Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Tutto sui centri fitness del Bel Paese

Di Catia, pubblicato il 08/01/2018 Blog > Sport > Personal Trainer > Le Palestre in Italia!

“Nello sport appena ci si ferma si regredisce!”

Quando si fa sport da soli o con un coach sportivo, un personal trainer, a casa o in palestra la cosa più difficile non è lo sforzo fisico, ma trovare in sé la spinta per andare avanti.

Può succedere che, di fronte a delle difficoltà, ci sia la tentazione di fermarsi, ed è proprio da questo che le palestre traggono vantaggio. I clienti, infatti, si impegnano con un abbonamento annuale, ma poi disertano la palestra nel giro di 4 o 5 mesi.

Altro dilemma: bisogna saper scegliere la palestra giusta. Ce ne sono di diversi tipi: con o senza contratto annuale, low cost o meno, con attività diverse come cardio training, pilates, yoga, body pump, step o body sculpt, corsi individuali o corsi collettivi ecc.

Il fitness è un settore in crescita in Italia e la sezione low cost ha preso sempre più piede con la crisi economica contribuendo al fatturato annuale del settore fitness che ammonta a €2.2 miliardi.

Ecco un breve resoconto sulle ricerche di mercato nelle palestre italiane.

I servizi offerti dalle palestre

In italia le palestre hanno un florido mercato.

Le palestre di lusso offrono un trattamento personalizzato, ma hanno costi proibitivi! Nelle palestre più lussuose del paese, anche l’abbigliamento sportivo è al top!

Ormai non tralasciano nulla nelle loro offerte di prestazioni che includono:

  • Nutrizione
  • Bevande energetiche
  • Corsi collettivi (zumba, body pump, body sculpt, step, aerobica, body fight fitness, body biking, ecc.)
  • Personal training
  • Footing in gruppo, jogging e running
  • Strumenti per misurare le proprie performance
  • Sauna e hammam
  • Asciugamani e vestiario
  • Sponsorizzazioni

Uno dei principali leitmotiv che generano adesioni nei centri fitness è il coaching nutrizionale.

Secondo un’indagine della Fondazione Danone nel 2017 oltre la metà degli Italiani è preoccupato per il proprio peso. La metà di questi ha cominciato a seguire diete fai da te e il 40% pratica un’attività sportiva.

Conoscere la quantità di proteine, lipidi o glucidi di alimenti come legumi e carni, fa parte degli ingredienti per ritrovare rapidamente la forma.

Così, il personal trainer diventa anche la guida nutrizionale delle persone in sovrappeso che vogliono fare sport per dimagrire e rassodare la pelle.

Un consiglio: meglio diffidare delle bevande energizzanti vendute in alcune palestre.

E’ un errore credere che le proprie capacità sportive saranno decuplicate grazie a questi elisir perché, in realtà, spesso contengono caffeina e sostanze eccitanti per il cuore.

Oltre a essere inadeguate durante l’attività fisica, potrebbero rappresentare un fattore di rischio per lesioni, difficoltà nella digestione, problemi cardiologici e neurologici.

Un altra domanda da farsi: è meglio seguire dei corsi collettivi o delle sessioni di personal training?

Dipende tutto dai tuoi obiettivi: fare rafforzamento muscolare con bilancieri o vogatori, seguire un allenamento cardio o lavorare sulla resistenza, lavorare su addominali e glutei, o usare macchinari di alta gamma sono tutte attività che richiedono dei corsi collettivi.

Invece, se il tuo scopo è quello di avere un programma personalizzato in funzione del tuo indice di massa corporea, IMC, e delle tue capacità cardiovascolari e respiratorie, se vuoi fare molta attenzione alle posizioni che assumi, allora dovrai optare per i corsi individuali.

Dipende tutto dal temperamento, dai gusti, dalla morfologia e dalle attitudini di ognuno.

Cerca sempre di monitorare il rischio di accidenti cardiovascolari, misurando le pulsazioni con un cardiofrequenzimetro, per esempio!

La scelta della palestra sarà condizionata dal budget che hai a disposizione.

Alcuni centri fitness offrono prezzi molto bassi, ma le loro prestazioni sono ridotte al minimo con docce, asciugamani e altri servizi a pagamento, per esempio. Altre strutture invece, offrono un programma all inclusive con piscina e sauna per recuperare.

Insomma, il costo di una palestra dipende dai servizi che ti offre.

Qual è il prezzo di un abbonamento in palestra?

L’economia ci insegna che gli uomini sono degli attori razionali che mettono a confronto l’utilità di un bene o un servizio in funzione di calcoli sul loro costo-opportunità.

A questo proposito, facciamo un paragone tra le offerte di abbonamento nelle palestre in base a quello che offrono: abbonamenti low cost versus centri fitness luxury e tradizionali. Quanto costa andare in palestra?

I prezzi delle palestre cambiano di città in città. Una palestra con un personal trainer a Cagliari costa di meno rispetto alla stessa struttura di Milano!

In genere, bisogna considerare tra 90€ e 150€ al mese per una palestra medio-alta, mentre i centri fitness a basso costo offrono delle tariffe decisamente più accessibili e comprese tra 19€ e 30€ mensili. Per le palestre di lusso i prezzi superano i 150€ al mese.

Come si spiega questa differenza di prezzo nei servizi per modellare e scolpire il corpo?

  • Il posto: le palestre di Milano o Roma sono più care che altrove
  • La gamma delle prestazioni: la qualità dei macchinati, il personal training, i servizi connessi
  • Il tipo di pubblico: rimettersi in forma per le classi agiate, o le palestre che fanno economie di scala per captare una clientela con un budget più ridotto.

Prima di scegliere dove fare attività fisica e sportiva in Italia, bisogna consultare in maniera dettagliata le tariffe e i servizi offerti a chi vuole ritrovare la forma.

Per avere un’idea dei prezzi che si possono trovare, ecco le tariffe applicate da alcune palestre di alta gamma e low cost in Italia.

Alcune palestre di alta gamma in Italia

  • Virgin Active: il franchising delle palestre d’alta gamma che offre diverse soluzioni per un abbonamento mensile, trimestrale o annuale a 125€, 110€ e 85€ rispettivamente;
  • GetFIT: palestra di Milano che offre personal trianer, corsi collettivi, sauna e mental coaching a 190€ mensili, è una delle palestre più complete e costose!
  • Margutta Luxury Gym: una palestra di Roma che offre solo servizi personalizzati con attrezzature di ultima generazione. Il prezzo è decisamente sopra 190€!

Alcune palestre low cost:

  • FitActive: il marchio italiano delle palestre low cost ti permette di avere un abbonamento in palestra con 19.90€ al mese.
  • Healthcity: il pacchetto è a 19.90€ per i servizi base di fitness. Se vuoi aggiungere sauna, bagno turco e area relax c’è un sovrapprezzo.
  • Hello Fit: ha un abbonamento base con allenamento cardio, tonico e circuit a 19.90€ al mese a cui bisogna aggiungere 11.90€ per i corsi in gruppo.

Bisogna fidarsi delle palestre economiche?

Quando un servizio costa poco bisogna sempre farsi qualche domanda.

L’allenamento sarà sicuro ed efficace? Quanto costano i servizi aggiuntivi? Come posso allenarmi da solo? È meglio l’allenamento a casa?

La parte più difficile delle palestre low cost è trovare la motivazione per non smettere di allenarsi. Forza! E’ arrivato il momento di fare ginnastica!

Le palestre low cost offrono la stessa qualità dei centri sportivi tradizionali in termini di sicurezza e benessere?

I franchising delle palestre economiche si stanno diffondendo sempre di più in Italia, uscendo dal Nord e conquistando anche le regioni del Centro e del Sud. E’ il caso, per esempio, di:

  • Fit Express: questi franchising del fitness hanno sedi a Milano, Torino, Latina, Napoli ecc. Offrono un abbonamento base a 19.90€ a cui bisogna aggiungere 6.90€ per i corsi collettivi e 5.90€ per la zona relax. Il vantaggio, oltre al prezzo, è che puoi frequentare le sale fitness quando vuoi visto che sono aperte 24 h su 24, 7 giorni su 7.
  • McFit: è una delle prime palestre low cost in Italia e ti permette di provare i suoi servizi a 4.90€ al mese per i primi sei mesi. I successivi 24 mesi hanno un costo mensile di 23.90€. Non ci sono solo attrezzature, ma anche corsi live dedicati a potenziamento, resistenza e relax.

Il funzionamento delle sale low cost varia a seconda della catena, ma ci sono delle caratteristiche comuni:

  • l’abbonamento base ha un costo di circa 20€
  • per i corsi collettivi come pilates, zumba e l’area relax c’è un prezzo aggiuntivo che va dai 6 ai 12€;
  • di solito non è previsto il personal trainer, e comunque ha un costo a parte;
  • l’accesso è libero e molto flessibile inclusi gli orari serali e i week end.

E’ abbastanza logico che con 20€ al mese è impossibile pagarsi un personal trainer! Questo vuol dire che dovrai usare da solo i macchinari.

Attenzione però ai rischi che corri: tendiniti, fratture, contratture e peggio ancora, accidenti cardiovascolari.

Per quanto i macchinari siano moderni, il rischio zero non esiste mai!

Non bisogna diffidare del prezzo applicato dalle palestre low cost quanto dei servizi offerti. Per questo è meglio farsi qualche domanda in più prima di sottoscrivere un abbonamento biennale. Sarei in grado di usare le attrezzature da solo? Sono in buone condizioni di salute per fare attività fisica senza un accompagnamento?

Le palestre per donne

Da quando è nato il fitness, oltre 60 anni fa, le donne sono sempre state il cliente più affezionato e il target del marketing delle palestre. E per quelle che hanno meno tempo, il fitness a casa riscuote molti riscontri!

La seduzione, l’estetica, la bellezza di un corpo scolpito sono tutti fattori che fanno vendere. Ecco perché nelle brochure per le palestre o i siti internet fatti per attirare nuovi clienti si usano spesso delle foto di donne.

Visto che l'immagine della donna è tanto usata per promuovere i corsi di fitness, perché non avere delle palestre con personal trainer donne? L’immagine della donna è la più usata per i prodotti di bellezza e cura della persona!

Per poter assomigliare anche solo per sbaglio, alle attrici dei grandi poster che si vedono in città, molte donne scelgono di allenarsi in palestre tutte al femminile.

Ci sono ottime ragioni che spingono le sportive a iscriversi in palestre per sole donne:

  • niente sguardi indiscreti e ansia da prestazione
  • attrezzature e macchinari adatti alla corporatura femminile
  • un ambiente stimolante per rimanere motivate
  • niente stress e divertimento con le amiche

Gli italiani che frequentano le palestre sono circa 5.5 milioni, stando allo studio della Deloitte, European Health&Fitness Market Report. L’offerta delle palestre diventa sempre più specializzata e alcune hanno deciso di aprire i loro tornelli solo a un pubblico femminile:

  • Palestre Curves
  • Mrs. Sporty
  • Lady Fitness

Per quanto riguarda le tariffe, l’abbonamento è leggermente più alto rispetto alle palestre low cost: 30-50€ al mese piuttosto che 20-30€ dei franchising economici. 

Le attività principali sono i corsi collettivi di step, zumba, pilates e le discipline incentrate sul ritmo e la musica. Un occhio di riguardo anche all’alimentazione e ai programmi per perdere peso.

Alla fine dei conti, mantenersi in forma non è poi così costoso!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 3,00 su 5 per 2 voti)
Loading...
avatar