Imparare a disegnare non è una cosa così facile come si potrebbe pensare. Non è sufficiente prendere in mano la matita e realizzare uno schizzo rapido, per autoproclamarsi illustratore o mangaka professionista. Se alcuni si iscrivono a corsi di disegno, altri imparano le basi dell’arte da soli: entrambe le soluzioni sono possibili e valide.

Online, esistono numerosi tutorial di disegno, che consentono agli amatori dell’arte di tuffarsi nel loro hobby preferito, con tutto quello che serve sapere. Ogni lezione di disegno consente al futuro disegnatore di imparare le tecniche di disegno e di utilizzare perfettamente il materiale e gli accessori, dalla matita al carboncino, passando dai pennarelli.

Tuttavia, ogni stile di disegno è diverso, così come le possibilità da sfruttare sono enormi. Superprof ti propone un rapido tour su diversi generi di disegno, dal manga al ritratto, per illustrarti le relative specificità, dandoti allo stesso tempo alcune basi, per iniziare con un metodo semplice.

Imparare a realizzare i disegni manga

Potrai però darti da fare e ottenere, un giorno, un posto di rilievo tra i fumettisti contemporanei.
Diventare il prossimo Eiichiro Oda non sarà facile!

Naruto, l'Attacco dei Giganti o ancora Dragon Ball sono nomi che dicono qualcosa anche a chi non abbia mai letto un manga o visto un anime. Effettivamente, i manga sono sempre più popolari e diffusi in Italia ed è giunta l’ora che anche tu impari come si disegnano i manga giapponesi in poche e rapide tappe!

Disegni anime e manga: un’arte tipicamente giapponese dai codici rigidi

Non basterà fare qualche segno di matita su di un foglio per professarsi al livello di Osamu Tezuka! Il manga è un’arte giapponese che rispetta codici precisi, proprio come i comics americani rispettano i loro. Questo tipo di fumetto si presenta in tre vesti differenti: Shonen, Shojo e Seinen. Tutte e tre queste vesti presentano, tuttavia, la stessa anatomia dei personaggi e un’azione palpitante.

Con pettinature geometriche e motricità incredibile dei personaggi manga, impossibile non appassionarsi a personaggi come Astro Boy, Dororo, il Leone Bianco, Conan, il ragazzo del futuro, e così via. L’illustratore e l’illustratrice del fumetto giapponese sono chiamati magaka.

Visi, corpi e decori nel disegno manga

Per dare corpo ai personaggi, dovrai riflettere a più criteri, solo grazie ai quali potrai realizzare un manga e non un fumetto qualsiasi:

  • Occhi giganteschi
  • Nasi minuscoli
  • Tagli di capelli improbabili e colori molto particolari
  • Personaggi generalmente alti e magri (ma non è una regola fissa, dipende …)
  • Espressioni del viso molto evidenti, come collera, sorpresa, fastidio, …
  • Vestiti molto colorati, che distinguono un personaggio dall’altro.

Non c’è bisogno di cedere al panico, di fronte a queste regole da seguire: è sufficiente fare tutto nell’ordine, iniziando dalla silhouette. Solo dopo, potrai concentrarti sui dettagli del viso e del corpo e, poi, dei vestiti. L’importante è, poi, dare vita al tuo personaggio!

I decori sono spesso dati da contrasti di chiaro scuro e da un uso attento delle ombre, oltre che da un disegno in prospettiva, con forme geometriche precise e un punto di fuga che consenta di dare l’altezza desiderata. Se hai difficoltà con tutto ciò, inizia con i contorni, in modo astratto, fino a quando non vi riuscirai. Ecco: sei già un mangaka che si sta formando!

Disegni artistici e illustrazione di tavole di fumetti

Molti altri fumetti hanno fatto la storia delle tavole in Italia, da Dylan Dog a topolino, per arrivare ai più giovani, come Zero Calcare.
Il Far West è teatro delle avventure di uno dei fumetti italiani più noti: Tex Willer!

