"Sono sempre stato ispirato da ciò che ho visto disegnare". Jean Cabut, noto come Cabu (1938-2015)

Per imparare a disegnare in modo realistico, è meglio partire dalle tue osservazioni sulla realtà.

Osservare il suo modello ti permetterà di disegnare personaggi, fiori o animali rispettando le proporzioni corrette di ogni forma.

Secondo un sondaggio recente, osserviamo che il tasso di pratica di un'attività artistica per occupare il tempo libero aumenta all'aumentare della stratificazione sociale.

Infatti, il 7% degli agricoltori dichiara di praticare un'attività artistica solo in caso di presenza di molto tempo libero, rispetto al 16% di artigiani e dirigenti d'azienda, al 24% di dirigenti e al 18% di professioni intermedie.

Sfortunatamente, i lavoratori autonomi (agricoltori, artigiani, imprenditori) hanno meno tempo a disposizione e hanno meno capitale da spendere in un'attività culturale rispetto a manager e professioni intellettuali di classi più abbienti...

Vuoi imparare a disegnare?

Eccoti spiegato in quattro passi come avere successo nei tuoi schizzi, passo dopo passo e per livello di difficoltà!

Disegnare animali: non è così impossibile!

Disegnare un animale è un impresa non impossibile basta soltanto conoscere le basi.
Disegnare un animale è un impresa non impossibile basta soltanto conoscere le basi. 

Sono molto gli animali che disegniamo soprattutto quando siamo piccoli: cani, gatti, mucche e cavalli sono fra i soggetti più amati dai bambini.

Ma come possiamo disegnare i nostri amici a 4 zampe? Ecco qui una breve guida con qualche indicazione che ti sarà senz'altro utile nel caso in cui tu voglia imparare a disegnare il tuo animale preferito!

L'animale domestico preferito degli abitanti delle città: ecco  come realizzare il disegno di un gatto, tappa per tappa!Per imparare a disegnare un gatto, devi innanzitutto conoscere la sua anatomia. Per mantenere le proporzioni, prenderemo la testa come unità di misura, e considereremo tre teste per la lunghezza del corpo, tre teste per l'altezza della testa alle zampe anteriori, tre teste per la coda, una per l'anca e la spalla e, infine, due teste per la altezza delle gambe:

  1. Iniziamo partendo dalla testa, perché è questa parte che serve come base per le proporzioni del corpo. Crea linee sottili e leggere all'inizio.
  2. Quindi traccia il corpo, con la colonna vertebrale, la coda, le gambe.
  3. Una volta che il corpo è finito, passa al disegno delle gambe posteriori, quindi a quelle anteriori.
  4. Cancella le linee non necessarie e crea linee curve per enfatizzare la forma dei muscoli del gatto.
  5. Passeremo quindi ai dettagli (la bocca, gli occhi, i baffi, le labbra, le orecchie, le gambe, i capelli). Fai attenzione, disegnare il pelo di un gatto è complesso per un principiante!
  6. Dovremo cancellare alcune aree e insistere con perizia sulle altre.

Naturalmente ogni animale richiederà delle abilità differenti motivo per cui occorrerà imparare a disegnare ogni animale separatamente. La nostra raccomandazione naturalmente è quella di imparare innanzitutto osservare gli animali e i loro movimenti. Questo ci permetterà di affrontare l'arte del disegno degli animali in modo senz'altro più sicuro. Infatti è proprio dall'osservazione che parte tutto perciò impara a osservare bene il tuo gatto prima di accingerti a riportarlo su carta!

Disegnare un fiore!

Per fare un fiore ci vogliono molte capacità.
Per fare un fiore ci vogliono molte capacità.

Per fare un albero ci vuole un fiore diceva una vecchia canzone! ma per fare un fiore ci vogliono molte capacità. intanto perché disegnare un fiore non è per forza così semplice come può sembrare. Quando siamo piccoli pensiamo che tutti i fiori siano semplici da disegnare quanto è semplice disegnare una margherita. in realtà esistono molti fiori differenti. E se vogliamo imparare a disegnarli tutti occorre davvero un po' di esperienza.

Per imparare a disegnare una rosa rossa, ad esempio, potremmo fare come segue:

  1. iniziamo facendo un piccolo cerchio nel mezzo del foglio, per realizzare il centro della rosa.
  2. Quindi tracceremo una mezzaluna partendo da questo cerchio, andando verso l'esterno, a destra e a sinistra.
  3. Tutto questo, realizzando delle mezzelune sempre più grandi procedendo dal precedente: questi sono i petali di rosa.
  4. Dopo due o tre file di mezzalune, i petali appaiono più grandi e meno arrotondati.

Potresti poi provar a disegnare una margherita, partendo dallo stelo. Lo stelo è sollevato verso l'alto, il fiore cerca la luce. Alla fine di questo gambo, troviamo il centro del fiore, attorno al quale i petali ovali sono distribuiti in primo piano. Quindi traccerai quelli sullo sfondo, a file concentriche, che si sovrappongono. Quindi realizza il centro della margherita: questa è forse la parte più difficile, perché è necessario riempire il centro con una moltitudine di piccoli cerchi ravvicinati.

Possiamo notare che questo fiore richiede una tecnica di disegno molto meno avanzata rispetto a quella necessaria per realizzare un volto umano o per disegnare un gatto!

