Un dono senza tecnica, non è altro che una sporca mania

Dal brano Le mauvais sujet repenti, di Georges Brassens (1921-1981)

Imparare a suonare il violino: che idea!

Nessun tasto per le note, un archetto difficile da manovrare, uno strumento difficile da accordare e delle sonorità che rischiano di essere inudibili, a meno che non si seguano delle lezioni di violino per mesi e mesi, per riuscire ad ottenere un buona tecnica e l’intonazione delle note…

Ecco i nostri consigli per progredire più rapidamente con il violino!

Annalisa
Annalisa
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (24) 20€/h
Prima lezione offerta!
Marta
Marta
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (11) 30€/h
Prima lezione offerta!
Giada
Giada
Insegnante di Violino
4.83 4.83 (6) 20€/h
Prima lezione offerta!
Alessandra
Alessandra
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (4) 15€/h
Prima lezione offerta!
Cristiano
Cristiano
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (1) 25€/h
Prima lezione offerta!
Claudio
Claudio
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (4) 20€/h
Prima lezione offerta!
Sandra
Sandra
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (2) 25€/h
Prima lezione offerta!
Elisa maria
Elisa maria
Insegnante di Violino
5.00 5.00 (7) 25€/h
Prima lezione offerta!

Come utilizzare la mentoniera e la spalliera con il violino?

Quale lavoratore dimenticherebbe il proprio materiale prima di mettersi all’opera? Prima di ogni lavoro, si deve sempre verificare di avere con sé la propria cassetta degli attrezzi.

Per quello che riguarda il corso di musica e di violino, il pensiero va ad accessori come l’archetto, la pece, l’accordatore e le corde di ricambio.

Le spalliere e le mentoniere aiutano il violinista a mantenere la posizione per diverso tempo, riducendo fastidi e dolori.
Forse avrei dovuto scegliere un altro cuscino per violino: questo non mi sembra molto adatto!

Tra gli accessori fondamentali di questo strumento, però, ne troviamo anche altri due, spesso trascurati, ma non per questo meno importanti: mentoniera e spalliera (altrimenti detta cuscino per violino).

Prima di tutto, la mentoniera. Perché?

Molto probabilmente, quando acquisterai il tuo violino, ti sarà venduta assieme; se così non fosse, procuratela, perché è indispensabile al buon utilizzo dello strumento stesso.

Evita, allo stesso tempo, di rovinare il legno della cassa di risonanza, di far assorbire al legno il sudore del suonatore e protegge il violinista da dolori e fastidi spiacevoli, dovuti al movimento del legno sul suo viso.

Scegliendo una buona mentoniera, il violino dovrà essere posizionato tra la spalla e il mento, in modo da non dover reclinare la testa.

Il fondo del violino si appoggia sulla clavicola del violinista e, proprio per questo, anche la spalliera è fondamentale. Anche se, in realtà, il dibattito tra gli esperti del settore, è sempre in corso a riguardo della necessità e dell’opportunità dell’utilizzo della spalliera.

La spalliera è una barra ondulata e rigida, ma ammorbidita, che attraversa tutta la schiena del violino, ripercorrendo la forma della clavicola del suonatore.

Mettendola sul retro del violino, il suono e la musicalità dello strumento saranno inevitabilmente modificati, dato che l’accesso alle corde con le dita della mano sinistra sarà più complesso, così come la sonorizzazione delle note sarà più difficile.

Al contrario, la qualità sonora dello strumento, senza questo accessorio, sarà più ricca, ma potrebbe provocare delle irritazioni, dei dolori, dei fastidi a chi suona.

Si possono scegliere mentoniere e spalliere differenti per materiali (plastica, legno d’ebano, palissandro, …), colori e misure.

Per quanto riguarda i prezzi, infine, questi oscillano tra 10€ e 100€ per una spalliera e tra 5€ e 150€ o più per la mentoniera.

Tutti questi accessori possono essere acquistati online su siti di produttori come Thomann, Woodbrass, Wittner e molti altri, ma forse è meglio prima testarli in un negozio di musica e accessori per la musica, in modo da rendersi effettivamente conto di quello che si sta per comprare.

Come scegliere una sordina per il violino?

Quando studi violino, pratichi in un appartamento o in una zona in cui i tuoi vicini amano poco o niente la (tua) musica? L’isolamento del tuo appartamento è praticamente inesistente?

Suonare il violino a livello di principiante potrebbe attirarti le ire di vicini e coinquilini …

Sordine per appartamento e sordine per concerto: ad ogni situazione la propria sordina.
Questo violino suona troppo forte, meglio mettervi una sordina!

Per risolvere il problema, potresti acquistare una sordina per violino.

Si tratta di un piccolo strumento da fissare sul ponticello, la cui funzione è quella di ridurre la potenza sonora del violino stesso.

È utilissima per tutti gli archi (violino, violoncello, viola, contrabbasso), ma viene impiegata anche con gli strumenti a fiato (ma la sua forma, ovviamente, sarà differente). In un caso e nell’altro, la sordina assorbe le vibrazioni (delle corde, negli archi) e il suono emesso dalla cassa di risonanza.

Fissando la sordina per violino sulle corde a livello del ponticello, potrai ridurre le frequenze amplificate a livello della tavola di armonia, con il risultato che il volume delle tue suonate sarà più basso. Ma di quanto?

Esistono due tipi di sordine per violino: quella d’appartamento e quella da orchestra.

A seconda del materiale – ebano, caucciù, … - il volume sarà diminuito dal 20% all’80%.

Quando suoni in un’orchestra sinfonica, installare una sordina permette di lasciare il campo libero ad un altro strumento.

Ricorda, poi, che esistono cinque tipi di sordine differenti sul mercato:

  • La sordina più diffusa è la più utilizzata anche all’interno di un’orchestra: è in plastica, con un magnete al centro,
  • La sordina tridente è in caucciù e tradizionalmente è impiegata nella musica da camera,
  • La sordina Heifetz è in plastica,
  • La sordina Roth Sihon ha un supporto metallico posizionato tra due corde e un tubo in plastica molle, che riposa sulle due corde.

Come scegliere la sordina? Dipende dall’intensità sonora che preferisci ottenere, dalla taglia (una troppo alta ti impedirà di vedere correttamente le corde), dal materiale (metallo, ebano, caucciù, piombo, bronzo).

Per comprarne una, è sufficiente una veloce ricerca online, digitando sordina violino: troverai i più noti rivenditori web di accessori per la musica. Per quel che riguarda i prezzi, si va da pochi Euro a massimo una ventina.

Come suonare il violono con la mano sinistra ?

Con gli accessori, siamo apposto!

Ma prima di cominciare a suonare il violino, dovrai lavorare per avere una buona posizione, per evitare di assumere cattive abitudini. Se non hai una buona tecnica, non puoi pensare di diventare un bravo violinista.

Esercizio e studio dello strumento e della musica: e tutto si risolve.
Come trovare le note sul manico del violino?

Inizia con l’utilizzo della mano sinistra.

In regola generale, la mano sinistra è quella che tiene il violino a livello del manico, le dita della mano sinistra sono quelle che pizzicano le corde per suonare le note della musica.

Prima di tutto, devi stare ben dritto, con le spalle, le braccia e le mani rilassate, per non suonare in modo tale da fare scoppiare i vetri di cristallo …!

Ecco come ottenere una buona pratica del violino:

  • Il manico del violino va tenuto tra il pollice e l’indice della mano sinistra,
  • Ogni dito sta ben piatto,
  • La mano non deve essere tesa,
  • La mano destra deve essere perpendicolare al manico
  • Ora, devi imparare le diverse posizioni del violino, soprattutto quella standard di base.

Per suonare il violino, come per tutti gli altri strumenti, è importante saper leggere la musica sullo spartito.

Sulle partizioni per violino, la numerazione delle dita si legge così:

  • 0 = corda suonata a vuoto,
  • 1 = indice
  • 2 = medio,
  • 3 = anulare,
  • 4 = mignolo.

Per far muovere le dita della mano sul manico, mentre le note illuminano l’umore del pubblico – ammesso che tu sia un virtuoso del violino – devi muovere il dito indice e il dito medio verso sinistra (ovvero verso le note più basse), mentre l’anulare e il mignolo si sposteranno verso destra (verso le note più alte).

La tecnica del violino è molto importante. Senza, non potrai riuscire a suonare correttamente.

Vi sono diverse tecniche:

  • Lo smanicato,
  • Il vibrato,
  • I trilli e batterie,
  • Le armoniche,
  • Le corde doppie,
  • Il pizzicato,
  • Il glissando,
  • Il glissando armonico.

E cosa fare con la mano destra? Come puoi fare, se sei mancino?

Come suonare il violino con la mano destra?

A volte, i mancini potrebbero essere portati ad invertire l’utilizzo dello strumento, per sentirsi più a loro agio.

Un vero violinista non si ferma davanti al freddo o al caldo, ma continua ad esibirsi.
Anche con i guanti, dovrai saper dirigere il tuo archetto nel modo corretto!

Ma non è semplice come dirlo. Significa, infatti, invertire le corde, la curva del manico, il ponticello, la barra dell’armonia, … Anche il professore di violino dovrà adattarsi a tutti questi mutamenti.

In regola generale, infatti, la mano destra di un violinista destrimane, suona l’archetto. Ma su di un violino trasformato per mancini, suonerà le note della musica sul manico.

In ogni caso, dovrai sempre porre attenzione ad applicare la pece sul crine dell’archetto, prima di metterti a suonare.

Tenere correttamente il violino – specialmente l’archetto – implica una tecnica molto particolare, dato che non lo si tiene in mano come si terrebbe un bastone!

Dopo essere riuscito a tenere correttamente l’archetto, dovrai ottimizzare il tragitto di quest’ultimo, che dovrai muovere a forma di otto rovesciato.

Non dimenticare mai che maggiore sarà la pressione applicata sul crine, più forte sarà il suono, e viceversa. Riuscire a fare un suono intonato non è sufficiente, dato che la musica è disseminata di numerose sfumature.

Si tratta di quello che, in tutti i Paesi, viene indicato con termini presi in prestito dalla nostra lingua: fortissimo, forte, mezzo forte, piano, pianissimo, e che potrai realizzare esercitando una maggiore o minore pressione con l’archetto sulle corde del tuo violino.

Insomma, per trovare il tuo corso di violino, guarda sul portale di Superprof e individua subito il tuo insegnante di musica.

Bisogno di un insegnante di Violino?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 1 votes
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura