese, che è sempre di origine latina e mediterranea, ma che non investe invece molto nella convivialità familiare? Hai mai mangiato a casa di un francese? La tradizione culinaria di Italia e Spagna è nettamente superiore!

Tradizioni spagnole e altre informazioni generali

  1. Disporre di una casa di proprietà è molto importante per gli Spagnolo. Ecco perché circa l’80% dei focolari spagnoli ha almeno una casa di proprietà. Probabilmente il re di Spagna non impone tasse elevate sulle abitazioni di proprietà, come invece succede in Italia! E i catalani sono come gli spagnoli?
  2. La maggior parte degli Spagnoli è di religione cattolica. Ed insieme all’Irlanda ed all’Italia, la Spagna è il Paese più praticante in Europa.
  3. Don o Dona sono appellativi utilizzati per riferirsi a persone particolarmente importanti.
  4. Se ti capita di essere invitato ad un pranzo a casa di Spagnoli, segui la tradizione. Essa vuole che si porti in dono un vero e proprio regalo alla padrona di casa.
  5. Per quanto riguarda gli affari, poi, gli Spagnoli amano la conversazione face to face, piuttosto che le e-mail e l’uso del telefono. E come dare torto ai cugini spagnoli: il virtuale non deve prendere il posto del fisico, non deve prevalere a discapito delle emozioni e delle sensazioni. Questione di cultura mediterranea, no? Ecco un altro aspetto culturale che imparerai, di certo, se ti iscriverai a un corso spagnolo, che sia pure, perché no, spagnolo online.
  6. Il berretto è stato indossato, per la prima volta, proprio dai nostri amici spagnoli!
  7. In Spagna, diversamente rispetto a quanto accade in Francia, non si usa molto dare la mancia. Ciò è particolarmente vero quando si pranza in locali poco costosi. È un po’ come in Italia, alla fin fine.
  8. Ogni regione della Spagna – Pais Vasco, Cataluña, Galizia– ha una sua propria lingua, un inno ed una bandiera.
  9. Barcellona dispone di 15 milioni di visitatori all’anno, mentre Madrid ne ha solo 6 o 7 milioni. Non è che la capitale della Spagna sia più piccola o meno bella; e non dipende nemmeno dal fascino di Leo Messi. La spiegazione la si può trovare sicuramente nel clima, estremamente più mite o addirittura caldo in Catalogna rispetto al centro della Spagna dove gli inverni sono rigidi e le estati torride. Per non parlare delle spiagge: hai mai visto le coste del sud della Spagna? Da restare veramente a bocca aperta per la bellezza della sabbia o degli scogli che si buttano direttamente nell’acqua del mare.
  10. L’itinerario Madrid-Barcellona è quello su cui convergono le principali rotte aeree settimanali nel mondo. Tra le due capitali, quella catalana e quella castigliana, gli aerei portano ogni giorno migliaia e migliaia di viaggiatori, spagnoli ma anche europei e extra europei.
  11. La Spagna ha ben oltre otto mila spiagge.

La società civile spagnola

Anche il Real, come il Barça e la nazionale spagnola stanno inanellando una serie di successi che sembrano essere senza fine. Al Santiago Bernabeu negli ultimi anni i tifosi del Real Madrid hanno potuto assaporare parecchie vittorie anche in campo internazionale.

  1. Il nome Spagna proviene dal termine Ispania, che vuol dire ‘terra dei conigli”. Scorpi subito tutta la storia della lingua spagnola!
  2. Il 15 maggiola tradizione spagnola vuole che tutte le donne nubili della città di Madrid visitino la cappella denominata Ermita de San Isidro. E questo al fine di trovare marito.
  3. Il matrimonio omosessuale è autorizzato in Spagna fin dal 2005.
  4. Il 23 Aprile a Barcellona si usa offrire in dono un libro o una rosa alla persona che si ama.
  5. Gli Spagnoli posseggono più macchine che telefoni cellulari. Sembra proprio strano, in un’epoca in cui ognuno dai 10 – 12 anni, ai 90 anni e a volte anche oltre, è attaccato in qualsiasi occasione allo smartphone. Ma stando alle cifre, i nostri cugini Spagnoli, sembrerebbero preferire le 4 ruote.
  6. Gli Spagnoli sono molto golosi di ogni sorta di cibo. (Te lo ricordi Sancho Panza? Era un po’ rotondetto nelle immagini iconografiche del tempo!). Ed eccoti un detto piuttosto celebre in merito: «llena Barriga, corazón contento!». Pancia piena, cuor contento, per l’appunto!

A proposito, scopri le altre grandi citazioni spagnole!

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar