Mangiare quando si ha fame è un piacere, semplice certo, ma pur sempre un piacere!

Vincent Ravalec

Patate dolci, broccoli, peperoni, piselli secchi, formaggi di pecora e di capra, … quando si tratta di tirar fuori dal cilindro delle idee per ricette, gli ingredienti non mancano di certo. Tuttavia, la maggior parte di noi ha difficoltà a combinare ricette semplici, ricette rapide e ricette gustose.

Gli studenti sono i primi tra questi, in particolare a causa del loro modo di vita, di un budget ridotto e della mancanza di una cucina completa di accessori. E, per risolvere il problema, molti che fanno: acquistano cibo pronto, se lo fanno portare a casa, mangiano panini, …

Cucinare, tuttavia, può diventare un piacere per tutti, senza bisogno di passare delle ore in cucina, senza dover essere dei grandi chef e senza spendere troppo soldi. Ecco come!

Mai pensato di seguire un corso cucina milano?

Chiara
Chiara
Insegnante di Cucina
25€/h
Prima lezione offerta!
Laura
Laura
Insegnante di Cucina
18€/h
Prima lezione offerta!
Salvatore
Salvatore
Insegnante di Cucina
5.00 5.00 (6) 20€/h
Prima lezione offerta!
Francesca
Francesca
Insegnante di Cucina
20€/h
Prima lezione offerta!
Maria luisa
Maria luisa
Insegnante di Cucina
5.00 5.00 (3) 8€/h
Prima lezione offerta!
Alessandro
Alessandro
Insegnante di Cucina
5.00 5.00 (3) 25€/h
Prima lezione offerta!
Houda
Houda
Insegnante di Cucina
10€/h
Prima lezione offerta!
Simone
Simone
Insegnante di Cucina
5.00 5.00 (1) 20€/h
Prima lezione offerta!

Cucinare con un budget ridotto si può!

Cucinare con il budget limitato dello studente fuori sede a volte può essere duro, lo ammettiamo. Tuttavia, esistono dei veloci consigli, che, se seguiti alla lettera, ti consentiranno di acquistare quello che vuoi e di mangiare in modo sano. Senza spendere troppo, ovviamente.

Scegliendo i negozi e i mercati giusti, potrai acquistare i prodotti a minor prezzo e riempire la dispensa per tutta la settimana.
Bastano pochi Euro, per fare una spesa sana!

Per esempio, cucinare in grandi quantità ti consente di limitare i costi, approfittando, allo stesso tempo, di un buon pasto. Non hai voglia di mettere a tavola la stessa cosa per due o tre giorni di fila, a pranzo e cena? Sarà sufficiente congelare: più il frigo del tuo appartamento da studente assomiglia ad un frigorifero normale e maggiori saranno le quantità di cibo, preparato da te stesso, che potrai mettere in freezer. Dovrai solamente ricordarti di scongelare quello che vuoi, la sera prima, o accendere il microonde per pochi minuti.

Al mercato, puoi acquistare prodotti provenienti dalle campagne più vicine, molto spesso si tratta di prodotti a km zero, ottimi per te e ottimi per l’ambiente, dato che la merce non ha percorso molta strada, per arrivare da te. Spesso i prezzi sono buoni, altre volte sono gli gestori delle bancarelle a praticare degli sconti sui prezzi affissi, in particolare a fine mattinata, quando è rimasto dell’invenduto, di cui si sbarazzano volentieri.

Un altro motivo per andare al mercato ad acquistare frutta e verdura è che, difficilmente, vi troverai prodotti fuori stagione: il contadino che vende la propria merce al mercato o ai mercati generali, vende quello che ha raccolto la mattina stessa e non prodotti surgelati. Questo è un altro punto a favore della salubrità alimentare e del gusto di quello che mangi.

Le ricette più popolari tra gli studenti

Quando si è studenti, si è spesso alla ricerca di ricette facili e rapide da preparare, che non richiedano accessori particolari, né competenze. E, soprattutto, che non costino troppo. Ci si deve dunque fare furbi e trovare delle ricette alternative, con facilitazioni, ma pur sempre gustose.

Tra queste ricette, possiamo citare le patatine dolci fritte al forno: basta prendere una o più patate dolci, tagliarle a fettine sottili, metterle in una pirofila da forno, cospargere di olio, sale e pepe; poi, si inforna per 35 minuti a 200°C e si gustano delle deliziose patatine!

Ma lasciamo stare i piatti così elaborati e spostiamoci su qualcosa di più classico. Anche le ricette tradizionali possono essere semplificate o, in alternativa, si può optare per delle ricette che bisogna conoscere nel modo più assoluto: chi non saprebbe cucinare, infatti, un piatto di spaghetti alla carbonara? Tutti gli studenti hanno in casa almeno un pacco di spaghetti, per le uova, la pancetta e il grana basta organizzarsi per tempo, prima della chiusura dei supermercati. E per quanto concerne gli accessori, una pentola e una padella ci saranno sicuramente, anche se nascoste in fondo al mobile della cucina dell’appartamento che hai preso in affitto, no?

Cerchi un corso di cucina roma?

Inoltre, sulla bancarella sarai sicuro di trovare per lo più prodotti locali o quasi.
Al mercato, puoi trovare frutta e verdura di stagione ad un prezzo ragionevole!

