Pagina iniziale
Dare lezioni

Lezioni di violino a Verona

🥇 I/le migliori insegnanti di Verona
💻 11 insegnanti disponibili
🔒 Pagamenti sicuri con Superprof
💸 Nessuna commissione

Qual è il tuo livello?

Eccellente
commenti su
Lezioni private con Superprof

La nostra selezione di insegnanti privati/e di violino a Verona

Visualizza più insegnanti

5,0 /5

Il voto medio dato ai/alle nostri/e insegnanti di violino a Verona è di 5,0 con più di 1 commenti.

23 €/ora

Le migliori tariffe: il 100% dei/delle nostri/e insegnanti offre la prima ora di lezione. In media, le lezioni di violino a Verona costano 23€.

4 h

Veloci come saette, i/le nostri/e insegnanti ti rispondono in 4h.

01

Trova il/la tuo/la insegnante di violino a Verona

Dai un'occhiata ai profili di Verona e contatta un/un' insegnante secondo i tuoi criteri (tariffe, diplomi, commenti, lezioni di violino a domicilio o via webcam)

02

Organizza le tue lezioni private di violino a Verona

Parla con l'insegnante di violino per condividere le tue necessità e disponibilità. Programma le lezioni di violino e pagale in tutta sicurezza attraverso la chat Superprof. Imparare a suonare il violino a Verona non è mai stato così facile.

03

Vivi nuove esperienze

Il "Pass Alunno" ti consente l'accesso illimitato a tutti/e gli/le insegnanti, coach, maestri/e alle masterclass di Violino a Verona, o in altre città, oppure online, per 1 mese. Un mese intero per scoprire nuove passioni.

Scopri tutti/e i/le nostri/e insegnanti di violino a Verona

Corso violino: i nostri consigli imparare a suonare il violino

Violino a Verona Conservatorio, per eguagliare i grandi veneti del passato

Il Conservatorio di Musica di Verona si trova in via Abramo Massalongo ed è intitolato ad E. F. Dall’Abaco.

Tra i musicisti veronesi, la cui biografia, produzione compositiva ed attività didattica e concertistica potrebbe essere fonte di ispirazione per un’iscrizione al Conservatorio, si stanno oggi riscoprendo alcuni nomi che certamente danno lustro alla traduzione musicale locale, nonché alle esperienze orchestrali dei veneti nel mondo. Ti segnaliamo, in particolare, quattro compositori d’eccezione della seconda metà dell’Ottocento. Essi si distinsero, fra le altre cose, anche per direzioni di orchestra di grande spessore e i loro nomi sono: Domenico e Jacopo Fioroni, Carlo Pedrotti e Franco Faccio.

Prendere in analisi le vite e soprattutto gli spostamenti professionali di questi personaggi di spicco potrebbe essere un’ottima maniera di scoprire quanto la musica sia radicata a Verona, nei termini di cultura portante, peso storico e responsabilità artistica di portata europea ed internazionale.

Una piccola ricerca in merito potrebbe introdurre la tua analisi accurata dei pro e dei contro di una carriera da violinista ed orchestrale. Effettuala tu stesso, prima di procedere con la cernita di un eventuale maestro di violino a Verona città e provincia.

Retroscena dell’iscrizione al Conservatorio

Studiare violino al Conservatorio di Verona è certamente il sogno di molti ragazzini e dei loro genitori.

Questi ultimi possono aver desiderato, nella loro infanzia, di accedere ad un’istituzione così prestigiosa, senza però aver la possibilità di proseguire verso il perseguimento di tale chimera. Vivono, allora, attraverso la prole, nuovamente questo idilliaco progetto.

Altre famiglie, invece, pur non avendo mai avuto propensione musicale – o meglio non essendone divenuti consapevoli – sono assai sensibili ai desideri e alle doti dei figli e capiscono se è il caso di condurli oltre al semplice hobby!

Iscriversi al Conservatorio per diventare pianista, violinista, cantante è un ‘esperienza al contempo da sogno e faticosa. Entrare in una simile istituzione è una scelta totalizzante. Significa abbracciare la musica non solo come passione e svago, ma anche come carriera studentesca. E gli studi, si sa, sono lunghi: dieci anni non sono certamente pochi.

Il Conservatorio, inoltre, porta generalmente a proiettarsi verso la carriera musicale anche in termini professionali. Da un lato, perché studiando sempre e soltanto musica è ben difficile pensare, poi, di poter fare qualsiasi altro mestiere. Dall’altro perché, ovviamente, chi vi si iscrive e riesce a superare i diversi esami, fino al conseguimento del diploma finale – oggi equiparato ad una laurea specialistica - certamente vorrà essere un musicista nella vita e non anela, magari, ad alcun altro genere di professione (anche perché non ne avrebbe il tempo).

Se fin qui il ragionamento è semplice e lineare, bisogna però portarlo alle estreme conseguenze. Cosa succede se un giovane, pur di talento, ad un certo momento non riesce più a proseguire sulla strada dello studente di Conservatorio?

Naturalmente, non si tratta di essere pessimisti, ma di porsi davanti ogni eventualità e di porla seriamente al proprio figlio, nel momento in cui egli stia valutando cosa fare della propria vita e della propria carriera di studente.

Scelta esclusiva o complementare?

La musica, generalmente, è un’attività complementare per i bambini e i ragazzini, che parallelamente frequentano la scuola, la palestra, i corsi di inglese, informatica e quant’altro.

Un conto è studiare musica privatamente, prendendo una o due lezioni private a settimana, un altro è prepararsi per essere ammesso al Conservatorio – per esempio per integrare una classe di violino a Verona.

Il Conservatorio è un percorso iperspecialistico, lungo e rigorosissimo.

Se, un tempo, lasciare gli studi a metà poteva significare non proseguire più in nessun campo, oggi, con la divisione tra il primo ed il secondo livello degli studi – ripresa da quella già in auge nelle università dapprima europee, poi anche italiane – consente comunque di poter cambiare idea, o battere in ritirata, senza restare proprio a mani vuote.

Insomma, non esiste più solo la possibilità di un diploma decennale o quella di mettersi in tasca il solo diploma di teoria e solfeggio.

Oggi, affrontando gli esami previsti fino all’ottavo anno del Conservatorio, si esce comunque con un utilissimo ed anche degno di ammirazione Diploma di Primo Livello. E questo, in qualche modo, risolleva le sorti professionali, nonché l’autostima di coloro che, pur studiando musica per tanti anni, decidono poi di cambiare rotta.

Ovviamente, conseguire gli esami relativi all’ottavo anno di Conservatorio non è certamente un gioco da ragazzi. Ed ecco perché è importante sapere bene cosa si intenda fare della propria passione per la musica, prima di addentrarsi in una carriera di studi che potrebbe rivelarsi impegnativa e, soprattutto vincolante.

Studiare violino a Verona per molte ore al giorno, frequentare tutte le lezioni del Conservatorio, non lascia spazio al perseguimento di molti altri interessi culturali, personali e professionali. Ecco perché è importante che la musica corrisponda esattamente al proprio obiettivo finale: in termini di scelta di vita e lavorativi.

Se non ci si riconosce in questo descrittivo, insomma, sarà probabilmente più opportuno mantenere vivi l’interesse e la pratica per lo strumento che si ama, senza tuttavia tuffarsi a capofitto in un percorso come quello proposto dai conservatori di musica.

Vie ibride del violino a Verona

Naturalmente, non considerare il Conservatorio fra le possibilità di studio tue o di tuo figlio, non significa relegarsi ad essere o far essere lui un appassionato musicista di serie B. Significa soltanto posporre una specializzazione (è possibile accedere al Conservatorio anche in corso di studi) dopo essere stato seguito privatamente o optare per una formazione musicale a latere rispetto al percorso di studi fatto al Liceo e all’Università.

A volte, poi, non tutti maturano un’autocoscienza precoce e, dunque, la capacità di sapere esattamente cosa fare e come farlo, in giovane età. Ogni individuo ha un percorso di maturazione diverso da quello degli altri, che vari in base al capitale sociale e culturale, a variabili psicologiche. Per assurdo che possa sembrare, uno studente anche brillante del Conservatorio potrebbe decidere, poi, di dedicarsi al solo insegnamento o alla storia della musica, senza più toccare il suo strumento. Di pari, un musicista che non è passato dal Conservatorio potrebbe comunque essere riconosciuto dal pubblico, per le doti eccezionali.

Naturalmente, i titoli academici hanno il loro peso, in ambito musicale, universitario, professionale. Ma sappiamo che talento e passione devono sempre condire il conseguimento dei titoli, pena il loro inutilizzo o l’abbandono del percorso per ottenerli.

Una delle cose più utili da fare per riuscire a capire quale via intraprendere per studiare violino a Verona è quella di indagare su se stessi o sul proprio figlio e, possibilmente:

  • essere certi che lo strumento piaccia (si apprezzano le esecuzioni di violinisti e violoncellisti?)
  • essere attratti dall’universo musicale generalmente inteso (ritmo, tempo, partiture, ascolto, sperimentazione, improvvisazione, canto e movimento corporeo)
  • capire fino a che punto si spinga l’interesse per il violino (curiosità o brama di padroneggiarne l’uso?)
  • scoprire se la difficoltà dello strumento (ad esempio rispetto a quella del pianoforte o di uno strumento a fiato) possa essere un fattore demotivante o il motivo per impegnarsi a fondo insieme ad un insegnante esperto
  • tratteggiare il profilo dell’insegnante ideale di violino a Verona (giovane, maturo, del Conservatorio, privato, a domicilio, presso una scuola o un’accademia?)
  • sperimentare un percorso di studi anche provvisorio (anche con due insegnanti diversi e seguendo due percorsi differenti e paralleli), per poi giungere ad una scelta finale dell’indirizzo di studi.

Le domande più frequenti:

💸 Qual è il costo medio di una lezione di violino a Verona?

A Verona, il costo medio di un/una prof privato/a di violino è di 23 e può variare per tre motivi.

  • L'esperienza e la formazione del/della professore/essa.
  • Il luogo delle lezioni: si faranno a casa dell'allievo/a, a casa dell'insegnante, a distanza o altrove?
  • La ripetitività e il formato delle sessioni.

 

La maggior parte dei/delle nostri/e maestri/e di violino offre la prima ora

 

Scopri il prezzo dei/delle insegnanti di violino nella tua zona facendo una semplice ricerca su Superprof.

✒️ A Verona, qual è la valutazione media che hanno ricevuto i/le nostri/e maestri/e di violino?

I/le maestri/e di violino a Verona hanno ricevuto un voto totale di 1 commenti e la media globale è di 5,0 su cinque. Non male, no?

 

Dietro Superprof c'è un'équipe disponibile dal lunedì al venerdì per aiutarti. Puoi contattarci per telefono o per email, oppure consultare questa sezione dove rispondiamo alle domande più frequenti.

💻 È possibile imparare a suonare il violino via webcam con un/una prof trovato/a su Superprof?

Ovviamente! La maggior parte dei/delle nostri/e insegnanti oltre a dispensare lezioni presenziali, propongono corsi via webcam.

 

Le lezioni via webcam sono meno care rispetto ai corsi a domicilio perché non ci sono supplementi di spostamento e sono più flessibili con l'orario perché si risparmia il tempo del tragitto.

Le lezioni di violino online sono un'eccellente opportunità per continuare a imparare a casa.

🎻Perché contattare un/una professore/essa di violino a Verona può essere una buona scelta?

Sogni di esibirti su un palco suonando i tuoi brani preferiti di musica classica? O ti piacerebbe solamente imparare la basi per strimpellare quando sei a casa da solo? Qualsiasi siano le tue esigenze, le lezioni di violino fanno al caso tuo!

 

Il violino offre diversi vantaggi rispetto ad altri. Innanzitutto, è uno strumento economico, se lo paragoniamo ad esempio a un pianoforte, e si può facilmente trovare un buon modello per meno di 200 euro.

 

Secondariamente, il violino è molto facile da trasportare, a differenza del contrabbasso! Puoi portarlo dappertutto, per strada, in vacanza, alle serate con gli amici, e in qualsiasi momento puoi improvvisare un piccolo concerto quando ti prende la voglia.

 

Terzo, per l'unicità del suono. Il violino non è lo strumento più facile da suonare, e richiede una certa conoscenza della teoria musicale, ma ha un suono unico che da secoli affascina gli appassionati di musica. Con un po' di perseveranza, in poche settimane sarai capace di eseguire i brani più semplici. Inoltre, il violino non è solo adatto alla musica classica: puoi avanzare anche imparando poco a poco brani pop di cantanti che ti piacciono. Su internet potrai trovare moltissimo materiale: spartiti, video e consigli per perfezionarti.

 

Quarto, suonare il violino ti aiuta a stimolare la tua creatività e concentrazione, allenta lo stress e rinforza la fiducia in te stesso. La immaginazione è una qualità molto importante nella vita personale e lavorativa; stimolare questa parte del cervello ti aiuterà infatti a trovare nuove soluzioni ai problemi quotidiani.

 

Entrare in contatto con i/le nostri/e maestri/e superprof è facilissimo!

⏰ Ci sono docenti disponibili per impartire lezioni private di violino a Verona?

L'offerta di insegnanti di violino a Verona è importante. Si contano più di 11 docenti disponibili per impartire lezioni di violino.

 

Guarda i/le professori/esse di violino presenti a Verona e contatta l'insegnante che si adatta a quello che cerchi.

 

I criteri che ti possono guidare per scegliere un/ua maestro/a privato/a di violino sono:

  • Il prezzo. Ricordati di controllare con precisione i prezzi e verificare se vengono proposte formule speciali per un pacchetto di lezioni, o per i corsi in piccoli gruppi.
  • Il luogo. Dove si svolgeranno le lezioni? L'insegnante deve spostarsi o sei tu a doverti muovere?
  • L'esperienza dell'insegnante. Sia come professore/essa di violino, sia come violinista.
  • Le opinioni degli/delle ex allievi/e.

Seguendo questi criteri, trovare il/la tua/a insegnante ideale sarà facilissimo!