Il fumetto in Italia è molto apprezzato: Topolino, ovviamente, ma non solo; Tex Willer, Dyland Dog, Mafalda, oltre che i comics americani e i manga giapponesi. Se quando leggi un fumetto Bonelli, ti sembra che le immagini di fronte a te siano facili da realizzare, in realtà non è proprio così: ogni tavola è il risultato di anni di lavoro, tra carboncino, matita, pastelli e colori diversi. Oltre che un lavoro approfondito sulla trama della storia raccontata! Se il tuo obiettivo è quello di iniziare un percorso nella realizzazione del fumetto, allora sei sulla buona strada!

Trova il genere del fumetto e disegno che preferisci

Prima di lanciarti nell’illustrazione dei fumetti, è necessario che tu definisca il tuo genere favorito , per avere un’idea chiara di quello che andrai disegnare e di come lo farai. Inizia, allora, con il determinare quello che ti piace, partendo da quello che ami leggere, che sia sugli scaffali di casa tua, nella biblioteca della tua città o nella libreria sotto casa o, ancora, al festival del fumetto che si tiene ogni anno non lontano da dove vivi tu.

Frequentando festival, librerie e biblioteche, effettivamente, potrai ispirarti ai grandi nomi del fumetto italiano (come Zero Calcare, Milo Manara e tutti gli altri), ma anche estero. Le tavole più famose sono:

  • Lucky Luke
  • Asterix e Obelix
  • Kobane Calling (Zero Calcare)
  • I puffi,
  • Tex Willer,
  • Dylan Dog,
  • Martin Mystere
  • Julia
  • Dragonero
  • Nathan Never
  • Zagor

Tra questi classici e gli altri fumetti in generale, i generi si ripetono: avventura, fantasy, storia, attualità, western, poliziesco, … Fai la tua scelta e considera che il fumetto italiano ti offre un’ampiezza di possibilità ben maggiore di quella lasciata dai rigidi codici dei manga giapponesi e dei comics nordamericani.

Inizia a disegnare e colorare personaggi, storyboard del tuo fumetto

Per iniziare, sappi che la maggior parte degli autori di fumetti è totalmente autodidatta. Non sempre, quindi, è necessario aver seguito un corso di disegno o essersi iscritto ad una scuola, anche se, ovviamente, nulla te lo impedisce; anzi!

Dopo aver lavorato sulla sinossi, fondamentale per la nascita della tua opera, devi passare attraverso la tappa del character design, ovvero il disegno dei personaggi che daranno vita alla tua stroia. Lascia che il tuo talento si esprima e non aver paura di realizzare personaggi dalle proporzioni azzardate.

Poi, passa allo storyboard: scegli la concatenazione delle scene e delle tavole, dei dialoghi e delle illustrazioni del tuo fumetto. Realizza degli schizzi con le nuvolette dei dialoghi, senza avere alcuna fretta! Non esitare a lanciarti nel fumetto, perché, come dicono gli illustratori:

Disegnare fumetti è come vedere i propri sogni

Chris Ware

Quando lo schizzo in bianco e nero del tuo fumetto sarà pronto, non ti resterà che passare alla tappa del colorare: qui, hai a tua disposizione diverse tecniche tra cui scegliere, come pastelli, matite, pennarelli, acquerelli, pittura ad olio. Ma la cosa più importante è: fai un disegno che ti piaccia e scrivi una storia che ti appassioni!

I disegni artistici e le migliori caricature

Niente assomiglia al reale più di una caricatura: prendi una foto di persona ed inizia a copiarla.
Anche la tua stanza assomiglia a questo laboratorio?

Se c’è un arte, che più di altre, nessun corso di disegno potrà mai farti apprendere perfettamente, questa è sicuramente quella della caricature. Tra critica alla politica e alla società e parti del corpo esagerate, in un senso o nell’altro, che sia per far ridere, commuovere o far arrabbiare, nessuna caricatura lascia indifferente. Scopri come imparare le basi del disegno della caricatura con Superprof!

La caricatura: un ritratto umoristico

Una caricatura è un disegno di una persona, realizzato ingigantendone alcuni tratti, per renderlo ridicolo con humor, ma è anche e soprattutto un modo per denunciare situazioni, esprimere idee e prendersi gioco di qualcuno o qualcosa, nel quadro della libertà di espressione.

L’ispirazione potrebbe venirti da diverse fonti, anche se la principale rimane sempre e comunque l’attualità. In Italia, riviste come il Male e Cuore, e vignettisti come Vauro, Natangelo, ElleKappa, Vincino e molti altri, hanno fatto conoscere a tutti i lettori di quotidiani e settimanali il concetto di satira.

Se anche tu vuoi avvicinarti a questo strumento di espressione, stando dal lato di chi tiene in mano la matita e non di quello che legge la vignetta, ricorda che, per una maggiore efficacia e per un maggiore successo, è preferibile sempre mettere in luce una situazione ben determinata e non prendere in giro una persona senza un motivo ben preciso!

Le tecniche di realizzazione di una caricatura

Per eccellere nell’arte della caricatura, è buona regola conoscere le basi del disegno e del ritratto, in particolare. la maggior parte dei caricaturisti iniziano a lavorare con la matita o con il carboncino, poi colorano il disegno, con colori a matita o con la pittura acrilica.

Per allenarti a caricaturare, puoi utilizzare le foto di persone note (politici, artisti, …) o di parenti e amici tuoi. Potresti anche, un giorno, dare vita ad un tuo personale giornale satirico. L’importante è ricordarti sempre di esagerare i tratti più evidenti delle persone e di aggiungervi, se lo desideri, un testo ad effetto!

Come imparare a fare i ritratti a matita

Non hai bisogno di Monna Lisa per iniziare a fare un ritratto, basta tua sorella.
Non solo personaggi noti, ma anche gente comune!

La parte del corpo umano che viene rappresentata più spesso, se non sempre, senza ombra di dubbio, è il viso: il ritratto è, così, uno degli stili di disegno più praticato e una delle arti plastiche più eleganti, per la fedele rappresentazione dell’anatomia facciale che consente di realizzare. Se desideri scoprire quest’arte, Superprof ti propone di imparare a disegnare ritratti artistici facilmente!

Il genere del ritratto e il materiale necessario

Ogni ritratto che si dipinge con l’anima è un ritratto non del modello, ma dell’artista

Oscar Wilde

Perché non metterti a disegnare dei ritratti, ovvero dei disegni di osservazione e di abbellimento di una persona. Potrebbe trattarsi di un primo piano, ma anche di un disegno dalla testa ai piedi. Si tratta dunque di rappresentare una persona, secondo una foto o secondo l’osservazione che ne fai direttamente.

I materiali impiegati sono a scelta tua: graffite, carboncino, penna biro, tutto è possibile secondo le tue competenze e il tuo gusto personale: prendi un foglio ed inizia subito!

Disegnare un ritratto: asse del viso, elementi principali, capelli e ambientazione

Per realizzare il tuo primo ritratto, perché non sfrutti la tecnica dell’asse?

Questa tecnica è approcciabile da tutti, anche dai principianti del disegno: traccia un cerchio e poi una linea orizzontale e una verticale, attorno alle quali andrai a posizionare gli elementi del viso: occhi, naso, bocca e orecchie. In alternativa, potresti tracciare dei riquadri sulla tua foto modello, riportare gli stessi riquadri sul foglio bianco (rispettandone numero e proporzioni), per ricopiare, infine, il modello sul tuo foglio, prendendo come punto di riferimento i riquadri stessi.

Alcuni disegnatori preferiscono, invece, realizzare i ritratti a mano libera, senza appoggiarsi a linee orizzontali e verticali, né a riquadri, né tantomeno al rispetto delle proporzioni. Se, infatti, vi sono delle regole da seguire, è altrettanto vero che nessun viso è uguale ad un altro e che le asimmetrie caratterizzano i volti di ognuno di noi: dovrai, allora, studiare con attenzione i caratteri specifici del viso che starai per realizzare.

Non è tutto: prenditi il tempo, alla fine del ritratto, di aggiungere del movimento sullo sfondo del tuo disegno: aggiungi un contesto urbano o rurale, delle figure di uomini e donne o di animali, … Il tuo ritratto sembrerà, allora, molto più realistico e tu ancor di più un vero artista!

Oramai, conosci i principali stili di disegno e puoi realizzare delle forme semplici che ti porteranno a colpo sicuro sulla strada delle belle arti. Superprof può aiutarti anche proponendoti delle lezioni private di disegno con un professore oppure dei corsi di disegno online. Scegli la soluzione che più ti è comoda e congeniale.

Bisogno di un insegnante di Disegno?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 1 votes
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura