Impara a cucinare, prova nuove ricette, impara dai tuoi errori, non avere paura, ma soprattutto divertiti. — Julia Child

Sei appassionato di cucina e sogni di diventare chef? E come biasimarti!

Anche se la percentuale del budget familiare dedicata al cibo si è abbassata del 15% dagli anni ’60, il mercato alimentare rappresenta ancora il 20% del budget di una famiglia oggi.

La causa di questa riduzione risiede nell’aumento del potere di acquisto, ma anche nella nascita e la diffusione dei supermercati che hanno fatto precipitare i prezzi.

Tuttavia, se i prezzi sono calati, non si può dire la stessa cosa della passione per la buona cucina, che è sempre di moda, anche grazie alle numerose trasmissioni culinarie come La Prova del Cuoco.

In questo articolo, potrai perfezionare la tua cultura gastronomica con i grandi chef di ieri e di oggi, i piatti più amati e i tipi di cucina più diffusi e le trasmissioni culinarie più celebri.

Gastronomia: i più grandi chef della storia della cucina

Il mestiere dello chef non è facile, ma può dare molte soddisfazioni!
Per diventare grandi cuochi ci vogliono fantasia e perseveranza!

Pellegrino Artusi

Pellegrino Artusi è stato un grande cuoco romagnolo, che ha segnato la storia della cucina del Bel Paese, valorizzando le diverse tradizioni regionali italiane con le ricette tipiche e locali che fanno la ricchezza gastronomica del nostro paese.

Il metodo usato in cucina da Artusi era estremamente preciso e meticoloso, tanto da poter essere definito "scientifico". Nel celebre libro pubblicato dal cuoco romagnolo, "La Scienza in cucina e l'Arte di mangiar bene", sono raccolte quasi 800 ricette, tutte testate in prima persona dall'autore.

Gualtiero Marchesi

Marchesi è probabilmente la più grande celebrità della cucina italiana di sempre. Questo chef milanese è universalmente riconosciuto per essere il padre della nuova cucina italiana. Ancora oggi, a tre anni dalla sua morte, è probabilmente lo che italiano più famoso nel mondo.

Marchesi ha perfezionato la propria tecnica culinaria in Svizzera e a Parigi, prima di aprire il suo celebre ristorante nel capoluogo lombardo nel 1977, in via Bonvesin de la Riva. Nel giro di un anno, il ristorante riceve la sua prima stella Michelin.

Nel 1986 le stelle diventeranno invece tre, facendo di Marchesi il primo chef italiano ad ottenere l'ambito riconoscimento culinario. Negli anni successivi Marchesi perderà la stella e metterà in discussione il metodo di attribuzione. Ma questo ovviamente non comprometterà la sua fama e il suo talento ai fornelli!

Scopri gli altri grandi chef italiani del passato!

I più grandi chef viventi

Così come il cinema o la musica, la cucina ha le sue celebrità!
Ispirati agli chef più celebri per raggiungere i tuoi obiettivi!

Massimo Bottura

Questo cuoco modenese vanta non pochi successi: il suo ristorante Osteria Francescana, situato nella sua città natale, ha ottenuto le tanto ambite tre stelle Michelin e si è classificato al primo posto delle edizioni 2016 e 2018 della lista "The World’s 50 Best Restaurants".

Oltre ad essere un grande cuoco, Bottura è anche molto impegnato in diversi progetti sociali: ha infatti creato un programma chiamato "Il Tortellante", che ha come obiettivo di avvicinare i ragazzi autistici alla cucina, sotto la guida esperta di cuoce professioniste, e ha fondato, insieme alla moglie, l’associazione Food For Soul, che si occupa dell'aspetto sociale del cibo e in diverse occasioni distribuisce pasti ai meno fortunati.

Nadia Santini

Gli stereotipi sono duri a morire: sebbene la cucina domestica sia considerata ancora da alcuni una mansione femminile, l’alta cucina e la gastronomia sono paradossalmente settori dominati dagli uomini. Fortunatamente, le cose stanno (lentamente) cambiando, e sempre più donne talentose stanno conquistando le vette di quest’arte.

Come non parlare quindi di Nadia Santini, prima cuoca italiana ad aver ottenuto le tanto ambite tre stelle Michelin?

Nadia è stata inoltre premiata nel 2013 come migliore chef donna del mondo al concorso "The World’s 50 Best Restaurants", organizzato dal giornale periodico Restaurant.

Conosci gli altri grandi chef del panorama italiano? Scoprili con noi!

I programmi televisivi sulla cucina

Da Masterchef alla prova del cuoco, le trasmissioni televisive culinarie in Italia non mancano!
Qual è il tuo programma televisivo culinario preferito?

Masterchef

Cominciamo il nostro viaggio dal programma che ha rivoluzionato il concept: MasterChef Italia. Si tratta dell'adattamento italiano dell'omonima trasmissione britannica, che in Italia ha esordito nel 2011 su Cielo, per passare poi a Sky l'anno successivo.

Contrariamente a trasmissioni come La Prova del Cuoco, MasterChef non ha un vero e proprio conduttore: i diversi episodi vengono commentati da una voce fuori campo.

Il grande fascino del programma è dato però dai Giudici: Bruno Barbieri è stato l'unico ad essere presente in tutte le diverse edizioni, mentre si sono alternati chef di alto calibro come Carlo Cracco, Joe Bastianich, Giorgio Locatelli, Antonino Cannavacciuolo e Antonia Klugmann (al momento unica donna chef ad aver partecipato al programma come giudice).

Il format del programma è quello di un talent show a eliminazione: in ogni episodio i concorrenti si sfidano a colpi di ricette, con l'obiettivo di arrivare in finale e ottenere il titolo di MasterChef.

Il vincitore del programma si aggiudica 100.000€ in gettoni d'oro, e la possibilità di pubblicare un libro di ricette originali con l'editore Baldini+Castoldi. I nomi dei vincitori delle prime 8 edizioni sono: Spyros Theodoridis, Tiziana Stefanelli, Federico Ferrero, Stefano Callegaro, Erica Liverani, Valerio Braschi, Simone Scipioni e Valeria Raciti. Chi sarà, a tuo avviso, il vincitore della nona edizione?

Attenzione però: il programma genera dipendenza, e una volta che si inizia a guardarlo sarà difficile smettere! Non dire che non ti abbiamo avvisato/a...

Con un corso di cucina online, puoi imparare tutti i segreti dell'arte culinaria!

La prova del cuoco

La Prova del cuoco è uno di quei programmi che tutti hanno visto almeno una volta! Si tratta di un talent show culinario ispirato al programma britannico Ready Steady Cook. 

È trasmessa sui nostri schermi da ormai 20 anni: la prima edizione del programma ha infatti debuttato su Rai 1 il 2 ottobre 2000. Dal 2000 al 2008 e dal 2010 al 2018 la trasmissione è stata condotta dalla celebre Antonella Clerici, che ha però passato il testimone a Elisa Isoardi e Claudio Lippi per le edizioni 2019-2020.

Il successo della Prova del Cuoco risiede anche nel fatto che sia stato uno dei primi programmi di cucina a rivolgersi a un pubblico non solo femminile, ma di tutti i sessi e di tutte le età.

Inoltre, il programma ha adottato un format particolarmente adatto anche ai bambini, inserendo al suo interno anche successi dello Zecchino d'Oro come Il Cuoco Pasticcione e Le Tagliatelle di Nonna Pina e ideando un set particolarmente colorato e fiabesco.

Insomma, qualsiasi sia la tua età e quella dei tuoi familiari, la prova del cuoco è un programma adatto a voi, e potrà darti molte dritte su come preparare i tuoi piatti preferiti!

Scopri anche le altre grandi trasmissioni culinarie della televisione italiana!

I diversi tipi di cucina e i piatti preferiti degli italiani

Impara a preparare un'ottima pizza fatta in casa!
Senza ombra di dubbio, la pizza fa parte dei piatti più amati dagli italiani.

Cucinare, significa anche condividere un po’ della propria cultura. Ogni paese ha un'identità culinaria definita, e ovviamente non si mangiano gli stessi piatti in Italia, in Colombia e in Cina. Anche se la globalizzazione ha reso possibile mangiare piatti che provengono dal mondo intero, questi rimangono comunque legati al loro luogo d'origine.

La cucina tradizionale

Quando si parla di cucina tradizionale, ci si riferisce ai piatti preparati con prodotti di stagione e locali. È la celebre "cucina della nonna", la pasta fatta in casa, le zuppe e i piatti della domenica. Generalmente, la cucina tradizionale è legata a un territorio specifico.

In molti amano preparare i piatti tradizionali in casa, ma molti altri preferiscono gustarli nei ristoranti. Attenzione però, perché tradizionale non è sempre sinonimo di "fatto in casa". Le marche e i ristoratori giocano su questa etichetta, dal momento che non ci sono regole di mercato precise a riguardo. E si sa che molti dei ristoranti che vantano una cucina fatta in casa utilizzano in realtà prodotti preparati altrove.

La cucina gastronomica

Più costosa della cucina tradizionale, la cucina gastronomica è servita nei menù dei ristoranti di alta gamma. I prodotti elaborati sono freschi e generalmente ricercati come il tartufo, il caviale o lo zafferano.

In questo tipo di cucina, la quantità di cibo servita nei piatti è solitamente molto limitata, un po' a causa del prezzo dei prodotti, e un po' per permettere al cliente di gustare più pietanze.

La cucina molecolare

Infila il tuo grembiule da piccolo chimico: la cucina molecolare studia infatti la materia elementare dei prodotti di base al fine di ottimizzare le reazioni chimiche che si producono durante la cottura.

Se puoi oggi utilizzare un sifone per la tua chantilly, è grazie alla gastronomia molecolare. Per esempio, la cucina molecolare permette di far cuocere unicamente il bianco dell’uovo o di fabbricare del sorbetto istantaneamente immergendo del succo di frutta nell’azoto liquido.

La cucina regionale in Italia

La cucina è un forte indicatore del prestigio culturale di un paese, e da questo punto di vista, l’Italia ha pochi rivali. La cucina fa parte dell’identità di un paese ed è anche un elemento costitutivo del patrimonio culturale immateriale (L'UNESCO riconosce la cucina italiana, francese, messicana e marocchina).

Alcuni paesi, anche se considerati grandi potenze, non sono riuscite a conquistare il mondo con la prelibatezza della loro cucina: pensiamo ad esempio al Regno Unito, alla Germania o alla Russia.

Ma attardiamoci un attimo sulla cucina italiana. Anche se all’estero si parla spesso di "cucina italiana", sappiamo in realtà che esistono molte cucine regionali in Italia, ognuna con le proprie specificità. La pizza è napoletana, il risotto lombardo-veneto, la carbonara romana, ecc...

Scopri quali sono i piatti preferiti degli italiani!

Bisogno di un insegnante di Cucina?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 2 votes
Loading...

Nicolò

Scrittore e traduttore laureato in letterature comparate. Vivo a Parigi, dove coltivo la mia passione per i libri, il cinema e la buona cucina.