Pagina iniziale
Dare lezioni

Corso di batteria a Genova

🥇 I/le migliori insegnanti di Genova
💻 9 insegnanti disponibili
🔒 Pagamenti sicuri con Superprof
💸 Nessuna commissione

Qual è il tuo livello?

Eccellente
commenti su
Lezioni private con Superprof

La nostra selezione di insegnanti privati/e di batteria a Genova

Visualizza più insegnanti

16 €/ora

Le migliori tariffe: il 100% dei/delle nostri/e insegnanti offre la prima ora di lezione. In media, le lezioni di batteria a Genova costano 16€.

01

Trova il/la tuo/la insegnante di batteria a Genova

Dai un'occhiata ai profili di Genova e contatta un/un' insegnante secondo i tuoi criteri (tariffe, diplomi, commenti, lezioni di batteria a domicilio o via webcam)

02

Organizza le tue lezioni private di batteria a Genova

Parla con l'insegnante di batteria per condividere le tue necessità e disponibilità. Programma le lezioni di batteria e pagale in tutta sicurezza attraverso la chat Superprof. Imparare a suonare la batteria a Genova non è mai stato così facile.

03

Vivi nuove esperienze

Il "Pass Alunno" ti consente l'accesso illimitato a tutti/e gli/le insegnanti, coach, maestri/e alle masterclass di Batteria a Genova, o in altre città, oppure online, per 1 mese. Un mese intero per scoprire nuove passioni.

Scopri tutti/e i/le nostri/e insegnanti di batteria a Genova

I nostri consigli imparare a suonare la batteria tramite lezioni batteria

La batteria a Genova: un po' di storia sullo strumento

Se vivi a Genova e ti appassioni al rock ed alla batteria, ti consigliamo una scuola davvero speciale, sita in Vico Scuole Pie 5, non lontano dalla bella Cattedrale di San Lorenzo: si chiama School of Rock!

Con strumentazioni di qualità a disposizione degli allievi, la scuola propone corsi di batteria dai quattro agli oltre sessant’anni!

La sala delle lezioni dispone di ben tre batterie e tre pad per esercizi su cui perfezionarsi ed eseguire a tempo le figurazioni ritmiche.

La teoria musicale è spiegata in sala con l’ausilio di griglia ritmica e lavagna.

Ma la cosa più entusiasmante e che fa differire questa scuola di batteria genovese da altre è l’attenzione alla storia del rock, che viene proposta, spiegata ed illustrata anche con l’ausilio di video musicali da guardare sui monitor a parete!

Ma vediamo quali sono le aspettative, le referenze, gli immaginare che si associano allo strumento a percussione per eccellenza.

La batteria, oltre la metafora

Se si dice che “la batteria è molto più che uno strumento musicale”… il motivo è che, effettivamente, essa si compone di numerosi strumenti musicali. Insomma, non si tratta solo di una metafora, per riferirsi alle grosse emozioni e possibilità assicurate dalla pratica di questa regina a percussione.

Ma come è fatta, esattamente, una batteria?

Innanzitutto, c’è da dire che non esiste un solo tipo di batteria. Al contrario, essendo essa costituita da diversi tamburi innestabili ed intercambiabili, le configurazioni possibili ed immaginabili sono senza limite.

Le mode e le correnti, da sempre, hanno reso la batteria uno strumento in perenne evoluzione, soprattutto in considerazione del fatto che al sopraggiungere di strumenti non ancora esplorati, si tendeva a verificarne e testarne da subito l’aggregabilità, la compatibilità!

La batteria è, da sempre, anche sinonimo di apertura alla sperimentazione. Essa è, in sé, qualcosa di mai finito, né definitivo.

Le componenti base

In genere, ogni batteria è dotata di diversi elementi:

  • cassa
  • rullante
  • due tom
  • uno o diversi timpani
  • piatti (a scelta: ride, hi-hat o charleston, crash e china).

Ognuno di queste componenti esiste in diverse e multiple versioni, modalità e materiali. Ecco perché vi sono molte combinazioni possibili e possibilità di caratterizzare lo strumento in modo unico e distinguibile.

Banda musicale o batteria?

La batteria è divenuta lo strumento di un unico musicista solo dopo essere passata da diverse fasi storiche, musicali e sociali.

Se nella versione ad oggi nota essa è relativamente giovane, in realtà le sue radici affondano così indietro, da darle dei “pre-natali” antichissimi, dato che il percuotere, e molti componenti del set, risalgono praticamente alla notte dei tempi.

Allo stesso modo, non è corretto cercare di additare l’origine geografica della batteria ad un solo luogo, dato che ogni elemento che la compone risale ad origini ancestrali, popoli, storie e culture assai varie e sparpagliate per il mondo intero e in epoche disparate.

Tra gli aspetti più interessanti da mettere in risalto in merito alla nascita – o meglio “emersione” – della batteria ed al suo imporsi graduale sulla scena musicale ufficiale, v’è il passaggio da un insieme di musicisti al musicista singolo, dietro ai tamburi.

Pensiamo all’America della seconda metà dell’Ottocento. A quel tempo, un po’ sulla scia delle bande musicali militari, i musicisti iniziarono ad aggregarsi in forma di bande marcianti e suonavano, insieme, ognuno il proprio strumento, spostandosi per le strade. Gli strumenti presenti in queste bande erano prevalentemente ottoni e percussioni. Grancassa, rullanti e piatti venivano suonati ognuno da un diverso musicista.

Ben presto, soprattutto grazie alle istanze espressive degli schiavi deportati dall’Africa, il jazz vide la luce e la musica si spostò all’interno dei locali. A questo punto, era assai difficile che un’intera banda stesse al chiuso, considerate le dimensioni delle sale, le quali dovevano anche contenere gli avventori e il pubblico. Inoltre, era più facile pagare un numero minore di musicisti… Ogni musicista, così, avrebbe guadagnato di più.

Ed ecco che si escogitarono delle maniere via via più complete per ridurre il numero dei musicisti delle band.

Trasformazioni della batteria

La prima grossa trasformazione fu l’assegnazione del rullante e della grancassa ad un unico musicista. Nacque il double drumming, primo set di batteria conosciuto.

Con una bacchetta era suonata la grancassa e con l’altra il rullante. Sparivano le mazze.

Nel 1909, grazie all’astuzia di W.F. Ludwig, poi, divenne possibile liberare le mani del musicista dal compito di suonare la grancassa, di modo che egli potesse usarle entrambe sul rullante! Grossa evoluzione: iniziò ad essere un pedale, con tanto di staffa per tenere fermo il piede, a suonare la grancassa.

Le continue migrazioni negli States da ogni dove, completarono l’arricchimento e l’evoluzione della batteria. Nuovi futuri componenti della batteria sopraggiunsero e si imposero da Oriente: Cina, Turchia, ... Parliamo, rispettivamente, dell’arrivo dei wood block e di diversi tamburi, nonché dei piatti assai leggeri di fabbricazione turca in ottone e rame.

Naturalmente, la percussione nasce, in realtà, insieme all’uomo e già in utero: il piede lasciato libero -  che a questo punto era l’unico arto a non suonare – risultava muoversi comunque e batteva il tempo al suolo. Ed ecco che lo spirito di osservazione di musicisti e fabbricanti di strumenti ebbe il lampo di genio: assegnare una parte anche a questo piede, facendogli suonare due piatti sovrapposti. Comparvero allora i primi Charleston, che il tempo avrebbe spostato dal basso verso l’alto, per un affinamento degli effetti sonori.

Le domande più frequenti:

💰 Quanto si paga in media una lezione di batteria a Genova?

A Genova, il prezzo medio per imparare a suonare la batteria è di 16€ all'ora. Il costo cambia a seconda dell'insegnante, poiché è l'insegnante stesso/a a stabilirlo.

Gli/le insegnanti tengono in conto l'esperienza e i titoli, il luogo dove le lezioni vengono effettuate (a domicilio dell'allievo/a, a casa del/della docente, oppure su internet); la regolarità, la durata delle lezioni, o ancora l'offerta dei/delle professori/esse di batteria in zona.

 

La maggior parte dei/delle nostri/e docenti di batteria offre la prima lezione

 

Vai a vedere il prezzo dei/delle insegnanti di batteria vicino a casa tua facendo una semplice ricerca su Superprof.

✒️ A Genova, qual è il voto medio che hanno ricevuto i/le nostri/e maestri/e di batteria?

I/le prof di batteria a Genova hanno ricevuto un voto totale di commenti e la media globale è di su 5. Non male, no?

 

Per qualsiasi domanda riguardo Superprof, i corsi privati o i/le nostri/e insegnanti, puoi consultare le nostre FAQ, dove rispondiamo ai dubbi più frequenti. Se vuoi conversare con noi, un'équipe di supporto clienti è disponibile 5/7 via mail o per telefono.

💻 Se trovo un/una prof di batteria che che corrisponde a quello che sto cercando ma nessuno di noi può spostarsi, possiamo fare le lezioni a distanza?

Ovviamente! La maggior parte dei/delle nostri/e insegnanti oltre a dispensare lezioni presenziali, propongono corsi via internet.

 

Le lezioni online sono più economiche rispetto ai corsi a domicilio perché non ci sono supplementi di trasporto e sono più flessibili con l'orario perché si risparmia il tempo del tragitto.

I corsi di batteria via webcam sono un'eccellente opzione per continuare a imparare senza uscire di casa.

🥁Perché contattare un/una professore/essa di batteria a Genova può essere una buona cosa?

Sogni di esibirti su un palco suonando i tuoi brani preferiti con la tua band? O ti piacerebbe solo imparare la basi per sfogarti alla batteria da solo? Qualsiasi siano le tue esigenze, i corsi di batteria fanno al caso tuo!

 

Non c'è da stupirsi se la batteria ha raggiunto una tale popolarità, poiché i suoi vantaggi sono tanti. Per prima cosa, è uno strumento che si può personalizzare aggiungendo piatti a piacimento.

 

In seconda istanza, perché la batteria è uno strumento intuitivo. Contrariamente al pianoforte non richiede una grande conoscenza teorica, solo molte energie da investire!

 

Terzo, perché la batteria è uno strumento essenziale in ogni rock band. È la batteria che dà il  ritmo agli altri strumenti, che permette ai diversi componenti di suonare sincronizzandosi. Con un po' di regolarità, in poche settimane sarai capace di eseguire i ritmi più semplici. Non demordere se non ci riesci al primo colpo: la pratica musicale richiede costanza. Su internet potrai trovare moltissimo materiale: partiture, video e consigli per perfezionarti.

 

Quarto, la batteria è un buon mezzo per aiutarti ad affermare la tua personalità. Suonare questo strumento ti permette di stimolare il tuo lato creativo, liberare le emozioni e accrescere la tua autostima. Essere creativo può essere anche un bonus nell'ambito professionale e permetterti di trovare soluzioni originali a problemi quotidiani.

 

Cosa aspetti a diventare il/la batterista più famoso/a della nostra epoca?

⏰ Ci sono professori/resse disponibili per impartire lezioni private di batteria a Genova?

Puoi scegliere tra i/le 9 maestri/e di batteria iscritti/e alla piattaforma a Genova e dintorni.

 

Si desideri trovare un professore/essa che corrisponde alle tue esigenze, non esitare a confrontare gli annunci dei/delle professori/resse di batteria di Genova ed entra in contatto con quello/a che più interessa.

 

I criteri che ti possono guidare per decidere un/un'insegnante privato/a di batteria sono:

  • Il prezzo. Ricordati di controllare con precisione i prezzi e verificare se vengono proposte formule speciali per un pacchetto di lezioni, o per i corsi in piccoli gruppi.
  • Il luogo. Dove si svolgeranno le lezioni? L'insegnante deve spostarsi o sei tu a doverti muovere?
  • L'esperienza dell'insegnante. Sia come professore/essa di batteria, sia come batterista.
  • Le opinioni degli/delle ex alunni/e.

Seguendo questi criteri, trovare il/la tua/a maestro/a ideale sarà un gioco da ragazzi!