Non di sola pasta vive lo studente, certo. Infatti, ecco alcune indicazioni per variare il menù, senza troppe difficoltà. Una di queste punta il dito al reparto frigo del tuo supermercato, anche quello sotto casa. Lì, troverai la pasta sfoglia arrotolata: cerca di averne sempre almeno una nel tuo frigorifero. La puoi utilizzare in mille modi: salata, dolce, agrodolce, …

Con pancetta, panna e una zucchina tagliata a tocchetti si rivelerà essere perfetta per una cena rapida, anche davanti al televisore. Con una mela e del miele o della marmellata fungerà da dessert. Con mela e pancetta, stupirà i tuoi invitati.

Un dessert ottimo può essere preparato sbriciolando dei savoiardi, imbevendoli nel caffè, mescolandoli con mascarpone, riponendo il tutto in un bicchierino e spolverandovi sopra del cacao in polvere. Prima di gustarlo, mettilo in frigo per un paio d’ore.

Se disponi di un microonde, puoi fare un ottimo risotto in un quarto d’ora, con del petto di pollo a tocchetti, del miele e della salsa di soia, preparerai un secondo diverso dal solito.

Le ricette più rapide per soddisfare gli studenti più esigenti

Essere studenti, a volte, è più impegnativo che avere un lavoro a tempo pieno: corsi al mattino, palestra la sera, turno di pulizie, aperitivi con gli amici, passeggiata in centro, studio in biblioteca, … il tempo per cucinare e mangiare in modo sano, spesso, manca del tutto.

Ma esistono ricette che possono essere preparate in solo 15 minuti, il tempo di sfogliare un giornale, farsi una doccia, … insomma: vale la pena provare. Riuscirai a mangiare meglio, risparmiando tempo e denaro.

Se una ricetta dovesse risultare troppo complessa, hai sempre la possibilità di modificarla e adattarla alle tue capacità.
Facile trovare delle ricette sul web e facile metterle in pratica!

Si parte con il classico toast, sicuramente un piatto non troppo sano, ma uno strappo alla regola è concesso, di tanto in tanto.

Anziché mettervi solo prosciutto e formaggio, potrai variare il gusto, con un avocado (ecco, oltre a non essere sano è anche poco etico, dato che l’avocado non cresce in Europa …!), dell’olio d’oliva e del succo di limone.

Qualcosa di estremamente più sano e meno frequente del toast è certamente l’insalata di finocchi e arance: in una terrina, metti del finocchio tagliato a pezzi di un paio di centimetri, gli spicchi di due arance (ma anche una sola, se questa è particolarmente grande) e, se ti piace, della cipolla tagliata a fette. Condisci con olio d'oliva, sale, pepe, zenzero e mescola. Per i più affamati, esiste una versione ricca di proteine: basta aggiungere dei pezzi di formaggio, possibilmente di pecora a pasta dura, o del tonno. Mentre, in salsa vegana, è sufficiente sostituire formaggio e tonno con mandorle e noci.

Il classico piatto rapido e nutriente, infine, è l’uovo: in padella o a frittata piace quasi a tutti ed è pronto in un paio di minuti.

Diamo per scontata, ovviamente, l’immancabile pasta, con tutte le varianti di sugo possibili e immaginabili.

Meglio cibi pronti o cibi da preparare?

Anche se si ha la tendenza a dimenticarlo, quando si è studenti, si è legati a delle costrizioni, a degli obblighi che fanno del momento di mangiare una sfida quotidiana. Anziché affrontare l’ostacolo e scavalcarlo, i più cercano sempre di aggirarlo, pensando di fare bene, ma andando così a complicarsi ulteriormente la vita.

Nel caso specifico, se la mancanza di tempo e la scarsità di soldi rendono complesso mangiare quello che si vorrebbe, la soluzione non è acquistare cibo pronto, ma prepararsene da soli.

I piatti pronti e il cibo consegnato a casa sono nocivi per due motivi: sono preparati con ingredienti che non conosci, ricchi di sale e insaporiti con prodotti artificiali, il che fa male a te, al tuo organismo e alla tua concentrazione e alla tua capacità di studiare; sono più costosi di un piatto preparato a casa con ingredienti acquistati in autonomia.

Se, al contrario, opti per la cucina fatta in casa, avrai il controllo su tutto: dalle materie prime che lavorerai e metterai nel tuo piatto e nella tua pancia, al modo in cui sono cucinate (friggere è già di per sé nocivo, se per di più si frigge con olio vecchio o di scarsa qualità, …) e a quello che spendi.

Anche gli studenti dovrebbero pensare di più a quello che mangiano, se il loro obiettivo è mantenersi in salute.
E' ora di dare un taglio al cibo poco sano!

Acquista gli ingredienti al mercato o al supermercato sotto casa, preferendo tutto ciò che è di stagione e allo stato naturale: mangerai in modo sano, rispetterai il tuo corpo, sarai più efficiente e spenderai di meno rispetto all’acquisto delle stesse quantità di cibo pronto.

Per quanto riguarda, poi, il fatto di cucinare, potresti obiettare che non hai tempo! Ma noi ti rispondiamo che bastano 15 minuti, a volte anche meno, per preparare qualcosa di buono e non complesso. Pensi davvero che la coda al banco del rosticciere e quella alla cassa durino di meno?

Per non parlare del fatto che cucinare può rappresentare un’attività zen, ideale per affrontare serenamente un esame o un pomeriggio di studio, ma può essere anche un momento di socializzazione con amici e compagni di appartamento.

 

Bisogno di un insegnante di Cucina?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 1 votes
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura