La riuscita scolastica, per uno scolaro della scuola elementare, passa attraverso tappe che possono essere, a seconda dei casi, più o meno importanti. E tra queste ultime, prima di entrare ufficialmente nella scuola media, i nostri figli sono ancora degli scolari di scuola elementare e, in quanto tali, hanno bisogno di essere guidati ed aiutati, chi più chi meno. Le elementari rappresentano il pilastro dell'educazione e della formazione e se non vengono vissute in maniera corretta, completa e attenta, rischiano di inficiare tutto quello che verrà dopo.

Insomma, detto altrimenti: meglio costruire delle basi solide a partire dalla scuola elementare, per evitare di trovarsi a correggere il percorso durante gli anni successivi. Anche perché, dopo, potrebbe essere troppo tardi!

E se andiamo a fondo nell'analisi della questione, ci rendiamo conto di quanto fondamentali possano essere le ore dedicate ai compiti a casa. Infatti, proprio tra i sei e i dieci anni, i bambini scoprono che i compiti per casa:

  • esistono,
  • devono essere svolti regolarmente, costantemente,
  • devono essere svolti correttamente,
  • servono per fissare quanto fatto durante le ore del mattino in classe.

In quanto genitore, anche tu, a volte potresti sentirti smarrito di fronte ad alcune richieste dei maestri, di fronte a terminologie nuove (per te, che sei uscito dal sistema educativo da qualche anno) e di fronte alle difficoltà di tuo figlio o di tua figlia.

Proprio per rispondere ai tuoi dubbi, leggendo questo articolo troverai i nostri consigli, suddivisi classe per classe. Buona lettura!

I migliori insegnanti di Aiuto compiti disponibili
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (41 Commenti)
Daniele
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Deborah
5
5 (29 Commenti)
Deborah
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (8 Commenti)
Paolo
24€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (41 Commenti)
Daniele
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Deborah
5
5 (29 Commenti)
Deborah
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (8 Commenti)
Paolo
24€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

I compiti a casa in prima elementare

In prima elementare, per la prima volta, i compiti per casa sono un vero e proprio affare di famiglia.

Si può discutere se sia corretto oppure no, ma è un fatto: gli insegnanti al giorno d'oggi danno per scontato l’intervento di genitori o fratelli maggiori (ma anche i nonni, perché no?) nello svolgimento dei compiti a casa di un bambino di prima elementare.

Questo non accade in presenza del cosiddetto tempo pieno o rientro a seconda di come lo si voglia chiamare. In questo caso, i piccoli scolari faranno i loro compiti a scuola nelle ore pomeridiane e molto raramente porteranno a casa disegni, frasi, letture da svolgere.

Devi prima individuare le difficoltà e le loro ragioni; solo così puoi eliminare la causa e far progredire tuo figlio.
Per ripassare le lezioni delle elementari, esistono diverse tecniche!

Ma nel caso del tempo tradizionale, quando l'ultima campanella della giornata suona al massimo alle 13:50, le ore del dopopranzo dovranno essere dedicate allo svolgimento dei compiti. Ecco, allora, che si rende necessario l'intervento di un adulto o, nella migliore delle ipotesi, di un fratello o di una sorella maggiore, volenteroso e non troppo impegnato con i propri compiti (situazione da non dare troppo per scontata, tra l'altro).

La mamma o il papà sono i candidati principali, ovvio. Ma cosa fare se i genitori non dovessero essere presenti? Capita spesso in quei casi in cui entrambi lavorano fuori casa e rientrano nel tardo pomeriggio o addirittura per cena. Il bambino non può certo aspettare le 20 per iniziare a fare i compiti!

Ecco allora che interviene una figura esterna, quella del maestro privato: un professionista dell'educazione, della pedagogia e aggiornato sugli sviluppi più recenti dei programmi ministeriali.

Può sembrare triste dover delegare a terzi l'attività di affiancamento del proprio figlio nello svolgimento dei compiti per casa, ma sempre più spesso oggi si tratta di una necessità.

Se vuoi approfondire questa tematica, puoi leggere il nostro articolo su come aiutare i piccoli di prima elementare nei compiti per casa!

I compiti a casa in seconda elementare

Finita la prima elementare, subito la seconda! È normale. Quello che è meno normale, almeno secondo alcuni, è l’accanimento con cui alcuni maestri e alcune maestre si dedicano a dare compiti a casa.
Nulla di male, se i compiti sono dati in una certa misura e con una certa logica. Capita però che vi siano paginate da scrivere, tabelline e operazioni di matematica da copiare e risolvere, … Non che il livello non sia adatto a quello di scolari di seconda elementare, certo. Quello che colpisce, a volte, è la quantità e il numero di ore necessarie per svolgere tutti i compiti in modo coscienzioso.
E quando i genitori rientrano tardi dal lavoro, questo rischia di creare più di qualche tensione, all’interno del nucleo famigliare, ma anche a livello del bambino stesso, che rischia di sentirsi inadeguato, se il giorno successivo si presenta a scuola con i compiti non svolti o svolti solo parzialmente.

Non a caso, dei professionisti dell’insegnamento privato sono a tua disposizione, con il loro bagaglio formativo e di esperienza.
Aiutare gli scolari di qualsiasi età a fare i compiti per casa non è mai un compito semplice!

Ecco, quindi, che sarà necessario ricorrere, anche in questo caso, ad un aiuto esterno, un professore privato che si occupi di seguire il bambino nello svolgimento dei compiti per casa.

Che si tratti di un maestro per il dopo scuola o del genitore stesso, l’importante è far capire al piccolo che i compiti non sono poi così insormontabili come potrebbe sembrare. C’è un effettivo rischio – nel sovraccaricare di compiti i bambini – di provocare un disinnamoramento degli scolari nei confronti della scuola.
Insomma, i compiti sono sì tanti, ma il genitore non dovrà esplicitarlo ancora di più. Dovrà, invece, riuscire ad attuare una gestione ed una organizzazione dei compiti tale da far percepire il tutto semplice e rapido. Stando attenti – ovvio – a non svolgere i compiti al posto del figlio!

I migliori insegnanti di Aiuto compiti disponibili
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (41 Commenti)
Daniele
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Deborah
5
5 (29 Commenti)
Deborah
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (8 Commenti)
Paolo
24€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (41 Commenti)
Daniele
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Deborah
5
5 (29 Commenti)
Deborah
18€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (8 Commenti)
Paolo
24€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

I compiti a casa in terza elementare

In terza elementare, la matematica inizia a farsi interessante e con l’italiano si entra in una dimensione approfondita; la storia e la geografia cominciano a trattare temi affascinanti, … Il tutto viene collegato assieme, cercando di dare una dimensione di globalità, di completezza ai bambini. Ma questo richiede maggiore impegno, a scuola e a casa.

Dividere delle quantità in gruppi, escogitare soluzioni e predisporre algoritmi, afferrare il senso delle rime alternate o baciate, scrivere i primi componimenti: si tratta di esperienze immense, che andrebbero sottolineate nella loro portata e grandezza.

Non c’è però sempre il tempo necessario per far cogliere ai piccoli il senso di quello che stanno facendo, con il rischio, fin troppo tangibile, che la scuola sembri solo un’immensa fatica. Quando poi tutto deve essere relazionato ai compiti pe casa, … allora il rischio è di andare in contro ad una vera e propria tragedia!

Che, invece, va evitata nel modo più assoluto, se si vuole mantenere l’amore per lo studio o, comunque, per l’apprendimento delle nozioni; se si desidera che i bambini capiscano quanto è importante approfittare appieno dell’esperienza scolastica.

I genitori possono intervenire nel momento dei compiti da svolgere a casa e, proprio in questa occasione, devono far capire quanto falso sia che il compito a casa è un incubo; devono trasformare lo studio per il giorno successivo in un gioco o in una gara da svolgere a casa, con il papà, la mamma o il fratello e la sorella. È altrettanto importante che il piccolo ottenga dei riconoscimenti per quello che fa: ecco allora l’importanza dei complimenti, in occasione della risoluzione di un problema, dell’apprendimento di una poesia o di un capitolo di storia.

In questo modo, anche i compiti meno interessanti diventeranno oggetto di maggiore attenzione da parte dello scolaro di terza.

Approfitta dei nostri consigli, per organizzare il lavoro dei compiti a casa di terza elementare!

I compiti a casa in quarta elementare

Da più parti si sente dire che il quarto anno delle scuole elementari sarebbe l’anno più amato, quello in cui, a patto di aver trascorso in modo saggio ed efficiente i tre anni precedenti, si riusciranno a collegare tra loro concetti e nozioni apparentemente separate, dando un senso di completezza a tutto il lavoro svolto.

Matematica, italiano, storia e geografia danno un senso agli anni di studio precedenti.
La quarta elementare è un anno in cui le conoscenze dei primi tre anni vengono valorizzate!

È anche un momento di stallo, in attesa di passare all’ultimo anno delle elementari, quello che rappresenterà il trampolino per la scuola dei grandi, la scuola media.

Ma è anche l’anno in cui chi ha mostrato lacune o ritardi dovrà approfittare per rimettersi in pari, preparandosi appunto per la quinta elementare.

Se la scuola, con il proprio corpo insegnante, non è riuscita nei tre anni precedenti a stimolare a sufficienza il bambino, e se già non si è deciso di intervenire in qualche maniera più forte, allora sarà proprio il caso di rivolgersi ad una figura professionale durante i pomeriggi della quarta elementare: sarà un professore privato, ma oltre ad essere al corrente del programma ministeriale relativo alla scuola elementare, dovrà avere anche un ottimo approccio pedagogico, dovrà saper farsi ascoltare e farsi capire.

Le sue lezioni del pomeriggio, oltre ad accompagnare il bambino nello svolgimento dei compiti per casa e nel recupero delle lezioni non capite, dovranno sviluppare nello scolaro un’emulazione metodologica e organizzativa, dovranno dargli motivazione e fiducia in sé e dovranno sviluppare in lui curiosità e senso del dovere. Un compito non facile, certo, ma indispensabile davvero!

I compiti a casa in quinta elementare

Tuo figlio è finalmente arrivato in quinta elementare, ma ti sembra che ancora presenti difficoltà nello svolgimento dei compiti per casa; oppure ha semplicemente bisogno di essere tallonato da vicino, seguito passo passo, ma tu non te ne puoi occupare.

Non è un problema, dato che, come avrai capito, esiste una soluzione più che valida, ovvero quella dell’insegnante privato per i compiti a casa in quinta elementare.

D’altro canto, meglio ora che l’anno successivo, quando sarà alle scuole medie, dove il gioco si farà ancora più duro, dove le pretese degli insegnanti saranno più elevate, dove le materie si moltiplicheranno in numero e dove l’ambiente – classe rischierà di essere diverso da quello delle elementari (e non necessariamente in meglio).

Le esigenze di ogni bambino sono diverse e differenti saranno i dopo scuola che saranno richiesti nei singoli casi.

Chi ha difficoltà in matematica, in inglese o in italiano, avrà bisogno di un doposcuola specifico, che miri a coprire i buchi formativi ed educativi nella preparazione del soggetto stesso.

Ma dopo questa ultima esperienza, tuo figlio sarà pronto per accedere alla scuola dei grandi.
L’ultimo scoglio prima della scuola media: la quinta elementare e i suoi compiti più complessi!

Chi teme di non arrivare sufficientemente pronto all’anno che verrà (quello della prima media), cercherà un doposcuola anticipatario, durante il quale verrà accresciuta la fiducia del piccolo in se stesso e verrà sminuita la portata dell’entrata in prima media.

Infine, chi non ha assolutamente problemi né a livello di preparazione, né a livello di integrazione in classe o qualsiasi altra cosa, potrebbe approfittare delle ore del pomeriggio per approfondire temi particolari, come la scrittura creativa, l’inglese o un’altra lingua straniera, pittura, astronomia, scacchi e altri giochi matematici.

Insomma, ognuno ha un buon motivo per contattare un insegnante privato!

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

1a lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (1 voto(i))
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura