Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Quale formazione per i futuri insegnanti di spagnolo?

Di Catia, pubblicato il 07/09/2017 Blog > Lingue straniere > Spagnolo > Qual è il Percorso Scolastico per Insegnare la Lingua Spagnola?

Per insegnare lo spagnolo è indispensabile un’ottima conoscenza della lingua.

E questo non è l’unico requisito, perché per poter insegnare alle scuole medie e alle superiori bisogna avere la laurea e seguire il percorso di Formazione Iniziale Tirocinio (FIT).

Ci sono altre tappe non obbligatorie, ma vivamente consigliate per poter insegnare la lingua di Cervantes.

Qual è il giusto percorso scolastico per raggiungere il proprio obiettivo per diventare insegnante di spagnolo online o a domicilio?

Ecco le tappe che ti permetteranno di concretizzare il tuo progetto professionale, diventando professore di spagnolo!

Lo Spagnolo come seconda lingua straniera: l’inizio di una passione?

La prima lingua straniera, LS1, viene inserita alle elementari e il decreto legislativo 59/2004 stabilisce che debba essere l’inglese.

Le singole scuole primarie che vogliono inserire una seconda lingua straniera possono farlo, ma non c’è nessun obbligo e le famiglie possono anche scegliere di non aderire.

Per legge le scuole primarie possono insegnare una seconda lingua straniera, oltre all'inglese e questa potrebbe essere lo spagnolo. Nulla vieta di introdurre lo spagnolo nelle scuole primarie italiane!

Per chi vuole imparare lo spagnolo a scuola, così come le altre lingue straniere diverse dall’inglese, bisogna aspettare le scuole medie!

Nella scuola secondaria di I livello, infatti, è obbligatorio studiare due lingue comunitarie.

Per legge, la prima la prima lingua straniera è l’inglese. La seconda lingua straniera o LS2, è una a scelta tra francese, spagnolo e tedesco.Tre ragazzi su quattro scelgono di studiare francese, gli altri si dividono più o meno equamente tra spagnolo e tedesco.

Anche nel caso delle medie l’inglese può comunque prendere il sopravvento. Alla lingua si Shakespeare sono dedicate 3 ore, e alla LS2, per esempio lo spagnolo, ne sono dedicate 2 a settimana.

Le famiglie però, possono chiedere alla scuola che tutte e 5 le ore siano dedicate allo studio dell’inglese!

Non è dato sapere se qualcuno abbia chiesto di togliere lo spagnolo, per esempio, a favore di un insegnamento all English, ma sta di fatto che la lingua di Shakespeare è senz’altro avvantaggiata nel sistema scolastico italiano.

Eppure lo spagnolo resiste anche nelle scuole secondarie di II livello.

Scopri subito le migliori risorse web per fare progressi in spagnolo!

Lo studio dello spagnolo nelle scuole superiori

Come da più parti sottolineato, il sistema scolastico italiano ha una certa incongruenza con lo studio delle lingue straniere.

Se alle medie, infatti, tutti i ragazzi devono studiare due lingue comunitarie, alle superiori si ritorna, di regola, al solo inglese.

Per poter fare una lingua diversa dalla lingua di Shakespeare, bisogna scegliere alcuni specifici indirizzi di studio e alcuni istituti in particolare perché non tutte le scuole italiane hanno attivato l’insegnamento dello spagnolo.

I licei linguistico e internazionale e gli istituti tecnico e professionale ti permettono di imparare lo spagnolo. Per studiare spagnolo alle superiori devi scegliere l’indirizzo giusto!

Un’indagine sullo studio della lingua spagnola nella scuola italiana condotto nel 2014 dal Centro Didactico de Espanol dell’Università di Macerata, ha evidenziato questi dati:

  • Su 4.378 suole intervistate su tutto il territorio nazionale lo spagnolo era presente nel 32% dei casi.
  • Al primo anno delle scuole superiori 77.000 ragazzi apprendevano lo spagnolo.
  • Gli istituti superiori con più classi di spagnolo erano i licei, seguiti dall’istituto tecnico e l’istituto professionale.
  • Le regioni in cui lo spagnolo riscuote più successo sono il Veneto, la Lombardia e il Lazio dove rispettivamente il 50%, il 47% e il 44% delle scuole intervistate offrono corsi di spagnolo (corso spagnolo online).

Vediamo qual è il programma di spagnolo delle scuole secondarie di II livello.

Studiare lo spagnolo al liceo linguistico e internazionale

La scuola superiore più conosciuta per lo studio dello spagnolo è il liceo linguistico. E’ la scelta prediletta di chi ama le lingue e vuole continuare con gli studi anche all’università e, magari un giorno, diventare un insegnante di spagnolo.

Al linguistico vengono insegnate 3 lingue straniere. In questo caso è il binomio inglese-francese che la fa da padrone perché sono quasi sempre la LS1 e LS2.

La terza lingua straniera da imparare può essere lo spagnolo, il tedesco e in alcuni casi anche il russo o il cinese.

Le combinazioni linguistiche standard sono:

  • Inglese-francese-spagnolo
  • Inglese-francese-tedesco
  • Inglese-tedesco-spagnolo

Lo spagnolo di solito è la prima scelta come LS3 e prevede 4 ore di studio  per i primi 3 anni e 3 ore di lezione a settimana nel biennio conclusivo.

Un metodo infallibile per l’apprendimento della lingua, oltre allo studio, è senza dubbio la possibilità di soggiornare nel Paese per assorbire la lingua in maniera più rapida e diretta.

Imparare lo spagnolo al liceo internazionale europeo

Il liceo internazionale o europeo, è una sorta di liceo linguistico potenziato. In alcuni istituti si prevedono 4 anni di studio, e non 5, come per gli altri licei.

Non sono molte le scuole che offrono questo indirizzo, ma sono sempre di più i ragazzi italiani interessati a studiare una terza lingua, come lo spagnolo.

Alcuni licei internazionali danno alla lingua di Cervantes molto più spazio. Ci sono infatti delle materie che vengono insegnate direttamente in spagnolo, come la storia, nel quadro della metodologia del Content and Language Integrated Learning.

Seguire il metodo CLIL significa imparare una materia, come la storia, direttamente in una lingua straniera, come lo spagnolo.

Con il metodo CLIL puoi studiare la storia in spagnolo in alcuni licei linguistici. Potresti studiare la storia di Isabella di Castiglia direttamente in spagnolo!

In alcune scuole ci sono convenzioni con l’ambasciata di Spagna per cui chi ottiene il diploma di stato italiano in uno dei licei internazionali si vede riconosciuto anche il Bachillerato spagnolo.

L’insegnamento dello spagnolo negli istituti tecnici e professionali

Gli istituti tecnici e professionali che prevedono l’inserimento dello spagnolo di solito sono quelli legati al turismo e al commercio.

Anche in questo caso, puoi studiare spagnolo come terza lingua straniera per conoscere le basi della lingua, saper scrivere dei brevi testi correttamente, saper parlare delle situazioni personali e lavorative e comprendere gli interlocutori di lingua spagnola.

Studiare lingue straniere applicate o lingue e letteratura?

Una volta passato l’esame di maturità, se vuoi continuare dritto per la tua strada verso la conoscenza dello spagnolo devi farti una domanda molto semplice: quale facoltà scegliere?

Dovrai seguire una facoltà di lingue straniere applicate oppure una di lingue e letterature straniere?

Le maggiori differenze tra questi due corsi di studio sono gli sbocchi lavorativi, almeno nelle intenzioni degli studenti…

La laurea in lingue applicate è più orientata verso i lavori a vocazione internazionale (turismo, management, traduzione tecnica) e mira a insegnare a come usare le lingue nell’ambito di un’impresa.

In effetti, le lauree in lingue applicate includono degli esami di economia o storia economica, diritto, marketing, traduzione di testi specialistici.

Gli studi prevedono l’approfondimento di 2 lingue straniere. Lo spagnolo è una delle opzioni, insieme e a inglese, francese, cinese, russo e tedesco.

Con questa laurea potresti diventare un esperto linguistico d’impresa o per il management turistico o per la mediazione internazionale.

La laurea in lingue e letterature straniere si incentra sullo studio approfondito di una sola lingua. L’insegnamento è basato sull’apprendimento teorico con corsi di linguistica, storia, grammatica, letteratura.

Gli aspiranti insegnanti di spagnolo di solito scelgono la facoltà di lingue e letteratura straniera! La facoltà di lingue letteratura è la via maestra per insegnare spagnolo!

Con la laurea in lingue e letterature straniere non c’è il legame con le imprese che si ha con le lingue applicate. Gli studenti hanno comunque la possibilità di fare un tirocinio in convenzione con l’università.

Potremmo definire la laurea in lingue e letterature straniere come la via principale per diventare insegnante di lingue.

Questa formazione ti permette di raggiungere una conoscenza approfondita della lingua, della storia e della cultura del paese o dei paesi, che la parlano. E’ un approccio particolarmente adatto a chi aspira a diventare insegnante di spagnolo.

Allora, quale sarà al tua scelta, lingue straniere applicate o lingue e letteratura per insegnare lo spagnolo?

L’Erasmus in Spagna: un passaggio obbligato per gli insegnanti?

Partire per seguire un corso di spagnolo è un passaggio obbligato se si vuole diventare insegnanti di spagnolo…

Cosa c’è di meglio che immergersi nella vita quotidiana di un paese, scoprire davvero la sua cultura per imparare a parlare la lingua correntemente?

Come per Romain Duris, il protagonista de L’appartamento Spagnolo, il soggiorno all’estero per un lungo periodo può anche diventare un percorso iniziatico.

Si tratta di un arricchimento che permette di scoprire un paese nella sua quotidianità, mentre si impara qualcosa di più su se stessi.

Ogni anno 40.000 studenti italiani partono per l’Erasmus. Il programma europeo per la formazione, l’educazione, la gioventù e lo sport ha superato i 30 anni di attività.

Andare in Spagna per un semestre o due sarà particolarmente utile per migliorare a patto che tu sia disposto a:

  • Aprirti agli altri e integrarti non solo con gli altri studenti stranieri che parlano solo inglese o uno spagnolo approssimativo…
  • Andare alla ricerca dei “nativi” per esprimerti in spagnolo e arricchire il tuo vocabolario. E’ indispensabile se vuoi migliorare la comprensione orale e scritta e acquisire una certa fluidità nel parlato. Sarà anche una buona occasione per migliorare la pronuncia.
  • Girare e scoprire nuovi aspetti culturali del paese. I tuoi nuovi amici spagnoli saranno molto contenti di mostrarti il loro stile di vita.

Attenzione però a non confondere l’Erasmus con le vacanze…Dovrai fare uno sforzo per adattarti alle lezioni e organizzarti per adottare un ritmo di studio rigoroso.

Come diventare un insegnante abilitato

L’ultima tappa per diventare un insegnante di spagnolo è superare una selezione apposita che include un periodo di formazione e un concorso.

Con la riforma della Buona Scuola ci sono nuove regole per insegnare, prima il concorso e poi la formazione. Per insegnare spagnolo devi superare un concorso pubblico!

Il Tirocinio Formativo Attivo è un corso di studi universitario, destinato a scomparire nel 2019, che prevede la formazione degli aspiranti docenti.

Il TFA comprende:

  • una prova iniziale per accedere
  • lo studio della didattica in generale
  • l’approfondimento della propria materia, lo spagnolo in questo caso
  • un tirocinio con 475 re di aula

L’abilitaizone all’insegnamento si completa con un concorso pubblico per diventare docente di ruolo.

Con la riforma della scuola in atto il TFA verrà sostituito dalla formazione iniziale tirocinio (FIT).

Ancora non si sa molto delle nuove regole. L’unica cosa certa è che prima si fa il concorso scuola e solo i vincitori possono accedere al FIT e seguire un percorso di formazione teorico e pratico sull’insegnamento della propria disciplina.

Anche chi ha cominciato a seguire il percorso del TFA può riconvertirsi con il FIT che dopo i 3 anni ti fa accedere alla cattedra di ruolo.

A quanto pare gli insegnanti di spagnoli non sono abbastanza in Italia! Tu hai i requisiti e le qualità per insegnare lo spagnolo?

Infatti, tra le assunzioni del 2017 mancavano all’appello alcune cattedre di ruolo di spagnolo, perché non c’erano candidati almeno dalle graduatorie dei concorsi!

Se sogni di diventare insegnante di spagnolo, forse è proprio il momento più adatto per completare il percorso per abilitarti all’insegnamento.

Ricorda che ci sono modi alternativi per insegnare lo spagnolo anche senza laurea!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 2 voti)
Loading...
avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Eliana Recent comment authors
Les plus récents Les plus anciens Les plus populaires
Eliana
Invité
Eliana

Grazie. molto utile