Sul web esistono diverse centinaia di tutorial per disegnare animali, personaggi dei cartoni animati, personaggi di manga, veicoli, edifici e opere architettoniche, fiori e piante, oggetti o strumenti musicali. Ma se volessi imparare a disegnare un bellissimo fiore di giglio, simbolo di purezza e santità, uno dei fiori più rappresentati nella nostra storia dell’arte.

Come disegnare una donna?

Il corpo umano è una delle cose più complicate da disegnare.
Il corpo umano è una delle cose più complicate da disegnare.

Naturalmente anche il corpo della donna è molto complicato da disegnare. Ecco qualche suggerimento.

Cerca ispirazione!

Per disegnare il corpo umano, possiamo trarre ispirazione da un modello vivente, da un disegno, da una foto, da una tela, da uno schizzo o da un fotografia. Si può, ad esempio, scaricare un'immagine dal web (possibilmente non coperta da copyright), che rappresenta una giovane donna nuda o vestita, senza necessariamente essere in pose specifiche.

Possiamo anche imparare a disegnare una ragazza partendo da un disegno!

Dopo aver acquisito il materiale da disegno necessario, inizieremo con la parte superiore del corpo, in particolare la testa, le spalle, il busto e il petto.

La regola delle teste

L'altezza del corpo può quindi essere di circa sette teste, così suddivise:

  • Una testa: dalla cima del cranio al mento,
  • Seconda testa: nella parte inferiore del torace sotto il seno,
  • Terza testa: fino allì ombelico,
  • Quarta testa: il pube,
  • Settima testa: la pianta dei piedi

Per disegnare una donna vista di fronte, inizieremo disegnando la testa e il collo. Posizioneremo i segni per le prime quattro teste, la linea delle ginocchia, dei piedi, con due linee orizzontali per la larghezza delle spalle. Più sono grandi, più il disegno rappresenterà una donna alta e forte. Al contrario, più strette saranno le spalle, più snella e magra sarà la donna disegnata. Tracciamo quindi spalle, trapezi e clavicole: devono essere inclinati, leggermente curvi. Quindi la gabbia toracica: misura circa 3,5 teste di altezza, con la parte più bassa del torace che scende verso l'ombelico.

Il viso può essere difficile da realizzare quando inizi a imparare le basi del disegno. Ciò implica innanzitutto prendersi cura delle proporzioni! Inizia quadrando il cerchio ovale della testa in due parti uguali. Quindi dividi la parte inferiore a metà, quindi l'ultima parte in tre. In questo modo otteniamo una faccia ovale divisa in cinque parti: la metà superiore, il centro e tre fasce che separano il naso dal mento. Nel mezzo tracciamo la linea degli occhi. Il naso si trova quindi sulla linea a metà strada tra gli occhi e la parte inferiore del viso.

Ecco la tecnica base per disegnare un viso!

Come disegnare un torso maschile?

Disegnare il volto umano può diventare un mestiere divertente!
Disegnare il volto umano può diventare un mestiere divertente!

Il primo passo è tracciare una griglia sul foglio, al fine di rispettare le proporzioni. Ecco ad esempio il processo per disegnare un uomo, visto di fronte.

Disegneremo il torso, ossia la parte superiore del corpo. Per i contorni della testa e del collo, si tratta di disegnare un cerchio, aggiungendo una curvatura pronunciata nella parte inferiore. Il cerchio assume quindi la forma di un uovo capovolto.

Procedi con la traccia del collo: sotto il mento, crea due linee curve, allineate con la posizione futura delle orecchie. Sotto il collo, si tratta quindi di tracciare una linea orizzontale, più larga della testa e perpendicolare al collo. Senza premere troppo, perché stiamo ancora solo abbozzando le forme del corpo umano. È una guida che verrà utilizzata per disegnare le clavicole e le spalle. Ecco una prima difficoltà nel disegnare in prospettiva: le spalle sono sempre più larghe per gli uomini rispetto alle donne. I disegni maschili prevedono quindi tre teste (una testa rappresenta l’unità di misura di base per raffigurare un corpo umano in modo proporzionato) per le linee orizzontali delle spalle, mentre useremo due teste per disegnare le spalle di una donna.

Su entrambi i lati delle linee del collo, possiamo disegnare due linee oblique che uniscono le estremità delle spalle: questi sono i trapezi. Quindi vai alla gabbia toracica: il torace negli uomini ha generalmente una forma leggermente più triangolare rispetto alle donne. Discende dal centro del collo fino al livello dell'ombelico.

Per semplificare, il torace assume la forma di due polmoni ingrossati, leggermente ovali e incollati tra loro. È quindi necessario disegnare il ventre: per questo, disegneremo due linee rette verso il basso, punto di giunzione del bacino. Posizioneremo quindi i pettorali, agganciati sotto le braccia. Formano una curva che sale verso lo sterno. Certo, le linee saranno più o meno arrotondate, a seconda che tu voglia disegnare un uomo muscoloso o meno, grasso o magro!

 

Bisogno di un insegnante di Disegno?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 1 vote(s)
Loading...

Igor

Traduttore e insegnante, mi occupo anche di montaggio video e recitazione. Amo la musica, dal pop italiano alla classica. Curiosità è l'anagramma del mio nome.