Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Seguire un corso di francese per imparare a scrivere meglio?

Blog > Lingue straniere > Francese > Com’è il Livello Ortografico dei Francesi?

Quasi un milione di insegnanti insegnano il francese in tutto il mondo.

In occasione del XIV Congresso Mondiale degli Insegnanti di francese tenutosi a luglio 2016, un migliaio di insegnanti si sono riuniti per parlare del loro metodo di insegnamento.

Attributi, verbi riflessivi, proposizioni subordinate, più che perfetto, futuro anteriore, imperfetto, pronomi relativi, ausiliare avere o essere, infinito, verbi transitivi, congiuntivo, preposizioni, avverbi, aggettivi possessivi…Termini e concetti grammaticali francesi considerati troppo complessi.

Gli stranieri che non parlano il francese come prima lingua fanno fatica a impararla.

Ma allora, come se la cavano i francesi con l’ortografia?

Con l’avvento di internet, dei social network e degli smartphone, i francesi sono notevolmente regrediti in ortografia. Sarebbe opportuno che anche loro seguissero un corso di francese per spolverare le regole dimenticate!

Infatti, le abbreviazioni e il linguaggio degli SMS vengono privilegiati a scapito della buona scrittura.

Hai notato che il tuo livello non è più lo stesso? Hai dubbi su parole che in precedenza non ti avrebbero causato alcun problema?

Ecco alcuni modi per imparare a scrivere meglio in francese!

Come scrivere meglio in francese?

In che modo si può migliorare?

I francesi non dimostrano di avere un buon livello di ortografia.

Lo dimostra un sondaggio condotto dall’istituto di ricerca Pisa che, ogni tre anni, analizza la situazione dei ragazzi di 15 anni di età in 34 paesi membri dell’OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico):

  • Nel 2004, il 15% dei giovani era in difficoltà con il francese, contro il 22% nel 2007.
  • Il punteggio francese è 488 nel 2006 mentre la media è di 500.

Anche tu hai difficoltà con la lingua di Moliere?

Non preoccuparti, sei sicuramente in grado di migliorarti e di correggere gli errori di ortografia e grammatica.

Ecco alcuni suggerimenti per una migliore scrittura in francese:

  • Individua le tue difficoltà: l’ortografia pura, la punteggiatura, la sintassi o il vocabolario?
  • Dai un’occhiata sul sito web bien écrire, che offre esercizi e corsi gratuiti di francese: coniugare i verbi, scrivere con l’ortografia corretta, trascrivere un dettato…
  • Il tuo computer può diventare il tuo insegnante: sottoponiti regolarmente a test su internet per valutarti e monitorare il tuo miglioramento.

Su Internet puoi trovare tanti esercizi gratuiti per valutare e migliorare il tuo francese! Migliora il tuo francese con gli esercizi gratuiti presenti sul web!

  • Rivolgiti a un insegnante per un ripasso completo.
  • Utilizza il controllo ortografico non appena dubiti di una parola.
  • Prepara delle schede con nozioni complicate in grammatica o nelle coniugazioni: passivo, subordinate… ed elenca alcune parole invariabili che usi frequentemente per evitare errori stupidi.
  • Se non ami i corsi 2.0, armati di un dizionario francese e di un Bescherelle in maniera permanente.

I tuoi miglioramenti avranno un impatto certo sul tuo futuro.

Se vuoi iscriverti a un’università francese, tieni bene a mente questo: la padronanza e la conoscenza della lingua francese sono fondamentali.

Come diventare bravi in ortografia?

Ecco alcuni suggerimenti per migliorare l’ortografia.

Supera la certificazione Voltaire, un accurato test di ortografia che certifica che è possibile scrivere senza effettuare errori di ortografia.

Valore aggiunto sul tuo CV, la padronanza del francese rimane un’abilità ricercata dai reclutatori.

Se non sei ancora a quel livello, ecco qualche consiglio per scrivere senza errori!

  • Usa manuali scolastici o riferimenti conosciuti come il Bled o il Bescherelle.
  • Padroneggia le regole ortografiche e grammaticali di base: la distinzione tra “a” e “à”, la concordanza numerica, l’ortografia di un aggettivo di colore, il genere di una parola femminile o maschile…
  • Sottoponiti a dettati per controllare la tua ortografia.

Grazie ai dettati, puoi migliorare in maniera evidente le tue competenze in ortografia! I dettati sono l’esercizio migliore per migliorare le proprie competenze ortografiche!

  • Leggi! La lettura ti permetterà di migliorare la tua scrittura senza renderti conto dello sforzo compiuto. Sì, ma che cosa? Albert Camus, Moliere, Marcel Pagnol, Voltaire, Corneille, Jules Vernes, Flaubert, Balzac, Hugo e Daudet… Tutti gli autori noti per alcune opere molto famose.
  • Rivedi ciò che hai scritto, fai un’auto-correzione o chiedi a un amico di correggerti.
  • Se hai qualche dubbio, affidati a un dizionario online o a un correttore francese.
  • Sottoponiti a test online una volta alla settimana, scarica vari documenti disponibili su Internet, in breve approfitta della ricchezza di strumenti disponibili sul web.

Anche se non desideri studiare la letteratura o superare un esame importante, la scrittura è essenziale anche per la preparazione di una lettera motivazionale.

Gli errori d’ortografia più diffusi

Quali sono i più comuni errori commessi con il francese?

Prepara schede per rettificare i tuoi errori più ricorrenti o affidati a un insegnante per lavorare con metodo e un approccio pedagogico.

Sulla piattaforma di Superprof puoi trovare l’insegnante che fa al caso tuo.

In media, un corso costa 20 euro all’ora: a seconda dell’esperienza e del diploma del docente, la tariffa può cambiare.

Sarai in grado di migliorare in francese senza viaggiare, ma frequentando un corso a distanza tramite Skype.

Se preferisci fare tutto da solo, ecco un piccolo promemoria sugli errori più frequenti in francese:

  • Le parole invariabili: déjà, parmi, malgré, longtemps, tôt…
  • L’uso della negazione.
  • Le parole che usi più spesso come “accueil”  e “chiffre d’affaires”…
  • La differenza tra “ça” e “sa” o “ce” e “se”.
  • La coniugazione del verbo “appeler”: una sola “l” per nous appelons ma due “l” per j’appelle…
  • La corretta scrittura dei numeri. 
  • Le parole simili che vengono spesso confuse: tort o tord, prêt o près, différend o différent…
  • Con un lavoro regolare sarai in grado di progredire rapidamente.
  • Non dimenticare di sottoporti a test online con gli esercizi che trovi sul web.
  • I trattini ora soppressi dalla riforma ortografica non dovrebbero più comportare problemi.

E persisti finché sarai lontano dalla perfezione!

Il livello ortografico sta virando verso il basso?

I francesi sono peggiorati in ortografia?

Loic Drouallière, nel suo libro “Orthographe en chute, orthographe en chiffres” traccia un record allarmante del livello di ortografia dei francesi.

Secondo le statistiche, i francesi sarebbero regrediti di due livelli in ortografia.

Quindi, un allievo del liceo di oggi commette più o meno gli stessi errori di un allievo delle medie di 15 anni fa.

Un compito in classe di oggi presenta in media il 70% di errori più rispetto ad alcuni anni fa.

Ma da cosa è causato questo ribasso?

Il livello ortografico dei francesi sta drasticamente diminuendo negli ultimi anni! Il livello ortografico dei francesi: in caduta libera!

  • Regole complicate e obsolete?

Alcuni indicano la grande complessità della lingua francese come una delle possibili cause.

Ma, se 20 anni fa i francesi ci riuscivano, perché mai oggi ne sarebbero incapaci?

  • Cambiamenti nel programma scolastico?

Una volta, le lezioni erano molto più focalizzate sull’ortografia, la grammatica e le coniugazioni.
Inoltre, il dettato era un esercizio quotidiano!

Oggi vengono enfatizzati maggiormente gli approcci multidisciplinari, forse perché gli insegnanti vogliono insegnare troppe cose agli studenti, perdendo di vista l’essenziale?

  • Il linguaggio degli SMS.

I “slt” hanno sostituito i “salut”, il “sava” il “ça va”…

L’incremento dell’utilizzo di Internet e dei social network ha messo in pessimo stato il francese.

  • L’ortografia non è un esercizio da esame di maturità: perché, quindi, metterlo in secondo piano?

La riforma ortografica

Quali sono le conseguenze della riforma ortografica?

Nel 1990, l’Accademia francese ha proposto una revisione dell’ortografia francese.

In realtà è stato il primo ministro Michel Rocard a lanciare l’idea.

Tuttavia, si è dovuto attendere fino al 2015 perché questa riforma prendesse forma.

Anzi, fino ad allora: silenzio radio, nessuna notizia sull’accento grave, acuto, sul trattino e sulle parole composte.

In un bollettino ufficiale emanato dal Ministero dell’Istruzione il 26 novembre 2015 viene menzionato “L’insegnamento dell’ortografia fa riferimento alle correzioni ortografiche pubblicate dalla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Francese il 6 dicembre 1990”.

Ma in che cosa consiste questa riforma ortografica?

Semplicemente nella modifica dell’ortografia di oltre 2000 parole.

  • L’accento circonflesso scompare dalle i e dalle u, quindi “s’entrainer” è da considerarsi ormai corretto.
  • Anche il trattino scompare: scriveremo quindi “weekend”
  • Le parole complesse lasciano spazio a costruzioni intuitive come “ognon”

Nell’era del digitale e dell’esplosione dei social network, tutti hanno voluto dire la loro: nasce un vero ronzio di questa riforma.

Molti si sono ribellati nel vedere la lingua di Molière distorta per facilitarne l’apprendimento.

Ma gli esperti rimangono formali: questa riforma mira a ridurre le anomalie del francese, non a semplificarlo!

La riforma ortografica del francese è stata fatta anche per eliminare certe anomalie linguistiche! Una riforma ortografica per eliminare le anomalie linguistiche?

D’altra parte, alcuni si domandano: se queste modifiche favoriscono senza dubbio i figli di oggi, cosa ne è di quelli che hanno impiegato anni ad assimilare questa ortografia?

Stanne certo, se c’è una riforma, non rivoluzionerà l’ortografia.

Nessuno sconvolgimento in vista, semplicemente piccole rettifiche logiche che dovrebbero essere facilmente assimilabili da tutti.

Come avere un buon francese giornalistico ?

Una storia senza taglio è come una pizza senza formaggio.

Cerca di mangiare una pizza escludendo formaggio e tutto quello che otterrai sarà…un panino.

Quando impari a scrivere come un giornalista, le prime cose da imparare sono le seguenti:

  • Come identificare gli angoli?
  • Qual è il tuo argomento?
  • Porta fonti, risposte?

In questa prospettiva, è necessario:

  • Iniziare con le informazioni più importanti!
  • Cercare le notizie, ulteriori informazioni,
  • Evitare il gergo o le frasi vaghe
  • Controllare sempre l’ortografia e la grammatica

E, per scrivere in francese come un giornalista, ci vogliono tempo e un investimento di energie.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar